Dopo terremoto, le sensazioni, realtà o immaginazione?

Questo post raccoglie tutte le sensazioni, degli utenti che sentono e pensano di sentire movimenti del suolo e sensazioni di istabilità, tutto quello che pensate e che desiderate scrivere.

Inserite la zona di percezione

Per inviare eventuali fotografie alla nostra redazione utilizzare la pagina Upload Foto, grazie.

Zone limitrofe:
Warning: mysql_num_rows() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.earthquake.it/home/blog/wp-content/themes/default/comuni.php on line 111 Warning: mysql_num_rows() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.earthquake.it/home/blog/wp-content/themes/default/comuni.php on line 134 Warning: mysql_num_rows() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.earthquake.it/home/blog/wp-content/themes/default/comuni.php on line 157

280 Commenti a “Dopo terremoto, le sensazioni, realtà o immaginazione?”

  1. ELISA:

    Ciao sono Elisa, sto scrivendo da Frosinone. Alle 18:20 circa (mentre ero a lavoro) ho avvertito un senso di “vuoto” con conseguenti vertigini e senso di spossatezza, come “debolezza”. Ho guardato subito alcuni oggetti: in quel momento oscillavano leggermente. Purtroppo queste vertigini fin’ora le ho avute sempre e solo in corrispondenza delle scosse di terremoto. Dico questo perchè per verificare se erano solo delle stupide”sensazioni” dovute dal momento, ogni volta che mi sentivo così “strana”, guardavo l’orario e solo dopo due/tre giorni, guardando sui siti ufficiali mi accorgevo che gli orari dei miei “mancamenti” e quelli delle scosse segnalate dall’ INGV corrispondevano perfettamente. Adesso però non ho visto nessuna segnalazione,quindi almeno per una volta spero di aver “sentito” male!

  2. Raffaella Roma:

    speravo di commentare io per prima.
    grazie admin, sei un ottimo padrone di casa!!!!

  3. andrea:

    Se hai visto degli oggetti oscillare sicuramente hai sentito bene. Tieni presente che alcune piccole scosse non vengono segnalate sui siti ufficiali.
    Comunque consultando la lista ingv mi sembra di capire che si stia tornando alla normalità; per sapere se è veramente così dovrebbero fare indagini più approfondite sul radon e sui campi elettromagnetici.
    Alcuni studiosi sostengono che i campi elettromagnetici possono avere effetti sul sistema nervoso; quindi non è da escludere che molti malesseri siano causati dalle perturbazioni elettromagnetiche che precedono una scossa.

  4. Raffaella Roma:

    andrea stai rispondendo indirettamente alle mie domande, leggi il mio commento al blog segnala, dimmi di più, please, mi sto scervellando, magari sai leggere anche i grafici.
    per admin, potrebbe avere una finestra riguardante sviluppi su dibattiti o ricerche di modo che non si intasi questo prettamente fisico ad un altro ben più vasto???? Grazie.
    affezionata rd

    p.s. ho appena acquistato la macchina x rilevare il Radon, per questioni di salute in abitazione, ma si può usare ovunque e indica valori immediati, per ulteriori commenti, affinchè l’admin non mi banna ci vediamo nell’altro che aprirà, me lo ha promesso.
    sennò andrebbe bene pianeta terra o studio dei terremoti??? Grazie

    Admin: vedo cosa posso fare nei prossimi giorni

  5. Raffaella Roma:

    è dalle 20,00 che si sbanda come se oscillasse il palazzo con disturbo allo stomaco, ora 21,10 è aumentato dopo pochi momenti neutri

  6. giovanni:

    se ha visto oscillare potrebbe NON aver visto bene. Ha parlato di spossatezza, vuoti, vertigini, non è impossibile che quindi abbia avuto anche capogiri e quindi una visuale momentaneamente distorta. Sarebbe interessante se qualcuno con più esperienza, scientifica o statistica, potesse indicare qual’è la magnitudo MINIMA che ha effetto sulle cose (e sulle persone), anche volendo stare sopra l’epicentro!
    Ciao!!!

  7. Raffaella Roma:

    x Jo, mi sono emozionata di Andrea ed ho dimenticato che volevo risponderle,
    al calare della temperatura, probabilmente il territorio è ancora instabile, reagisce, noterai che non capiterà mai dalle 3 in poi, perchè l’abbassamento è già inoltrato, questa è la mia teoria, chiaramente sono boati leggeri come se si sgonfiasse qualcosa vero??? posso dire che succede e per questo motivo ma non so se è normale o segnala altro chiaro.
    mi viene difficile anche scrivere tutto è più pesante, chissà se mi faccio un goccetto mi passa sto gira gira, per gli scricchiolii che faccio?

  8. admin:

    07/05/2009 20:56:50 Gran Sasso
    Mag. 2.8 | Pro. 11
    Zone: Arischia, Barete, Campotosto, Capitignano, Crognaleto, Pizzoli,
    Provincia: L Aquila

  9. Raffaella Roma:

    x Giovanni, i momenti prima di un terremoto, e parlo di un signor terremoto a prescindere dai danni, non avviene proprio nulla o non è detto ci si senta male, probabilmente qualche cane può abbaiare ma loro stessi si azzittano nel momento delle onde S, questo è la sua imprevedibilità, bastasse il malessere sarebbe tutto più semplice, uno lo sa e si mette al sicuro, ma è quella qualche cosa che provoca malessere e spesso coincide con un evento sismico, o forse lo si è scoperto con un evento importante quale è un terremoto, io personalmente dichiaro che a volte ho avuto un mio malessere minuti prima di un terremoto, ma non è sempre così come non è detto che avvenga nel mio abitato. oggi il dolore che provo allo sbandamento è ben più acuto di quando avvenne ciò che è avvenuto, anzi non so se sto più male quando è forte o meno, in riferimento a quello che raccontano anche altri pure mi sembra sia quel qualcosa che coincide con il terremoto non la sua onda, quindi come dice Andrea se c’è collegamento tra elettroamgnetismo e sisma allora per l’elettromagnetismo abbiamo chi una manifestazione chi l’altra, che poi mi sembrano tanto simili, altra cosa è essere terrorizzati da una cosa che sai di non poter controllare ed allora ogni vibrazione ti fa temere il nemico, si arriva anche a gioire quando vedi la distruzione in qunato in quel momento ti senti vivo e che quel qualcosa è passato, questo è perchè ha tanto scalpore Aquila, è una mianaccia continua da tempo, i nervosi diventano ansiosi, e chi ci soffre fisicamente per sensibilità verso questi campi che scopriremo allora come si comportano, sta male per via di una cosa molto accentuata ultimamente, questo ci chiediamo il perchè, e il protrarsi, fatalità perdi il controllo quando non te lo aspetti ed è così fisico, che qualsiasi cosa tu stia facendo ti rendi conto di stare male, ogni olta è diersa dall’altra, può succedere di avere prima la vista offuscata, come si può offuscare quando ti rendi conto che qualcosa tintinna e poi ti sembra ferma e credi di essere tu ma invece tintinna. Io ho diersi lampadari in casa, dai fissi, ai cristalli alle abatjour con piccoli cristalli, se l’intensità non è data dall’onda almeno di 4 non si muove nulla, ma forse altre cose sì i piccoli cristalli vibrano non sempre si scuotono, al sisma notturno io avevo tutti i suppellettili indenni salvo il fprte dondolamento del almpadario a svariati bracci, ebbene dopo un paio di giorni avevo i suppellettili fuori posto, in cucina nella dispensa tutto in ordine dopo giorni invece le tazzine del caffè sui graccetti erano totalmente avanti comea cadere, quindi, di certo non toccherei un lampione per capire se qualcosa vibra o dondola, ma in un luogo fermo dove nulla cambia in apparenza sentire percosse nette ti fa pensare, hanno velocità e forza diverse, ho provato più senso quando erano piccole essendo a letto ho visto queste onderelle scorrenti venirmi contro, se avessi contato saranno stati attimi ma viverli ti assicuro che sono sequenze fotografiche molto precise.
    Mentre finisco di scrivere sobbalza la sedia e poi il capogiro, posso dire che non era un capogiro, nel senso che ho piena lucidità, infatti continuo a scrivere come lo feci con l’ingv mentre ancora ballavamo a Roma saltarono i tasti ma scrivevo.
    admin c’è nulla da nessuna parte ora??

  10. rosetta:

    Ri-posto qui nello spazio adatto. Admin se vuoi cancella questo stesso messaggio dalla sezione segnala …
    Ciao a tutti.
    Sono 5 o 10 minuti che sto davanti al video a poensare se scrivere o meno quel che sto per scrivere. Mi sento un po’ sciocca e anche intimorita di essere presa per matta.
    Stasera (6 maggio) ero in classe (insegno in un corso di adulti lavoratori), alla V ora di lezione che va dalle 20.00 alle 20.45. In questi 45 minuti ad un certo punto ho avvertito un “ondeggiamento” di qualche secondo della sedia e della cattedra su cui ero seduta e su cui ero poggiata. Mi sono irrigidita un attimo e ho guardato i miei studenti senza dire una parola. Loro non hanno avvertito nulla di nulla. E io ho continuato a fare lezione come se nulla avessi avvertito. Il mio pensiero però è corso subito a questo blog e a tutte le persone che in questi giorni hanno segnalato e continuano a segnalare questi “ondeggiamenti” che non so definire altrimenti ma uso anche io questo termine per dare un’idea il più vicino possibile a questa “sensazione”. Vorrei precisare se fosse utile che quell’ondeggiamnento non ha fatto spostare nè la sedia nè la cattedra. E’ come se avessi altalenato per qualche secondo (in modo non violento) con tutto il pavimento, con tutta la stanza … non so come spiegare.
    E’ la prima volta che mi accade una cosa del genere. Io ho percepito soltanto le scosse de L’Aquila di magnitudo superiore a 4.
    Vivo a Frosinone ma insegno a Ferentino (dove ho avuto questa sensazione), un paese a circa 10 km a nord da qui.
    Sono un po’ perplessa …

  11. Raffaella Roma:

    tò il mio malessere legato alla instabilità che sentivo ai piedi e l’allarme che ho dato a mio figlio ha riguardato abbastanza probabilmente un terremoto sul gran sasso!!! ma i grandi lampadari non si sono mica mossi!!!! tò la sedia fa ancora dondolo e sono le ore 22,01 e vibra di solletico!!!!!!

