L’Aquila, la notte del 31 marzo 2009

Questa è una immagine della piazza principale de L’Aquila la notte del 31 marzo 2009 alle 01:36.
Inviata da un utente del blog, siamo riusciti a recuperarla solo oggi.


Mostra tantissimi studenti che preferiscono affrontare la paura suonando in piazza.

laquila-31-marzo.jpg

Grazie all’utente che inviò la foto.

Per inviare eventuali fotografie alla nostra redazione utilizzare la pagina Upload Foto, grazie.

Zone limitrofe:


11 Commenti a “L’Aquila, la notte del 31 marzo 2009”

  1. rosetta:

    Un abbraccio virtuale ma fortissimo a tutti gli aquilani e alle persone dei paesi vicini fortemente colpiti dal sisma.
    E’ inutile dire che questa foto fa venire il magone.
    I ragazzi hanno sempre tante risorse e suonare, fare musica distende i nervi.
    Io insegno al Conservatorio di Frosinone. Ci sono anche 3 colleghi che insegnano lì che abitavano a L’Aquila. Uno a Onna. Dico abitavano perchè hanno perso le case ma non le loro vite. Grazie a Dio.
    Il Conservatorio “Licinio Refice” di Frosinone sta raccogliendo fondi per devolverli agli studenti del Conservatorio de L’Aquila che hanno perso i loro strumenti sotto le macerie.

  2. francesco carubia:

    In bocca al lupo da una terra che di terremoti ..se ne intende purtroppo, e con l’augurio di non vedere offerte baracche ma case.

    Una nota, da studioso per passione, mi pare di vedere la nascita o l’azione in profondita’ di un vulcano da quelle parti, a qualche chilometro di profondita’. Per adesso.

    E’ stata monitorata la tempertura del suolo, o dell’emissione di aria calda dal sottosuolo nele zone crepate?

  3. rosetta:

    francesco dicci di più: può davvero essere l’attività di un vulcano nel sottosuolo de L’Aquila?:o
    Ma tu cosa studi esattamente?
    E qualcuno di compentenza risponda alla domanda di Francesco sull’eventuale aria calda emessa dal suolo nell’Aquilano! Sù, sù!

  4. cinzia:

    Francesco: mmmh mi ricorda un film americano…che dal sottosuolo usciva lava, non so se ce l’avete presente!!!

  5. Manuelita:

    Francesco, non oso pensare a vulcani, ma la tipologia e la lunghezza del periodo sismico non mi risulta uguale a tante altre che ho seguito. Non vedo però interventi degli studiosi in proposito… Loro lo sanno certamente se ci sono difformità dalle forme più comuni e prevedibili nel comportamento successivo!
    Perché nessuno dice niente?
    Spero che tutti i ragazzi nella foto siano ancora in circolazione…
    Se si fosse confermata una certa allerta, quanti di meno sarebbero morti…
    Io non mi sarei lasciata tranquillizzare, dopo tutta la serie di scosse precedente… Potevano essere fuori di casa, le persone, come ha fatto lo Stato, che la notte del 5 ha svuotato i suoi uffici, dopo la brutta mossa pre-mezzanotte…

  6. Valter:

    Da Manuelita:
    Io non mi sarei lasciata tranquillizzare, dopo tutta la serie di scosse precedente… Potevano essere fuori di casa, le persone, come ha fatto lo Stato, che la notte del 5 ha svuotato i suoi uffici, dopo la brutta mossa pre-mezzanotte…

    Questa mi sembra una affermazione grave!!!!!!!!!!!!!!!
    Dove posso trovare prove per quello che dici??????????
    o lo dici tanto per dire??????????????????????????????????

  7. Sandra:

    Ma perchè nessuno dice nulla sulla durata(infinita ad ora) di questo sciame sismico? E’ “normale”? Anomalo? Si può prevedere una fine o normalizzazione a breve? Perchè nessuno ne parla? Io sento scosse in continuazione e molte altre persone anche. Anche ora ne ho sentita una …3, 3.2, 2.8……..Chi ne sa qualcosa parli e spighi magari,per favore!

