Archivio della Categoria 'Scale sismiche'

Scale sismiche, interpretazione

Giovedì 22 Giugno 2006

Riporto un’articolo, una vecchia mail che risale agli inizi del 2003 di uno studente della facoltà di geologia di Palermo sulla interpetazione delle scale sismiche.

Sono uno studente dell’Università di Palermo, facoltà di geologia.
Complimentandovi per il sito (sezione sismi), che racchiude interessantissimi link e mappe, volevo permettermi di fare luce su un piccolo errore riguardo il confronto tra la scala MCS (Mercalli Cancani Sieberg) e la Richter Scale: non esiste una precisa corrispondenza tra magnitudo e intensità.
Un terremoto ha diverse caratteristiche: intensità (rilevabile con la scala MCS) magnitudo (misurabile con la scala Richter), profondità, localizzazione, geologia ecc.. non è detto che un sisma di magnitudo 6.5 abbia effetti del X°grado MCS.
Porto un esempio pratico: il terremoto del Basso Tirreno (settembre 2002) le cui onde sismiche hanno fatto vibrare tutta la costa settentrionale siciliana, è stato di magnitudo 5.6 ma a Palermo ha avuto effetti pari al VI°MCS (secondo la vostra “equivalenza” avrebbe dovuto provocare effetti dell’VIII°MCS). Questo non è successo perchè l’ipocentro si trovava a mare, a circa 40 km dal costa, e come ben saprete più ci si avvicina all’epicentro del sisma più l’intensità, e gli eventuali effetti, cresceranno.
Mentre la scossa che ha colpito il Molise nell’ ottobre-novembre dello stesso anno ha avuto magnitudo 5.4, ma la frattura è avvenuta in terraferma di conseguenza gli effetti sono stati maggiori, e sono stati stimati pari all’VIII° MCS soltanto in un paese vicino al luogo dell’epicentro, per la particolare geologia del sottosuolo (gli effetti nella zona dell’epicentro variavano dai VII ai VI). Spero di essere stato chiaro.
La sismologia è una scienza al servizio dell’umanità, abbiamo il dovere di fornire informazioni corrette al fine di diffondere anche una piccola cultura in merito, in un paese ad elevato rischio sismico.
Certo di avervi dato un consiglio utile, che potrò avere positivo riscontro, porgo i miei più cordiali saluti

Andrea Di Piazza