  12. rosetta:

    Ho visto che anche Enzo di Anagni, paese a 8 km da Ferentino (dove ho avvertito per la prima volta la sensazione di dondolamento) avverte queste sensazioni.
    In più oggi mi ha telefonato mia sorella Elisa (la ragazza che ha scritto il primo post di questa nuova sezione) raccontandomi ciò che ha scritto.
    L’ho indirizzata io su questo blog. Lei era imabarazzata e non voleva scrivere circa queste cose …
    Vedo che qui in Ciociaria questi “fenomeni” si moltiplicano … saremmo mica tutti visionari?
    Io una cosa la posso dire con certezza. Mi chiamano S. Tommaso: se non vedo non credo. E così mia sorella Elisa.
    Certo è però queste sensazioni sono davvero strane e inspiegabili. E quando Elisa stasera mi ha chiamato dicendomi: “hai sentito il terremoto?” e io : “no …”
    sono rimasta allibita quando ascoltavo quel che mi raccontava circa le sua sensazioni: uguali a quelle raccontate da molte altre persone su questo blog.
    Non so che dire …

  13. andrea:

    x Raffaella
    Ho letto il tuo commento nell’ altra sezione.
    Premetto che non sono un esperto, tutto ciò che scrivo è solo un parere basato su quello che ho letto ultimamente e sulle poche cose che già sapevo.
    Riguardo l’ attività lunare di cui parlavi è POSSIBILE che ci sia una correlazione, un po’ come con le maree.
    Riguardo i campi elettromagnetici, diversi studiosi (anche radioamatori) hanno riscontrato una notevole variazione del campo elettromagnetico emesso dalla terra in alcune zone, successivamente colpite da terremoti (di questo se ne è parlato molto sul sito grix, forum chiacchiere).
    Riguardo l’ ipersensibilità credo che in alcuni casi è solo suggestione, ma in molti casi è appunto ipersensibilità; spesso andando a controllare la lista eventi queste sensazioni trovano riscontro. Non so se si tratta di sensibilità alle vibrazioni o addirittura alla variazione elettromagnetica. Del resto sono stati dimostrati gli effetti dei campi elettromagnetici sul sistema nervoso (alcuni medici raccomandano di non dormire vicino a cellulari accesi).
    SE COSI’ FOSSE, molte persone ipersensibili (quasi prese in giro) non sentono i terremoti, ma li prevedono, seppur inconsciamente.

  14. franco:

    io penso che chi avverte continuamente queste oscillazioni ha qualche problema di salute;in secondo luogo provate a fare un piccolo esperimento:guardate da fermi oggetto oppure il lampadario,fissatelo,sono sicuro che sembrerà che si muova.Non si tratta poi di credere o meno se si avvertono malesseri o no perchè ed esempio dal 6 aprile sono state registrate scosse nell’ ordine delle decine di migliaia eduna persona ipersensibile praticamente non avrebbe vissuto più e poi prima del sei aprile?nessuno aveva malesseri?nessuno che a roma ora sente le scosse di magnitudo inferiore a 3 ha sentito niente?secondo me non è nient’altro che suggestione.Inoltre correi dire che la rete di rilevamento dell’ ingv è molto ben fatta,se c’è una scossa viene rilevata senza alcun dubbio,quelle che non sono segnalate è impossible che vengano avvertite perchè sono piccolissime scosse.

  15. Raffaella Roma:

    supponendo di essere persone intelligenti e maggiorenni, ci siamo promessi di poter manifestare liberamente sensazioni personali in quanto riscontrabili e verificabili, improvvisarsi medici e psichiatri in un blog disimpegnato ce ne vuole!!!!

    X Andrea, sei molto squisito ed obiettivo, grazie, e spero che persone che hanno EMOZIONI di ogni genere collegabili a quanto definito all’admin, possano manifestarle liberamente sensa sentirsi il rischio di essere compatiti per malattia. Poveri Santissimi e Martiri!!!!!!!!!!! E pensare a quelle persone con scosse a vivo sono rimaste sotto le macerie perchè altri non ritenevano!!! Purtroppo è così la storia, alzare le spalle e salvare le chiappe.

  16. admin:

    Aggiornamento:

    07/05/2009 23:43:40 Monti dei Frentani
    Mag. 2.9 | Pro. 22
    Zone: Bonefro, Campodipietra, Campolieto, Casacalenda, Castellino Del Biferno, Lupara, Macchia Valfortore, Monacilioni, Montorio Nei Frentani, Morrone Del Sannio,
    Provincia: Campobasso

  17. Enzo:

    Franco, d’accordo, può essere. Ma considera se puoi, che alcuni dei commenti sono stati scritti prima ancora di aver certezze per quello che si percepiva. Non banalmente c’entro anch’io.
    Premetto che ho assolutamente desiderio di dormire la notte e non di percepire vibrazioni, ondeggiamenti o rullare di “timpani” in mezzo la campagna -eh già…una vibrazione così sottile, bassissima di frequenza, ma che gli assomiglia-. Non penso sia creata da alcun animale, nimmanco da’n trattore…e considera ancor più che ne parlo ora (blog di sensazioni, eh), da quando l’ho ascoltata la prima volta.
    Faccio un misero mio esempio, comunque: mi sembra almeno 2 volte scrissi “l’aver vissuto delle scosse ancor prima di saperne” dal blog e con me -anche e durante la notte- un’altra commentatrice. Leggendo ho poi imparato altri siti, che talvolta anticipatamente sbircio prima di scrivere, per non esser esagerato ma corretto verso Noi visitatori, e verso l’Admin.
    Sei realista dicendo che poco si sarebbe vissuto con le sensazioni dopo il 6 aprile data la mole di scosse ma, che ne sai se non è proprio la mole di scosse ha creare un unicum, come una fibrillazione, ma di sensazioini con quella stazione radio che è il Ns cervello ingorgandola e generando un’incomprensione di dati…il malessere?
    Si tratta solo di prendere la fettuccia della filosofia, misurando e dando valore anche a questi dubbi.

  18. andrea:

    Credo che le persone che avvertono continue scosse non sono malate, ma solo ipersensibili. Alcuni lo sono sempre stati; in altri soggetti è possibile che questo
    “sesto senso” sia stato stimolato dall’ evento del 6 aprile: istinto di sopravvivenza; oppure le avvertivano anche prima, inconsciamente.

  19. Riccangelo:

    Concordo pienamente con Franco, e, non per fare polemica, mi permetto di aggiungere che probabilmente qualcuno qui manifesta palesi sintomi di egocentrismo…è l’unica spiegazione che riesco a dare a certe segnalazioni di manifestazioni telluriche poco credibili…

  20. franco antrodoco:

    Cari signori mi dispiace ma la terra si muove costantemente con delle pause. La sensazione di ondeggiamento non è una fissazione ma la realta. Per provare ciò vi invito a mettere la ramina o schiumarola ( tanto per capirci quella che si usa per prendere la frittura) appesa allo scolapiatti e vedrete che che ondeggerà con movimenti lievi ma continui. Provare per credere ma non abbiate paura.

  21. Manuelita:

    Personalmente non avverto alcuna sensazione e quindi leggo stupita le descrizioni di alcuni. Mi dispiace per loro, perché immagino che sia molto sgradevole vivere tutto ciò. Osservando la posizione geografica di alcuni movimenti in questi giorni, ho notato che c’è stato un certo risentimento a latititudini e longitudini più vicine a coloro che abitano nel Lazio meridionale: questo potrebbe spiegare il loro disagio. Di più non so dire, e certo non intendo assolutamente predire ulteriori scosse nelle stesse zone: parlo solo di ciò che è già avvenuto!
    Proprio per questo, per imparare dal passato, sarebbe interessantissimo conoscere a posteriori cosa avvertivano coloro che sono stati coinvolti dal recente sisma. Però essi non sono certo davanti allo schermo di un PC come noi, dato che molti vivono in tenda e soprattuto hanno problemi più gravi dei nostri da risolvere.
    Allora faccio un appello a chi di loro avesse modo di leggere questo blog: appena se la sentono, perché non ci fanno sapere se ci sono stati risentimenti psico-fisici prima della crisi sismica, che a mio avviso non è databile dal 6 aprile, ma da diverso tempo prima? C’è Carlo che ci segue: mi attendo da lui, che vive in una situazione intermedia tra noi e i più disastrati, lumi in proposito. La sua misura espositiva, la competenza tecnica che si percepisce, l’esperienza ahimé diretta lo costituiscono come un osservatore privilegiato e, almeno per me, attendibilissimo.
    Quanto al suolo di Roma, la sua composizione forse ne fa un sensore più acuto di altre zone: basta vedere sul sito INGV a cui ho più volte rimandato quanto spesso essa ha risentito di scosse avvenute lontano. Però mi sembrerebbe che il passato, ancora una volta, ci venga in aiuto: i monumenti che ne fanno un unicum nel pianeta sono lì da migliaia di anni, il che è molto confortante per il futuro… Voglio dire che davvero quel suolo tende a vibrare più facilmente di altri, ma senza subirne grossi danni. Questo è molto confortante. Anche la mia città, più antica di Roma, ha edifici di oltre duemila anni, altri del medioevo, del Rinascimento e così via: ebbene, sono alti, imponenti… ed ancora in piedi! Eppure di scosse ne abbiamo avute molte! Dunque possiamo sperare di non vedere mai eventi catastrofici. Per Roma credo che sia lo stesso; lo stato attuale delle conoscenze scientifiche (piuttosto arretrato rispetto alle nostre speranze…) si basa sulla storia sismica di un territorio per predirne l’evoluzione futura, e Roma non è mai stata coinvolta da terremoti distruttivi. Forse è poco, per chi vi abita; per me non è poco… Tuttavia le rilevazioni che alcuni stanno facendo mi hanno fatto pensare che, in altri luoghi, rumori e vibrazioni anomali si è scoperto poi essere dovuti ad attività illecite e nascoste; non sarà che in zone non troppo lontane si sta facendo qualcosa che non è noto? Non me lo auguro, ma non si sa mai… Oppure davvero ci sono lavori lecitissimi, come la metro, che creano vibrazioni non rilevate dai più, ma percepite da soggetti particolarmente sensibili. Sarebbe interessante chiarire questo aspetto, verificando se i lavori proseguono in orari compatibili con le sensazioni avute; certo non credo che ci siano turni anche di notte…

  22. admin:

    Aggiornamenti:

    08/05/2009 03:02:47 Valle dell Aterno
    Mag. 3.2 | Pro. 8
    Zone: Barisciano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castelvecchio Calvisio, Fagnano Alto, Fontecchio, Fossa, Ocre, Paganica, Poggio Picenze,
    Provincia: L Aquila

    08/05/2009 01:54:30 Valle dell Aterno
    Mag. 2.7 | Pro. 10
    Zone: Barisciano, Caporciano, Carapelle Calvisio, Castelvecchio Calvisio, Fagnano Alto, Fontecchio, Fossa, Ocre, Paganica, Poggio Picenze,
    Provincia: L Aquila

  23. franco:

    francamente io continuo a non credere perchè si tratta dimettere a confronto la scienza(che no ha mai dmostrato che persone possano pecepire prima i terremoti)e un qualcosa che di scientifico non ha nulla e la cosa piu assurda e che il tutto è cominciato dopo ilsei aprile e tutto ciò in una delle zone più sismiche se non del mondo ma d’europa,l’altro problema fondamentale e che se si avvertissero scosse che poi avvengono…ok….ma non avvengono… poi nessuno si è improvvisato medico ma di certo SUPPONENDO come dice raffaella di essere persone intelligenti mi sembra più intelligente credere che tutto ciò abbia un fondamento scientifico quindi medico che non credere a certe cose che si scrivono…

  24. Sonia da Pescara:

    Ciao ragazzi, come ho scritto nell’altro post il 05.05 io queste sensazioni le ho dal 1997. Non penso assolutamente che siano delle premonizioni ma semplicemente riesco ad avvertire le scosse vicino a me. Ieri pomeriggio ho avvertito una forte vertigine, ero collegata sul sito dell’Osservatorio Vesuviano e rilevava un movimento accentuato. Ho guardato subito l’acqua nella bottiglietta e vibrava. Quindi la scossa qui si è avvertiva e coincideva con il mio giramento di testa. Sono una persona molto scettica e penso che ultimamente c’è molta autosuggestione e secondo me anche giustificata! Come faceva notare Franco se si fissa un oggetto (io ho sperimentato con una tenda) dopo poco sembra che si muova, ma non è così… Questo però nulla toglie a chi come me riesce ad avvertire i piccoli movimenti e che magari se ne sono accorti con questo terremoto, io me ne accorsi con quello dell’Umbria. Chi avverte questi movimenti non è assolutamente malato, ho fatto tante di quelle ricerche e sono risultate tutte negative, è solo ipersensibile, che può essere alle scosse, al magnetismo, questo non lo so, ma è così. Io ora abito a Pescara ma spesso torno a Roma ed ho notato che nella Capitale il mio malessere peggiora, quindi penso che questa “forza” a Roma, sia abbastanza percepibile…

  25. Raffaella Roma:

    Ripeto che quì c’è un invito a segnalare i terremoti che si sentono, con amicizia e semplicità delle persone si rendono disponibili e ripeto nessuno ha diritto di giudicare o negare cose personali, si evidenzia che a sua volta hanno riconoscimenti scientifici, si precisa la straordinarietà di questa evoluzione sismica che, non essendo sporadica, ha le sue attenzioni: Sia io che altre persone frequentanti il Blog abbiamo dato delle segnalazioni poi documentate da strumentazioni, personalmente ancora non sono riuscita a colelgarmi con i tanti sismografi in diretta che si dice ci siano, sarei affascinata da queste osservazioni, chiedo indirizzi precisi, il problema è che essendo diventato luogo di accusa mi sono riservata di discutere, ma ormai in causa comunque ancora riferisco, è che in realtà, gli scuotimenti sono continui da ieri ne ho la certezza netta, in quanto interessatami a voler sapere e sentire ho potuto constatare. Non c’è pace ma continuo movimento (con la stanchezza provoca brutto mal di testa) che in alcune volte è intenso (scossa percettibile) mi sono messa a letto dopo le 2,00 ed il materasso come sta facendo sempre da qualche tempo ha dato scosse, stare sereni e sentire questo è fastidioso, mi ha aiutato la personale constatazione che siamo in continuo movimento ed ogni tanto ci sono questi colpetti forse a causa della strutturazione delle aree infatti conivolte e che per qualche motivo, le onde camminano, si sentono anche ad oltre 100 km, per la natura è nulla. Dalle segnalazioni verificate e concordanti con i grafici che non so se sono attendibili o riconosciuti scientificamente o è uso e consuetudine, l’umano è la natura gli strumenti sono una sua congettura, coincidono delle reazioni di edificio o cose con squotimenti o vibrazioni percebilissime a tutti coloro sono interessati a notarli come pure ad alcuni distratti per natura e questo è il tema.
    E’ evidente a tutti, vuoi per essersi affidati tacitamente a madre natura, vuoi per l’impossibilità di dire di più o meglio, vuoi che è presto e bisogna stare a vedere, fatto sta che è quasi un anno di terremoti, di diversa misura ed intensità e quindi estenzione, sembra che il grande è accaduto, in data 6 aprile e coincide con la rottura della placca e quindi, per la straordinarietà se ne è risentito in tutta Italia come se il problema era sotto le proprie scarpe, pagando con vite umane. Se vogliamo prestare attenzione obiettiva, ed è quello che io ho osservato è che sono sismi indipendenti, chiaramente in questo mi contraddico dai più illustri che affermano e prevedevano ulteriori a causa del normale assestamento, è questa l’osservazione e l’apprensione attuale dei comuni mortali, sembra piuttosto che lo sciame continua indipendente e beato quindi da profana che non può ingnorare però quanto accade (anche volendo non ci riesco in quanto vibro spesso), la domanda sorge spontanea, forse perchè più umana che animale, è tutto a posto??? è tutto sotto controllo o stiamo solo a vedere??? Visto che mi occupo di edilizia, affascinata (o terrorizzata dal potenziale natura) è problema attuale e reale la compressione che stiamo subendo dalla zolla africana, è chiaro che come ho riferito in ipotesi dall’inizio, sembra attendibile che questa stessa può essere la causa e che essendo il bacino dell’Aquila il punto centrale e debole ne è stato colpito, personalmente ho diritto di chiedere “Che altro??”. Io non dico questo con strumenti alla mano ma quale possibile in riferimento a cose dette da illustri come prova leggibile agli occhi di tutti, è o sta accadendo quello che si temeva. Di fronte a questo improvviso silenzio da chi ha competenze, personalmente posso solo pensare: non c’è collegamento quindi non si indaga, ci può essere collegamento ma non si capisce o può prevedere niente, è una possibile realtà ma non c’è un incaricato che ne deve parlare, non se ne parla perchè non ci sono ulteriori rischi o pericoli in atto, se ci adeguassimo al buon costruito comunque non avremo nulla da temere. ? . Forse se ne parla nel settore, ma nessuno, come di abitudine in Italia, ritiene di doverne discutere con altri, ultima ipotesi, gli Italiani vanno in agitazione è meglio non parlare di nulla tranne la constatazione dei fatti. Preciso che al di là di essere aperti e sereni, un conto è essere coinvolto da quanto avviene, un conto è cercarle per forza, se non hai gli strumenti non ti muovi. Capita.
    Ringrazio Andrea per i suoi interventi, molto equilibrati ed intelligenti. Danno il piacere di comunicare con il prossimo, molte persone di fronte ad alcune personalità si sono barricate in casa con un cane.
    P.S. nello spazio Pianeta Terra, ho incollato le osservazioni di illustri ricercatori, in sede del INGV, che stanno appunto effettuando studi per aver rievato quanto io ed altri stiamo discutendo, è allarmante. La ricerca non parte se non ci sono prove certe!!! Madre natura ha già stabilito tutto, noi vogliamo giustamente solo capire, forse fa più paura??? io preferisco sapere.

  26. Enzo:

    allora, x quanto mi riguarda i rumori di lavoro della metro noi del quartiere (prenestino-labicano) li conoscevamo e distinguevamo benissimo, parlo al passato perchè stanno rimettendo l’asfalto, proseguendo nella tratta successiva ed i vagoni ancora non passano… Le gocce del lampadario mai hanno manifestato vita proprio se non a partire da qualche giorno dopo, mentre quì al lavoro, EUR, di notte e sereni, è successo di avvertire vibrazioni realizzate poi in dati concreti sul sito e di notare dopo qualche “percezione”, suppellettili appesi fermi, iniziare un lento movimento ondulatorio o rotatorio. E quì, Metro non ce ne sono, nemmeno si può parlare di traffico del raccordo anulare (nun s’è maai mossa pezza!), ancora più strano quindi ritrovarsi, non conoscenti, guardarsi in viso mostrando disagio per aver sentito la parete vibrare (oggi, tarda mattina ). Può sì scattare qualche meccanismo mentale e ti ritrovi a sentir foglie vibrare ma, ripeto, penso siano abbastanza le anime che vogliono concluso tutto questo per non perpetuarne il loro disagio.

  27. Raffaella Roma:

    Sonia ti ringrazio per l’intervento di coscienza, quì alcuni entrano per storpiare cose personali e soggettive, approssimandosi paladini di non si sa che cosa dopo tutte le sette che ci sono pro Ufo, andassero a proteggere i cittadini da tipi meno credibili da chi invece su questa terra ci vive e con gli stessi diritti o volendosi rendere utili socialmente imparassero a dare sostegno psicologico a chi è rimasto scioccato da quello che ha dovuto vivere, anzi tenete ben alla larga queste persone dagli afflitti

    per Manuelita una osservazione senza offesa, gli osservatori CHIEDONO esplicitamente se ci sono reazioni in animali oggetti o altro, solo da questo si può stabilire il magnitudo, mercalli è i danni.

  28. Raffaella Roma:

    Correggetemi se non ho capito bene, quì si segnala quello che si avverte, non ha il fine di annunciare nulla vero??? Chiariamolo perchè se avesse un uso diverso mi dissocierei.
    X il Sig. Franco della fattispecie che forse pensa di decidere di scappare di casa in base a quello che trova scritto quì.

  29. Raffaella Roma:

    ieri c’è stato il terremoto di magnitudo pari a 4 in Austria, i sismografi che hanno rilevato questa intensità sono distribuiti nel centro nord Italia, come hanno fatto a precepire le onde???

    ADMIN: i simografi rilevano sismi anche di media intensità a migliaia di chilometri, la somma delle informazioni ricevute da più simografi, con particolari calcoli, rileva l’epicentro e il magnitudo.