  8. Domenico:

    Nessuno dice nulla perchè non sono preparati, la gente è impaurita perchè dopo quello che hanno fatto Boschi e C. nella riunione grandi rischi non c’è credibilità.
    Dobbiamo essere forti noi siamo in Italia non dimenticatelo

  9. Amintore de Nardis:

    Ciao a tutti, sono in una tenda a Collemaggio e durante i viaggi da Frosinone all’ Aquila OVEST incontro mezzi di Vulcanologi dell’osservatorio del Vesuvio.
    Questo mi insospettisce. Un ora fà (alle 11:00 in punto del 30/04/2009) altre due “botte” (3° grado ?) . Nelle Tendopoli non riusciamo ad avere molte informazioni ( … anche su altri argomenti importanti sulla ricostruzione) e reperire i quotidiani è molto difficile. Perchè qualche Redazione non ci aiuta ad informarci ? Si c’è un bel Televisore in sala mensa, ma spesso preferiamo previlegiare la visione di Cartoons per i Bambini presenti al Campo.

  10. Raffaella Roma:

    Ho la stessa sensazione di Carubia o ipotesi non è possibile che l’assestamento persevera nel tempo mantenendo stabili gli indici e nuovi episodietti, molti mi sembrano nuovi e autonomi forse scatenati dallo stesso motivo non ancora indagato temo io, come anche la mia prima domanda è stata cosa ha provocato la rottura di una faglia dormiente? un vuoto??? ci sarebbe dovuto già essere, un fattore ipotesi è la compressione della zolla europea ed africana (terrore noto ed eterno) quindi capisco l’italia centrale in quel punto più debole stia reagendo, inoltre a Roma diverse volte ho sentito come anche oggi rumore come se ci fosse elemento gassoso in velocità ed il suo fruscio, sembra quasi di ascoltare i tubi del gas, ma di una grandezza impessionante, inoltre seguendo il percorso dello sciame disegnerebbe proprio un taglio o punto morbido di uscita di accadimenti seri e profondi, che è ben distinto dalle faglie, d’altronde la faglia altro non è che un apertura della roccia solida diretta o inversa qualcuno ha potuto indagare di come era posta ante e dopo?? secondo me potrebbe decifrare da dove e cosa abbia provocato il tutto, tranquillamente io però non ci passeggerei come fanno tante persone, per una buona distanza, ma possibilmente sono sofferenti in quanto dallo stesso appunto sollecitate, di cosa più grossa lo temo osservando piccoli sfoghi sismici in aree indenni storicamente o la leggera attivazione in zone dove ci furono catastrofi non più considerate (vedi mappa ingv sicilia occidentale) il nuovo sisma se localizzato tende sempre a percorrere la stessa strada, ha la memoria sto malefico, oltre che la penetrazione, quindi in questa ipotesi vedo delle variazioni sotto al piano campagna, il vulcano stava accennando il risveglio tempo fa, non si esclude una variazione o nuovo percorso di lave o convenzioni sottocrosta. tornando alla catastrofe del 6 aprile prima si sentì calore alle caviglie e non solo io, quasi piacevole ma fuego, poi sto rumore tipo uno che soffia nelle orecchie ma molto distante e poi a meno di un’ora credo, il sisma distruttivo all’aquila e quindi il risentimento delle onde S e poi P molto ovattate, con tutte le sue successive, rispetto a altre esperienze vissute la sensazione specifica è quella di nuovi accadimenti indipendenti, ci sono aree e problematiche attuali di subdizione (perdonatemi errori ma non sono della materia) non meglio precisate sulla quale dei tecnici stanno studiando, ricordiamo che in ballo c’è la riforma delle costruzioni, sismica, adeguamenti vari, caos totale nel settore o fermento. Nel macro specifico: Inversione dei Poli, o attuale deallineamento degli assi, toronto è spostata