  30. franco:

    il signor franco quando legge alcuni commenti non può far altro che sorridere,riderei se non fosse successo quello che è successo ma non rido perchè la situazione e tragicomica.In secondo luogo,visto che qui si esprimono opinioni personali,ognuno è libero di farsi l’ idea che vuole,per me chi sente continuamente ondeggiare o ha malesseri ha dei problemi.Con questo non voglio far cambiare idea a nessuno purchè non passi per uno stupido chi vuole credere alla scienza piuttosto che ad un qualcosa che di scientifico non ha nulla!per chi volesse sul sito dell’ingv si possono porre dei quesiti magari provate a spiegare ciò che provate a degli studiosi di terremoti e magari riceverete risposte più esaurienti.

  31. franco:

    non voglio poi sbeffeggiare nessuno ma sopratutto per lei raffaella se è veramente sicura che avverte prima i terremoti approfondisca le indagini con persone competenti.

    ADMIN: aggiungo il link relativo ai quesiti INGV che ritengo interessante se qualcuno vuole approfondire.

  32. andrea:

    Forse la scienza (italiana) non ha mai dimostrato che alcune persone possono percepire prima gli eventi, ma non è dimostrato neanche il contrario. Personalmente, da non esperto, posso dire solo che è possibile, anche se non ne sono certo al 100×100 (diciamo al 90×100)
    Del resto il nostro sistema nervoso funziona per impulsi elettrici, questo è poco ma sicuro.
    E qualsiasi circuito elettrico (di elettricità me ne intendo un pochino) è sensibile ai campi elettromagnetici, su questo principio si basa la radio.
    Quindi non vedo cosa ci sia di paranormale se alcune persone avvertono malesseri
    dovuti alla variazione di campi magnetici prima degli eventi.

  33. franco:

    il problema e che c’ è uno sciame sismico in atto,ci sono diversi terremoti al giorno è facile dire ho malessere ci sarà un terremoto!troppo facile!anche io che non ho nessun malessere posso dire che magari nell arco delle pros. 24 h ci saranno tre teremoti!c’ è uno sciame…e poi francamente sentire scosse a roma che non sono rilevate neanche dai sismografi è un pò troppo…come diceva il sig. riccangelo può darsi sia egocentrismo.

  34. Berny:

    Raffaella: per Manuelita una osservazione senza offesa, gli osservatori CHIEDONO esplicitamente se ci sono reazioni in animali oggetti o altro, solo da questo si può stabilire il magnitudo, mercalli è i danni

    Nn mi risulta che la magnitudo venga ottenuta studiando le reazioni di animali o oggetti…mi pare che la magnitudo sia ottenuta secondo calcoli matematici….
    Qui veramente siamo alla frutta ragazzi…..

    ADMIN: si credo che Raffaella deve rivedere alcune cose, in questo caso è una affermazione completamente errata e priva di fondamento, se l’intenzione era di dare un altra interpretazione allora vi prego di scrivere prima il messaggio e poi rileggerlo, poi, quando siete sicuri, pubblicarlo.

  35. rosetta:

    Per Franco: io credo che qui si stia confondendo un po’ ciò che si intende “denunciare” scrivendo delle sensazioni che mi pare in molti stiano provando. Io credo che descrivendo tali eventi nessuno voglia dire di prevedere un sisma tipo preveggenza o roba simile e tantomeno dire che nello stesso momento in cui c’è stata una scossa si è sentita la sensazione di galleggiamento etc … tanto è vero che i sismografi non segnalano nulla di nulla. Io stessa l’altra sera PER LA PRIMA VOLTA dopo il sisma de L’Aquila ho avvertito un nonsochè che vi ho descritto ma non ho detto che trattavasi di scossa sismica. Dall’altra sera NON sento più nulla, neanche il benchè minimo sospetto di dondolamento. Ciò che si prova durante una scossa sismica è ben diverso e diversamente percettibile. Dopo il 6 aprile credo che tutti ci possiamo rendere conto di cosa sia un sisma, lieve che possa essere, se davvero ce ne fosse ancora necessità.
    La mia perplessità sulle sensazioni decscritte da molti qui sopra, e che io ho stessa ho avvertito per un’unica volta, deriva dal fatto della loro inspiegabilità. La mia sensazione è che non si tratti di sismi.
    Mi sono fatta un’opinione personale che potrà anche essere pazzesca e assurda, perchè in fatto di movimenti terrestri io sono ignorantissima e molto profana: secondo me queste sensazioni potrebbero essere provocate dal magma a chilometri e chilometri di profondità sotto di noi, il quale essendo liquido e in continuo movimento, e anche stuzzicato dal sisma del 6 aprile, fa muovere o ondeggiare le “zolle” di terra su cui viviamo provocando questi episodi semi-reali di ondeggiamento alle persone
    Dopo aver illustrato questa personalissima teoria potete anche chiamare il CIM (Centro Igiene Mentale) e farmi venire a prelevare con una camicia di forza … lol

  36. esmeralda:

    il questionario da compilare da parte di chi ha avvertito un terremoto , sul sito dell’ingv, richiede, tra l’altro, se sono stati avvertiti capogiri, difficoltà a mantenere l’equilibrio, se gli animali si agitavano (con la mia cagnetta starei fresca..)
    ciò significa che attribuiscono rilevanza a certi tipi di malesseri.
    il campo delle premonizioni non esiste ;)

  37. Raffaella Roma:

    è chiaro che si invita le persone a scrivere se si sente qualche cosa e poi si dice tutto il contrario facendone oggetti da schernire, non si parla di sciettici, ma di persone in generale che vivono la loro giornata con tanta serenità, non è chiaro che poi ci si debba sentire di doversi giustificare e le affermazioni date riguardo animali o cose è roba letta in quanto richiestami dal questionario, mi si pregava di rispondere con esattezza ed era indicato come ancora ci sono le tabelle per il risentimento, se non erro è implicito che il risentimento sia associato al magnitudo, io non mi sono permessa di accusare nessuno e tantomeno di offendere mettendo pure in discussione cose personali o riconosciute quando fa comodo, si conferma la non ufficialità di questo blog, e posso solo ringraziare della compagnia durante i recenti episodi nuovi e meritevoli della giusta attenzione. Povero Giuliani, cosa mi potevo aspettare io???? Il mondo ragiona in un altro modo però.

  38. franco:

    mi dispiace ma io non riesco a capire(sotto il profilo sintattico e di contenuto)ciò che ha scritto;la prego di leggere l’ invito che le è stato indirettamente rivolto dall’ admin,cioè di leggere prima di inviare.Dal poco che ho capito,comunque,si sbaglia quando scrive che l’ entità del risentimento sia implicita alla magnitudo(quindi direttamente proporzionale a questa) perchè ci sono altri fattori da tenere conto tra cui l’ ipocentro e l’amplificazione locale che dipende dal tipo terreno su cui ci si trova!Un terremoto di magnitudo 5 il cui ipocentro è situato a 200 km di profondità può essere sentito meno di un terremoto magnitudo 3 a 10 km di profondità!Internet è un grandissimo mezzo di conoscenza, lo sfrutti,si chiarirà le idee.Lasci stare Giuliani,i suoi strumenti sono meritevoli di approfondimento ma non ha previsto un bel niente fino ad ora(purtroppo).

  39. ELISA:

    Ciao sono Elisa (Fr).
    Ho notato che ciò che ho scritto ieri ha creato qualche commento, e se devo essere sincera, neanche troppo simpatico.
    Al sig. Franco vorrei dire che non sono malata, ma che anzi fortunatamente sono in perfetta salute e so vedere se un oggetto si muove o meno!Ripeto che le mie “sensazioni” non so neanche spiegarle bene, proprio perchè sono improvvise e per me assolutamente “nuove” (inusuali,inconsuete), ma vi garantisco che le ho avute e sono anche molto fastidiose. Andrea forse ha ragione a parlare di ipersensibilità…non lo so, ma di certo non è paranoia da terremoto.
    X ADMIN: scusami. ma dovevo farlo.

  40. Enzo:

    Rientrato ora a casa (17:40 +-), seduto, la mia sedia preferita ha avuto per un poco voglia di dondolare insieme il pavimento…

  41. Enzo:

    P.S.: Eur, Roma. Oggi, attorno le 13 scrivevo di aver avuto assieme ad altre persone, la percezione in tarda mattinata che una parete vibrasse, ora leggo di un evento a “Le Serre”, ok (stesso orario?).
    Tralasciate le grosse vibrazioni che si sentivano attorno le 14:05-15 (non avevo un’orologio vicino), alle 15:45 o + tardi (io ed un’altro collega eravamo al cambio in spogliatoio) entrambi, ci siamo soffermati guardandosi negli occhi…ascoltando il pavimento. L’impressione che abbiamo avuto è, come si dice quì, di esser stati “sgrullati”. Sollevandosi e abbassandosi per una decina di secondi buoni…

  42. Riccangelo:

    Spero vivamente che nessuna di quelle povere persone che in questo momento alloggiano nelle tende della zona aquilana legga gli interventi scritti da alcuni su questo forum… dico questo perchè da alcuni interventi sembra che Roma e il basso Lazio siano soggette ad uno sciame sismico ininterrotto da un mese, il tutto motivato da quelle scosse (che fortunatamente stanno scemando) che si verificano sempre nello stesso comprensorio con un magnitudo che difficilmente è avvertibile nelle zone suddette…
    Detto questo, ognuno è libero di dire quello che pensa, e questo è il mio modo di vedere tale situazione…

  43. Raffaella Roma:

    fossimo tutti così fiscali a costruire non avremmo tante vittime sulla coscienza.

  44. Carlo:

    >.

    È quanto sosteneva quattro secoli fa l’Amleto di Shakespeare (frase copiata da un interessante libro; non è farina del mio sacco che, invece, è alquanto vuoto, se non pieno di ignoranza la quale, però, mi fa dire che “so di non sapere”).

    Rieccomi qui. Allora, in relazione all’argomento di questa sezione del blog, ed in risposta ai quesiti di Manuelita (che mi ha chiamato in causa .. ;-) ), riporto quanto avevo promesso, raccontando una particolare sensazione che ebbi una settimana prima del sisma del 6 Aprile 2009.