a 8° a Est, a breve interessante tempesta solare (notare che la luna incide sul mare)che manderà in tilt ogni TLC, PC, elettricità dove si dice che per un ventennio saremo medievali, leggendo gli schemi del campo elettromagnetico osservo una oscillazione in data successiva al 6 aprile e precisamente un disegno completamente diverso in data 6 marzo, non li so leggere quei grafici non ho chi me lo insegna ma di certo guardando uno o l’altro sono evidenti le differenze e secondo la mia incompetenza è da decifrare quello del 6 marzo, il rilevometro è quello dell’aquila il sito quello dell’ingv. Non se ne parla, o non sono stimolati i competenti o non se ne sa veramente nulla, di per se un terremoto è riconosciuto quale espressione di assestamenti terrestri, si intende tutto così. Le scosse del Gran sasso le sento in prevalenza al piede destro se sto guardando la televisione al sinistro se l’area è l’aquila, se si potrebbe stare ad ascoltare nel silenzio della notte su di un materasso, se ne sentono di rumori e squotimenti!!!! esattamente come quello sentito prima del sisma, quindi memorizzate le distanze qualcosa di accaduto è probabile sia nell’area ad ovest rispetto la distribuzione dei sisma, tivoli è vuota sotto mi dicono, sono state fatte indagini in quanto lì ci sono aree estese di subdizione e giornali parlano di accuse verso il consumo delle acque, estrazione. L’Italia si dividerà in due??? sfogherà un vulcano? nessuno sta prendendo la temperatura sulle aree credo, ma se fosse stato possibile ed emergerebbe una minima variazione sarebbe una lettura, diversamente la lava starebbe già a galla, peggio ancora mi sento. io mi allontanerei proprio dall’aquilano ma in modo abbastanza esteso ed effettivamente metterei dei sensori se questo avrebbe il suo tempo di giustificazione per escluderlo come potenziale, basta valutare sul sangue per correre ai ripari, questa è una mia accusa ben precisa, stesso comportamento per il virus del maiale, quando ci si attendeva con estrema competenza sui dati ufficiali, sui blog locali i medici di reparto parlavano di moria, 3 o 4 l’ora, giovani di 20 o 30 anni, non è possibile farsi venire un dubbio no?? la prova?? contando le affermazioni di questo medico sul blog in spagnolo ad oggi i conti tornano, ed avanza così, solo che nel dubbio si permette la libera circolazione, anzi da oggi mettono in osservazione i provenienti dal messico per una settimana, ha circolato di tutto e di più!! alla fine così contata la sua estenzione e la portata si possono asseverare dati certi, la prevenzione dove è???
    Ops, fra qualche mese se ne uscirà qualche satellite che affermerà che aveva visto e previsto tutto. xxx

    ADMIN: non ci sono verità per il futuro, niente si può prevedere ne tantomeno predire, la terra è ancora giovane pensando sul piano cosmico, deve ancora assestarsi, tutto questo lo studiamo a scuola ma siamo presi dal timore quando ci sono fatti come questi, dobbiamo essere razionali.

  11. sarah:

    Quanto era bella la mia città! con tutti gli studenti e l’allegria che solo la loro età poteva portare a tutti noi.. 31 marzo.. e chi avrebbe mai immaginato che dopo pochi giorni tutto finisse in 25 secondi.. Basta guardare questa foto l’amarezza prende il sopravvento. Quando tornerà così viva la mia città…?

Sismogrammi di Earthquake.it in tempo reale

  • VISUALIZZA SISMOGRAFI IN TEMPO REALE.

    con funzione di ricerca storico giorno per giorno dal 2008.
    Sismografi di Capannori (LU), Cordovado (PN), Tavagnacco (UD), Conversano (BA), L'Aquila (AQ), Belluno (BL).

Scrivi un commento