    Era il lunedi 30 Marzo. Era pomeriggio (H15.38) quando, io e mia moglie avvertimmo, a casa, quella scossa del 4° grado Richter che, fino ad allora, lo “sciame sismico” non aveva mai raggiunto. Io, che stavo in pidi, percepii distintamente un forte ma breve movimento ondulatorio; lo percepirono anche le mura e i solai della palazzina dove abitavamo. Anche mia moglie lo percepì. Quella scossa fu decisamente più forte di tutte le altre, delle settimane precedenti. Quel giorno fu la prima di una lunga serie che contò ben nove scosse, come puntualmente segnalavo in questo blog. Decidemmo di uscire di casa e di fare un giro con l’auto. Rientrammo a casa verso le ore 17, credo, o più tardi. Ricordo che ci sedemmo in cucina, quando ebbi una forte sensazione. Una forte sensazione di malessere, caratterizzata da una specie di angoscia che pervade tutto l’essere nel profondo, come se la mia mente e le mie sensazioni fossero pervase da una forza dalla quale mi volevo subito liberare. Ho percepito, in pratica, una sensazione come di un qualcosa (di grave) che sarebbe accaduto. Ho sentito perfino i capelli leggermente rizzarsi sulla testa. Ci sono sensazioni che l’essere percepisce come positive ed altre che percepisce, invece, come negative: questa era una di quelle negative. Tale sensazione mi bloccò per qualche istante, mentre cercavo di capire cosa mi stava accadendo. Anche se detti peso a ciò che mi era accaduto, ho ritenuto opportuno non coinvolgere mia moglie; la situazione che stavamo vivendo da qualche mese, riguardo all’attività sismica, suggeriva di non creare ulteriori allarmismi. Del resto era, sì una forte sensazione interiore, ma era comunque un evento limitato ad uno stato fisico e mentale, estremamente personale e quindi soggettivo. Dopo qualche giorno dalla scossa distruttiva del 6 Aprile, mi tornò in mente quell’evento fortemente “rivelatore”. Poiché sono il soggetto che ha vissuto direttamente quello stato “particolare”, posso dire che una esperienza del genere, per quanto possa ricordare, non mi è mai capitata altre volte e la sua unicità la pone in una posizione che, nell’ambito della mia vita e di quello che è accaduto una settimana dopo (da lunedì 30 Marzo al lunedì 6 Aprile), assume, a mio avviso, un particolare significato. Sono fortemente convinto che ciò che riusciamo a vedere con i nostri occhi, o a sentire con le nostre orecchie, o ad elaborare con la nostra mente, esclusivamente basandoci sui fatti “reali”, non è che un aspetto di questo universo che, invece, offre realtà ben diverse e diversamente percepibili dall’essere umano. Da semplice cristiano posso dire che, in virtù del fatto che siamo fatti “ad immagine e somiglianza di Dio”, la nostra “essenza” è strettamente “spirituale” e come tale in contatto con una realtà ben più vasta di quella che ci si presenta alla vista, anche se, spesso, o quasi sempre, non ce ne rendiamo conto.

    Un caro saluto a tutti.
    Un apprezzamento in particolare all’amministratore del sito che, con tanta passione (si percepisce molto) e pazienza, rende possibile questo scambio di informazioni e, soprattutto, di esperienze. GRAZIE.

    Carlo (S.Bernardino - L’Aquila)

  45. Carlo:

    “Ci sono più cose in cielo e in terra, Orazio, che le scienze vostre non sognino”.

    Questa è la frase che, probabilmente per problemi di formattazione, non è risultata visibile nel post.

    Carlo (S.Bernardino - L’Aquila)

  46. esmeralda:

    bellissime parole, Carlo.
    siamo lì, tutti con voi.
    in effetti una situazione di tensione acuisce i sensi ed in quelle ore chiunque (non solo Giuliani) avrebbe capito che sarebbe stato meglio procurare un allarme piuttosto che piangere i nostri figli o ritrovarcene di terrorizzati al solo sbattere di una finestra.

  47. patrizia:

    salve, voglio solo chiarire una cosa,
    non è che il nostro capoluogo è stato costruito con cartapesta.
    Sfatiamo definitivamente questo mito, sono solo voci di chi deve per forza dare la colpa a qualcuno. La realtà è diversa!
    Questo terremoto è stato devastante, erano centinaia di anni che non si verificava un sisma del genere.
    Sarà, come forse molti credono, sia stato di una magnitudo maggiore della dichiarata, sarà perchè il sottosuolo delle nostre valli è di natura sedimentaria e quindi ha amplificato la portata del sisma, fatto stà che anche noi a Sulmona, a circa 60 kilometri, abbiamo molte costruzioni inagibili.
    Sapevate che la nostra autostrada si è sollevata, tanto da far uscire un rullo che sosteneva un ponte? Sapevate che il Gran Sasso si è sollevato di quasi 10 centimetri ed il monte Velino si è spaccato per kilometri a quota 2200 metri, queste non sono costruzioni fatte male.
    Voglio sottolineare che i laghi non sono costruiti, eppure il lago Sinizzo ha le sponde letteralmente spaccate e si sta prosciugando. La terra non è costruzione umana, eppure si sono aperte grosse voragini. Sono emersi dal terreno dei vulcanetti di fango. La città dell’aquila si è spostata di circa 20 centimetri.
    Sono crollate costruzioni antiche, che erano sopravvissute ad altri forti terremoti.

    Tutto ciò, rappresenta solo il risultato di un evento fuori dal comune,
    che tutti noi ci auguriamo di non dover mai più rivivere.

  48. franco:

    patrizia purtroppo non sono d’accordo, perchè quel 50% e poco più di case che non hanno subito danno non sono di proprietari miracolati sono state semplicemente costruite bene!purtroppo però ci sono anche povere persone che non potevano permettersi una casa nuova antisismica quindi loro in quel senso sono sfortunati…poi vorrei dirle che non è stato un evento fuori dal comune,i fenomeni che si sono verificati sono tragicamente normali, ad esempio i tanti famosi vulcanetti sono fenomeni di liquefazione del terreno,fenomeno ampiamente conosciuto!Anch’ io sono abruzzese poco più distante di te dall’ aquila ma non penso sia un’evento fuori dal comune,la mgnitudo momento di 6.3 e l’amplificazione sismica data dai sedimenti lacustri magari fa sembrare i danni così strani ma non c’è nulla di anormale semplicente un forte terremoto a cui le case costruite male e vecchie non hanno purtroppo potuto resistere.

  49. andrea:

    franco ha scritto
    ” sentire scosse a roma che non sono rilevate neanche dai sismografi è un pò troppo…come diceva il sig. riccangelo può darsi sia egocentrismo.”

    O può darsi che siano piccole scosse (quindi non riportate dai siti ufficiali) con epicentro in zona.
    x Patrizia
    Senz’ altro la scossa è stata forte, ma è un dato di fatto che nella costruzione di alcuni edifici è stata usata la sabbia di mare, i tondini lisci ecc.

  50. patrizia:

    ragazzi avete ragione,
    qualche edifico è stato costruito male (quasi tutti edifici pubblici o appaltati),
    ma la maggior parte delle casa crollate erano case antiche.
    Perchè l’abruzzo ha moltissime costruzioni storiche.
    Non ritengo che, chi viva in case storiche, sia una povera persona che non può permettersi una casa nuova.
    A Sulmona abbiamo dei palazzi del 700 e dell’800 favolosi, che fanno la gloria della nostra città, abbiamo l’acquedotto romano, chiese antichissime, qui non si parla di povertà.
    Purtroppo però, non possiamo paragonare la resistenza ad un sisma di una città antica, con le città ultra moderne del Giappone o della California.
    E comunque nella mia mail sottolineavo solo, che molti danni ci sono stati anche in natura, quindi non si può sermpre trovare un colpevole, in certi casi bisogna ammettere, (come del resto fanno alcuni esperti), che non c’è cemento armato che tenga.
    Io vivo in una casa nuova, autocostruita con estrema attenzione alla sicurezza, ma ho paura lo stesso, non ho la presunzione di essere certa che la mia casa non crollerà mai!

    p.s. sapete qual’è la ditta che ha costruito il famoso ospedale?
    la stessa che ha costruito l’inceneritore di Acerra, la stessa che si doveva occupare delle famose ecoballe, la stessa incaricata di costruire il ponte sullo stretto, la stessa più volte indagata per infiltrazione mafiosa.
    Chi è che sceglie queste ditte e gli da gli appalti?

  51. Raffaella Roma:

    c’è un dato che se ci riesco vorrei riportare, è una lettura statistica sulle scale del magnitudo e numeri riguardo le vittime, riferendo le condizioni di estensione, densità della popolazione e rapporto della povertà delle strutture dove si alza l’indice credo sia riferito anche ai conseguenti tzunami entrati nella costa

    Number of Earthquakes Worldwide for 2000 - 2009
    Located by the US Geological Survey National Earthquake Information Center
    Magnitude 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009

    8.0 to 9.9 1 1 0 1 2 1 2 4 0 0

    7.0 to 7.9 14 15 13 14 14 10 9 14 12 5

    6.0 to 6.9 146 121 127 140 141 140 142 178 167 36

    5.0 to 5.9 1344-1224-1201-1203-1515-1693-1712-2074-1700-535

    4.0 to 4.9 8008-7991-8541-8462-10888-13917-12838-12078-12363-2391

    3.0 to 3.9 4827-6266 -7068-7624-7932-9191-9990-9889-11730-867

    2.0 to 2.9 3765-4164-6419-7727-6316-4636-4027-3597-3861-788

    1.0 to 1.9 1026-944-1137-2506-1344- 26- 18 42 22 5

    0.1 to 0.9 5 1 10 134 103 0 2 2 0 1

    No Magn. 3120-2807-2938-3608-2939-864- 828 1807 -1925 -13

    Total 22256 23534 -7454-31419-31194-30478-29568-29685-* 31780-* 4641

    Estimated
    Deaths 231-21357-1685-33819-228802-82364-6605-712-88011-361

    Number of Earthquakes in the United States for 2000 - 2009
    Located by the US Geological Survey National Earthquake Information Center
    Magnitude 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 2007 2008 2009

    8.0 to 9.9 0 0 0 0 0 0 0 0 0 0
    7.0 to 7.9 0 1 1 2 0 1 0 1 0 0
    6.0 to 6.9 6 5 4 7 2 4 7 9 9 0
    5.0 to 5.9 63 41 63 54 25 47 51 72 82 10
    4.0 to 4.9 281 290 536 541 284 345 346 366 436 95
    3.0 to 3.9 917 842 1535 1303 1362 1475 1213 1137 1484 381
    2.0 to 2.9 660 646 1228 704 1336 1738 1145 1173 1574 587
    1.0 to 1.9 0 2 2 2 1 2 7 11 14 5
    0.1 to 0.9 0 0 0 0 0 0 1 0 0 1
    No Magnitude 415 434 507 333 540 73 13 22 20 10

    Total 2342 2261 3876 2946 3550 3685 * 2783 2791 * 3619 * 1089

    Estimated
    Deaths 0 0 0 2 0 0 0 0 0 0
    * As of 09 May 2009

    incollata è molto disordinato leggere, ma le altissime intensità storicamente colpiscono le aree già note di intensità e frequenza, se l’Italia rimane entro i livelli del 6,5 più o meno max(range non pessimistico ma obiettivo) l’ingegneria delle strutture antisismiche attuali sono abbastanza sufficienti e gli adeguamenti è sempre possibile farli in rispetto del paesaggio, ad impedire catastrofi, il problema di fondo rimane sempre la geomorfologia del territorio, franoso o nuovi pendii, quello è un fattore importante da considerare laddove si interviene sull’edificio, sarebbe agevole ed interessante, oltre la visibilità storica sismica il dettaglio morfologico dell’area,segnalazione o dettaglio che possa essere, tipo delle finestre che si aprono nelle curve di livello, anche l’open source ha dei programmini di questo tipo credo.

  52. franco:

    Caro andrea i sismografi sono distribuiti in tutta italia e registrano anche scosse di magnitudo 1.5 che pure se l’epicentro è sotto i tuoi piedi non puoi sentire!I tondini lisci mi sembra logico visto che fino agli anni 70 si usavano solo quelli e non scrivere sabbia di mare perchè l’aquila è lontana dal mare e non costa poco andare a prendere la sabbia al mare,questa della sabbia di mare è l’ennesima stupidaggine che ha voluto dirci qualche giornalista.

  53. esmeralda:

    no, quella della sabbia di mare è una realtà.
    L’Aquila ha nei paraggi delle cave eccellenti, ma il costo di quei prodotti è di gran lunga superiore a quello della sabbia di mare trasporto compreso.

  54. Marta:

    Interessante questa nuova sezione.

    ps. Sorrido leggendo la curiosità dei più scettici…sorrido, notando l’ onnipresenza…mah… sarà una “sensazione”…

  55. andrea:

    Non è detto che i sismografi riescano a rilevare tutte le scosse. Inoltre, consultando la lista eventi ho notato che la MAGGIOR PARTE delle scosse riportate supera il grado 2. Presumo che di scosse di magnitudo inferiore ce ne siano un’ infinità, quindi è facile che molte vengano tralasciate.
    L’ Aquila dista 100 Km. da Pescara (non sono poi così tanti): certamente andare a prendere la sabbia al mare avrà un costo, ma come diceva Esmeralda il prodotto di qualità costa di più.
    Almeno che la sabbia non vadano a prenderla col secchiello.

    Admin: giusto per dovere di cronaca, le scosse vengono rilevate tutte anche quelle piccolissime addirittura alcune possono essere negative per la soglia magnitudo 0 che è un calcolo matematico spiegato molto bene da Michele Dragoni professore di fisica terrestre dell’università di Bologna. Non vengono pubblicati ma in qualsiasi giorno ci sono in Italia decine di micro sismi.

  56. Manuelita:

    Una notazione per tutti: magnitudo è parola latina femminile; senza spiegare le declinazioni latine, aggiungo che la sua forma più “comune” è però magnitudin-. Di formazione identica sono nostre parole come solitudine, moltitudine ecc., sul genere delle quali non credo ci siano dubbi. Non deve ingannare la terminazione in “o”, così come in italiano non pensiamo che poeta sia femminile solo perché finisce in “a”.
    Non vuole essere una lezione, ma solo una informazione al servizio di chi legge, data nello spirito con cui di frequente ci forniamo link o notizie che crediamo utili agli altri.
    Ringrazio molto Carlo dell’Aquila per i suoi contributi interessanti; lì avevo notati per la loro precisione prima della scossa più forte e continuo a trovarli tali sempre.
    Li condivido in pieno, forse anche perché abbiamo evidentemente ricevuto la stessa formazione.
    Quanto ai boati, voglio sottolineare l’importanza della struttura dell’edificio in cui si rileva la scossa anche in relazione ad essi: la mattina del 26 settembre 1997, quando in Assisi crollò parte della Basilica superiore per un sisma con epicentro tra Umbria e Marche, nella mia scuola a Monte Urano, di antica costruzione in quanto ex-chiesa, la scossa fu forte, ma non ho sentito boati; invece mia figlia a Fermo, più lontana dall’epicento di qualche kilometro, nel suo Liceo sito in un palazzo medioevale-rinascimentale, ha udito con tutti gli altri un ruggito spaventoso provenire dal terreno, amplificato probabilmente dalle cantine di origine romana, con volte a crociera.
    Certo da noi la scossa non era arrivata con magnitudo piccola, tanto che molti edifici antichi hanno avuto danni ed ora sono attraversati da tiranti e consolidati da altri interventi, ma appunto in alcuni luoghi si è registrato un boato spaventoso, mentre in altri non si è sentito se non un rumore “di fondo” cupo, ma non memorabile.
    Quanto poi alla sabbia nel cemento aquilano: ho visto personalmente in TV un addetto alla rimozione delle macerie ed al prelievo di “documenti” per le successive indagini, prendere da esse un qualunque frammento di “calcestruzzo” e mostrare che si sbriciolava nelle sue mani come gesso! Ho avuto modo di maneggiare frammenti simili di edifici locali e posso assicurare che sono durissimi, tanto che graffiano le mani, se si strofinano le parti non levigate. E’ esperienza di tutti, no?
    Allora non so se di sabbia di mare si trattasse lì, ma certo la resistenza di quella sezione non doveva assolutamente essere quella evidenziata dal tecnico…
    Era ovvio che l’edifico non potesse resistere! Mi domando però come mai tanti palazzi antichi, giustamente gloria di quella e di altre città, abbiano superato sismi precedenti rilevati come molto forti, ed ora siano stati devastati. Un esempio per tutti: la basilica di Collemaggio c’era già nel ‘700, al tempo dell’altro grave terremoto nell’Aquilano: perché è crollata ora? Chissà se ci sono risposte possibili…
    Un’ultima cosa: credo che il cervello di Carlo, come quello di tanti altri, abbia elaborato i dati che riceveva da tempo e abbia tratto la conclusione che le scosse sempre più forti e ravvicinate potevano preludere a qualcosa di ben più tremendo.
    Più che di una premonizione, a mio avviso si è trattato di una argomentazione automatica delle facoltà logiche e dell’insieme di conoscenze possedute. Vorrei tanto sapere da qualche studioso se la sequenza aquilana, così come si è configurata per mesi, era comune e non dava suggerimenti di alcun genere. Le mie conoscenze sembrano escluderlo: mi risulta, come ho già scritto, che i grandi sismi non si annunciano di solito con un martellamento come quello registrato dai siti ufficiali e da questo stesso blog.

  57. Raffaella Roma:

    per la pace di tutti, la differenza tra la sabbia di mare e di fiume, prevalentemente consta nella presenza di sali oltre che impurità organiche di diverso tipo (efflorescenze), nel tempo temibili Silicati visibili anche a occhio nudo e motivo di degrado e mancanza di resistenza e adesione delle malte, ciò indica un possibile stato di degrado rispetto le attese temporali di resistenza nella coesione degli elementi più che estetica dove è di fondamentale imortanza l’amalgamazione e rapporto nelle miscele e della distrubizione. Per quello che riguarda le distanze per gli acquisti sono gli stessi fornitori che spesso spacciano un prodotto per un altro, una volta accadeva, o in altri casi è richiesta una selezione in cantiere di selezione e depurazione specie nelle sabbie, non so se oggi esiste ancora questo mezzo di vendita, sciolto, Mussolini a Roma ha costruito tutte le case in questo modo, l’operaio in cantiere selezionava a mano la sabbia prima di aggiungerle alla ricetta di impasto, edifici di seconda categoria hanno gli stessi materiali di quelli meglio istituiti, più o meno. Le garanzie dei requisiti base, l’alto profilo di ricerca applicata dalle industrie per l’ottenimento di prodotti sempre migliori anche di sintesi, fa sì che è possibile avere delle attese intese sul globale come per i dettagli costruttivi, le analisi specifiche manifesteranno le singole composizioni e l’aderenza sia con il progetto che con il capitolato esecutivo a loro volta approvati ed oggetto di contratto, in opera dovrebbero essere fatte ulteriori verifiche della rispondenza prima del getto, controllo qualità. Alcune volte i prodotti sono standard, quindi in parametri ottimali, ma, subendo determinate manipolazioni non controllabili o non controllate subiscono la perdita totale o parziale delle caratteristiche e quindi delle prestazioni attese, additivi per il trasporto, errato rapporto secco acqua, tempi o temperatuta di gettata, etc. di fatto comunque nel migliore delle ipotesi un elemento deve essere collegato all’altro garantendo resistenza ed elasticità ai pesi ed alle sollecitazioni di carico individuale e nell’insieme, orizzontali e verticali di un sisma. Momento è quella forza di impatto che può essere contrastata dall’elasticità e coerenza contemporaneamente nelle direzioni.

  58. Carlo:

    Rispondo a Manuelita.
    Coscientemente, nel periodo che ha preceduto la scossa del 6 Aprile, non temevo che lo sciame sismico, a cui eravamo sottoposti, sarebbe degenerato nella scossa distruttiva su indicata; anzi, ritenevo che tutta l’attività sismica, avvertita fin dai primi giorni del mese di Gennaio, rientrasse in quel quadro detto “sciame sismico”, caratterizzato da scosse di relativa lieve entità. Altresì pensavo che tale fenomeno dava la possibilità di liberare, a “piccole dosi”, l’energia che andava accumulandosi nel sottosuolo ed ero dell’avviso, inoltre, che era meglio subire tante piccole scosse che una forte … Si sà che, però, la natura, a volte, non segue le proiezioni e le aspettative umane. Tutto questo, come ho detto, è stato a livello cosciente; a livello non cosciente non saprei dare una risposta scientifica poiché, come ho detto in un precedente post, la nostra “essenza” appartiene ad un universo più ampio di quello che riusciamo a “vedere”. Posso pensare che, in virtù di questo stato non cosciente, la mia mente ha “avuto” l’informazione che qualcosa di grave sarebbe accaduto, esternandolo con quella profonda sensazione che ho direttamente vissuto. A riprova del fatto che non ero preoccupato per la situazione sismica dell’Aquila, è stata la convinzione che, quando avvertii il sisma del 6 Aprile, qui sulla costa teramana, il mio primo pensiero è andato alla zona al confine tra le Marche e l’Emilia Romagna, sede della scossa che si ebbe la sera del 5 Aprile e che fu del 4.6 grado Richter (zona Forli). Solo quando in televisione apparve la notizia che l’epicentro era stato localizzato in Abruzzo e poi, con maggiore precisione, venne indicata la zona dell’Aquila, mi resi conto che la mia esperienza diretta ed invasiva di questo sisma … era appena iniziata !!!

    Carlo (S.Bernardino - L’Aquila)

  59. carlo (Roma):

    buonasera a tutti,
    abito a Roma, da un mese e più sento quasi ogni giorno il pavimento ondeggiare..un po’ come la sensazione di essere su una barca..poi per verificare:
    -guardo il lampadario: OSCILLA
    -mi collego al sito ingv e spesso viene segnalata una scossa (almeno le più forti).

    Una considerazione: lasciamo perdere i giudizi, queste scosse sono un fatto oggettivo (nel mio caso sono astemio e il lampadario non lo muovo io). Probabilmente il percepirle o meno dipende da una serie di fattori soggettivi.
    Grazie

    Carlo

  60. franco:

    lasciando perdere i giudizi,come dice lei,le voglio ricordare che a l’ Aquila le scosse andavano avanti da dicembre ed erano più o meno dell’ intensità dell’ ultima settimana,il mio scetticismo deriva da questa considerazione.Se sente il pavimento ondeggiare adesso lo doveva sentire anche prima.Cmq se l’occhio vede che il lampadario oscilla non è detto che oscilli può darsi che sia lei ad oscillare ma non perchè ha dei problemi e che nessuno riesce a stare perfettamente immobili in equilibrio.

  61. carlo (Roma):

    caro Franco, siamo in tre o quattro a vedere il lampadario..la scienza non spiega tutto..ci sono anche gli istinti..atrofizzati dalle comodità..magari la percezione è amplificata dopo il 6 aprile. potrebbe essere il nostro primordiale istinto di sopravvivenza allertato dopo la scossa più forte..
    io non ho verità in tasca..osservo e faccio ipotesi

    saluti

  62. admin:

    carlo (Roma)

    da viale Kant (Roma)

    Ragazzi,da un paio d’ore si balla..ogni dieci minuti..

    Maggio 10, 9:58 PM

  63. franco:

    tre o quattro tutti di roma…a trenta km nessuno sente le scosse che non si avvicinano a 4,i lempadari non si muovono,capisci il mio scetticismo,non mi pare un’ argomreto debole il mio,non cambio idea, per me è impossibile che le sentite a roma quelle piccole.

  64. Raffaella Roma:

    caro Carlo, a Roma, in diverse zone già prima, ora tra vicini, abbiamo percepito quello che c’è stato e mi sa che continuerà perchè quì l’assestamento è al verso suo non nostro credo. Non affidiamoci ad eventi ingiustificabili ma che nessuno può e deve allarmare, va bene, quanto sicuramente a cosa sta accadendo e viste le liti temere di non essere informati, hanno fatto perdere la fiducia anche nelle proprie scarpe, non ci riteniamo molto informati. Mentre scrivevi il messaggio l’admin leggeva il mio, quindi lui è testimone che in una zona di Roma tra sconosciuti, non mancherà occasione, gli abbiamo riferito la stessa cosa, matti alla stessa ora??? Se altre persone per ragioni personali diverse esprimono la non condivisione, tal quale non ci fa nulla, sicuramente chiederemo spiegazioni alle autorità competenti vista la molteplicità degli eventi distribuiti e la conferma che Roma è coinvolta solo di riflesso, anche se ho i miei dubbi, ricordo allora, come pure già scritto in uno dei miei prolissi, di aver letto due venerdì fà di un sisma tiburtina prenestina di poco più di tre magnitudo e poi non c’era scritto più all’indomani. Io quella ed in quella ora non la sentì, la lessi però, spiegandomi perchè tanti dondolii, ora sto scrocchiando più che scuotere, che devo fare??? Di certo non urlo in strada, non chiedo conferme, anche quì siamo in molti e aggiungo che mi spiaccio che oltre l’incertezza uno si deve stare zitto, questo è non condivisibile, mi auguro gli abruzzesi stiano sempre meglio ed in buone mani e noi altri di certo non stiamo felici in nessun modo, mo ricomincia pure con le Marche??? Fu brutto quì quel risentimento nel 97, lo conosco bene quella situazione, senza sapere e legare i bambini(2 piccoli) ai cuscini!!! solo crepe, menomale però!!! Quì stiamo tutti ai piani alti e credo che proprio pochi hanno l’edificio antisimico con i testicoli, io sto piena di crepe, dal 97, il pilastro del mio muro è ribassato, acqua e alluvioni a non finire!!! Colli Aniene Auspicio, forse lei sà.

  65. Riccangelo:

    Sottoscrivo ogni singola parola di ciò che dice il signor Franco nei sui ultimi interventi, compreso il fatto che a 40 km circa in linea d’aria dalla zona de L’Aquila non si avvertono le scosse che non superano 4 di magnitudo…

  66. esmeralda:

    ad 80 km si sentono anche le scosse di m. 3. lievi, ma si percepiscono (la scala emette scricchiolii, un improvviso senso di vuoto. il tempo di pensare ’sogno o son desto?’ e tutto finisce, pochi istanti ma sufficienti a far battere il cuore più forte).
    quanto segnalano le persone va preso con le pinze, d’accordo, ma questa è una sezione per le segnalazioni o no?
    sta poi a chi trova la registrazione ‘ufficiale’ di una scossa darne conferma.
    l’andamento di questo sisma è stato così anomalo e sono state talmente sottovalutate le ‘premonizioni’ (scosse di 4°, radon a parte) che non bisogna meravigliarsi se qualcuno sta ‘in attesa’.

  67. carlo (Roma):

    Franco, Riccangelo..sulla base di cosa affermate il limite dei 40km?
    Chi lo dice?
    A me queste affermazioni mi lasciano perplesso. Sono rigide. E poi come si spiega che spesso ‘noi con i problemi’ avvertiamo la scossa alla stessa ora dell’ingv a 100 km di distanza?
    Rispetto il vostro scetticismo ma visto che avete le idee chiare provate a darmi una spiegazione.

    [tra l’altro si balla anche ora..]

    Graziie

  68. franco:

    la spiegazione è che ci abito…è il mio scetticismo è confermato dal tuo si balla ancche ora…perchè alle 02:19 non mi risulta nessun terremoto.Riguardo ad esmeralda l’andamento del sisma non è anomalo e che magari ha toccato un pò tutti da vicino.Cmq le scosse di tre non è difficile anche che a roma vengano rilevate dai sismografi.Cmq come dici tu Carlo non mi risulta che “voi con i problemi” avvertite la scossa alla stessa ora che la rileva l’ingv.

  69. esmeralda:

    Mi sono espressa malissimo, è evidente.
    La ‘credenza popolare’ (se così si può dire) è che una scossa forte esaurisca l’energia , dopo di che le scosse di assestamento saranno tutte più brevi e lievi del ‘mainschock’ (la scossa principale. sto diventando informatissima anche nel linguaggio :) ).
    Questo è ciò che affermavano tutti (anche alcuni componenti della protezione civile cui mi sono rivolta , preoccupata delle scosse preliminari di L’Aquila) e che ci ha indotto a lasciare tranquillamente i nostri figli a studiare tra un ‘balletto’ e l’altro.
    col senno di poi….. mi dico che non mi sarei dovuta fidare.
    Da Colfiorito in poi , e L’Aquila ne è una conferma, abbiamo imparato che l’anomalia è ormai una regola. in particolare, a me sembra che la scossa principale abbia innescato, nell’aquilano, un effetto domino e che nessuno, ma nessuno, possa dire che lo sciame non ci riserverà sorprese. e questo senza voler fare bieco allarmismo ma soltanto per invitare ad organizzarci le vite in modo più consapevole della possibilità che nei prossimi mesi si potrebbero avvertire movimenti del terreno e quindi sarebbe utile non lasciare nelle nostre abitazioni in posti ‘a rischio’ soprammobili costosi (come è capitato a me che ho dovuto raccogliere per giorni le briciole di un vaso cui tenevo tantissimo) o non riparare tramezzi che mostrano che con un ‘ altra sollecitazione potrebbero rovinarci sulla testa.
    rileggendo la lista delle scosse ( quì ) si nota che anche dopo sismi violenti che avrebbero dovuto ‘calmare le acque’, si sono succeduti sismi la cui intensità è stata di poco inferiore alla scossa principale.
    Lo stesso andamento si rilevò per il terremoto umbro-marchigiano, e anche di questo ne sappiamo qualcosa sulla nostra pelle ed anche allota ci si diceva di stare tranquilli e sereni.
    Per farla breve, penso che se qualcuno mi sta pestando un piede non gli crederò che presterà attenzione a non rifarlo, soprattutto se sto ballando con lui :)

  70. esmeralda:

    x Raffaella (nella speranza di placare i suoi dubbi e le sue ansie -legittime-)

    in questa prima pagina è indicato un programma che mostra in diretta il sismografo di L’Aquila.

    vediamo un po’ se riesci a far coincidere i movimenti che avverti con il movimento del pennino e distinguere tra una scossa reale e una tua sensazione (per buona pace di Franco :) )

  71. franco:

    sono d’accordo,anche perchè in friuli molto tempo dopo ci fù un’altra scossa pari più o meno alla prima è accedde anche nel terremoto di Ancona…anche chi si affida al fatto della storicità sbaglia perchè è tutto cosi imprevedibile…

  72. Lucana:

    ciao a tutti,
    premetto che rispetto i sentimenti di tutti….quindi non sono qui a dire ciò che penso, ma mi limito a leggere ciò che scrivete….
    L’unica conclusione che ho dedotto da tutto ciò è che le segnalazioni di ondeggiamento si hanno per la maggiorparte a Roma….quindi vi chiedo….a Roma quindi è in atto (sempre basandomi sulle segnalazioni che ho letto) un terremoto costante e continuo che dura da circa un mese?

  73. carlo (Roma):

    cari:

    viale kant (roma)

    oscilla il pavimento, vertigini, si muove il lampadario..

  74. Raffaella Roma:

    Non si possono strumentalizzare i partecipanti di questo blog, dove si raccolgono le segnalazioni, ognuno se le valuta personalmente ed educatamente.
    Nessuno è una cavia o un burattino, come non è ritenuto interdetto colui che non sa o non può capire, si rispiega che sono cose soggettive, non si può decidere o plasmare un altra persona, la prova, ripeto, sta nei stessi sismografi che a distanza rilevano i chiamiamoli movimenti, ciò che accade alle persone e si riprecisa avendolo dato per scordato è completamente soggettivo, non si trattano in questo modo le confidenze personali, vale per me come di altri a tema.
    Io non sono una stregona e tanto meno permetto a nessuno di tacciare in questo modo altri, se uno paga il Canone Rai può guardarsi quanto ritiene e gli viene somministrato, non si subentra nelle altre persone.
    Io penso sempre di dover migliorare, non credevo di dover stare a dire agli altri come ci si deve comportare.
    Insomma qualcuno potrebbe essere interessato ai battibecchi evoluti in questo blog.

  75. Raffaella Roma:

    si porta in evidenza come i critici di quanto scrivono gli ALTRI, non sanno leggere quanto c’è scritto, traendo pure conclusioni personali, quindi secondo loro valide, su quello che un’altro dichiara. Al signor Franco un esempio, si è segnalato un accadimento, stop, nessuno ha detto sto preveggendo, il protocollo del buon senso in caso di sisma ipotizza la sua dipendenza nessuno lo sta certificando quanto probabilmente lo farebebro pure gli incaricati, infatti e non grazie ai vostri inviti sono coinvolti i migliori esperti per valutare quanto sta accadendo nella nostra città, abbiamo dei diritti anche noi, come non zittiamo nessuno dei suoi problemi. Lo stesso nostro Sindaco si era già mosso come pure il tavolo di discussione che si sta istituendo, a Roma e per i romani, ci auguriamo senz’altro di poterci proteggere da ogni evento e ci adopereremo sempre meglio. spero di aver scritto in modo corretto quanto volevo comunicare.

  76. paola:

    in realtà anche qui nel sud Abruzzo questi ondeggiamenti e tremori continuano, ho notato che non sono per forza legati alle scosse (a volte li anticipano a volte no) e che sono molto meno forti più passa il tempo, i primi 15 giorni dopo il 6 aprile era un tremore continuo

    non sono una geologa ma è stato detto più volte che alcuni sottosuoli amplificano e altri attutiscono, per cui la sicurezza che chi sente i tremori si autosuggestioni io non mi sento di averla, è possibile che ci siano veramente persone maggiormente sensibili di altre o che vivono in luoghi che fanno sentire le scosse anche a 100 km di distanza

    vorrei anche dire che io non segnalo queste sensazioni perchè le scosse vere e proprie si sentono in maniera completamente differente

  77. franco:

    il blog è uno strumento di confronto di idee se per me una idea è stupida o ritengo,sulla base di ciò che viene scritto,che una persona è poco intelligente mi ritengo libero di scriverlo(senza insultare).E se a roma siete sicuri che c’ è uno sciame continuo,benissimo,per me avete dei problemi che non c’entrano con il terremoto;questa è la mia idea,confermata dai simografi,la vostra non è confermata da niente quindi nessuno si offenda,chi si offende è insicuro delle proprie idee.Se scrivete che i miei commenti sono da stupido io accetto perchè sono sicuro di quello che scrivo e non mi tange!non credo che valga anche per te raffaella.

    Admin:
    poco intelligente si legga: diversamente informato
    stupido si legga: non attento alle possibili varianti
    Evitiamo queste parole d’ora in poi, ci può essere divergenza di opinioni ma nel completo rispetto delle persone.

  78. andrea:

    Se a Roma vengono avvertite molte oscillazioni che non trovano riscontro nei siti ufficiali il motivo credo potrebbe essere: trattasi di piccole scosse con epicentro in zona che non vengono pubblicate.

    Detto questo esco un po’ fuori tema.
    Come molti sapranno al governo si sta discutendo una legge secondo la quale, il ministro competente potrebbe provvedere direttamente (senza esposto alla magistratura) all’ oscuramento dei siti i cui contenuti istigano a comportamenti illegali. Ciò non toglie che rimane sempre valido il diritto di esporre la propria opinione, o semplicemente la realtà dei fatti.
    PS: è inutile cercare di filtrare notizie o testimonianze, tanto prima o poi, in un modo o nell’ altro saltano sempre fuori.

    Admin: edito e cancello tutti i post che possono essere ritenuti fuorvianti e offensivi per i lettori, per le istituzioni e nel completo rispetto della legge.

  79. Lucana:

    oh ma qui si va oltre….
    nel senso che…anche secondo me sono sensazioni, enfatizzate forse dalla paura, dal timore…(vivere un terremoto non è un’esperienza facile….è un evento così irruento che sconvolge, crea ansia e paura…lo so benissimo!!!!), anche io stessa anni fa mi ritenevo più sensibile perchè avvertivo tutte le scosse anche le più piccole e leggere che avvenivano….poi dopo ho capito, con il passare degli anni, che le mie sensazioni (prima delle scosse…..e anche dopo….ed erano proprio vertigini, senso di precarietà, ecc.ecc.) erano solo frutto di una mia iper-sensibilità ai media che creano costante paura, alle parole degli altri (giustificate, solo che creavamo una sorta di “centro” di paure, impressioni così intenso che finivamo per influenzarci a vicenda!!!)ecc.ecc.
    Ora, premesso questo io non mi permetterei mai nè di giudicare nè di contraddire ciò che tutti (soprattutto la pluri-attaccata Raffaella) provano….ripeto secondo me è facile creare una situazione di allerta che spinge a trovare riscontri nella nostra ipersensibilità, ma nello stesso tempo io non sono assolutamente nessuno per dare del visionario a qualcuno…..
    io spero vivamente che queste sensazioni che provate scompaiono, e riusciate così ad essere più tranquilli, e comunque ripeto, secondo me questo non è creare allarmismo, nessuno sta dicendo che ha la facoltà di prevedere terremoti, si sta solo parlando (in un apposito topic) di sensazioni a cui si cerca risposta….
    ho vissuto nel panico per così tanto tempo che auguro a tutti voi di trovare una soluzione (e a tal proposito, vorrei sottolineare che consigliare a qualcuno lo psicologo non è proprio educato, visto che non ci si conosce di persona e non si ha la confidenza per farlo!!!).
    Detto questo, un saluto a tutti!!!!!!!!!

  80. esmeralda:

    Lucana, io consigliavo lo psicologo per una persona che ha vissuto direttamente il sisma e, come mia figlia, non riesce a trovare serenità. non mi permetterei mai di offendere nessuno.
    credo che sia arrivato il momento di trovare un punto d’incontro tra le varie posizioni : ogni movimento avvertito dev’essere confermato dalla prova di un grafico sismico.questi sono, attualmente, gli strumenti di cui disponiamo.
    ciò significa che chi segnala ha segnalato e se non c’è riscontro chiunque è libero di elaborarsi tutte le teorie che vuole, dalla presenza degli alieni a quella di un complotto internazionale o a un bicchiere di vino in più, ma questo senza offendere nè l’intelligenza nè la dignità di chi si prende il fastidio di intervenire.

    la moderazione da parte dell’admin è lodevole e le sue parole, che riporto, dovrebbero servire da monito per tutti :
    ‘Admin:
    poco intelligente si legga: diversamente informato
    stupido si legga: non attento alle possibili varianti
    Evitiamo queste parole d’ora in poi, ci può essere divergenza di opinioni ma nel completo rispetto delle persone.’

  81. franco:

    La moderazione dell’admin è lodevole ma quelle mie parole non erano rivolte a nessuno in particolare.Cmq il rispetto delle persone è un valore sullo stesso livello della libertà d’espressione(senza offendere nessuno).

  82. carlo (Roma):

    Io mi fido dei sismografi ma ancora più del mio istinto. Come dice Andrea per quanto riguarda Roma potrebbe trattarsi di piccole (ma continue) scosse non registrate.

    Aggiungo: va bene la scienza, ma con apertura. Penso che ogni individuo abbia una propria sensibilità e che questa vada rispettata. Ci sono persone più collegate con i propri istinti e più in contatto con i messaggi dell’Ambiente, e persone più razionali. Se il sito dell’ingv non da traccia di una scossa non vuol dire che non sia avvenuta.

    Penso anche che forse è necessario recuperare i nostri istinti per salvarguardare il nostro futuro. Faccio un esempio che è fuori contesto ma serve a rendere l’idea: l’aria delle nostre città è avvelenata. I nostri corpi si ammalano (malattie respiratorie, tumori, ecc.), quindi ci mandano segnali. Ma altri segnali ci arrivano dall’Informazione-Scienza: l’aria che respiriamo è buona.
    Chiaro,no?

  83. esmeralda:

    lo penso anch’io, ma era una proposta nata dal desiderio di trovare punti di convergenza

  84. Raffaella Roma:

    è chiaro che esplicite accuse hanno messo sulla difensiva chi ha espresso una propria condizione pure condivisa, tanto da fuorviare chi bonariamente voleva approfondire un caso non chiarito,
    sì più o meno dal grande evento abruzzese, o è stata occasione per rendersente conto, molte persone su Roma sembra pure scoprire, distribuite in luoghi diversi, appurato la non dipendenza da circostanze locali quitidiane, hanno percepito, osservato, condiviso con terzi presenti nel momento di constatazione sia dei movimenti di parti solide quali il pavimento, i lampadari di diverso tipo a seconda delle circostanze, tavoli, la storia delle mie tazzine a distaza di giorni dal terremoto più consistente. Si precisa e ricorda la molteplicità degli eventi e tutti vissuti in modo distinto l’uno dall’altro, ad esempio e forse a conferma che la distanza probabilmente attutisca un pò, se la scossa è stata tale da far vacillare in modo importante l’edificio ha scaturito un malessere successivo dato sia dallo sconvolgimento, sicuramente, che da uno stato soggettivo e perdurante precedentemente all’episodio, effettivamente assimilabile agli effetti possibili di quando si sta navigando in un mare mosso ed un senso di vuoto intorno (bisogno di aggrapparsi) di diversa intensità tanto è che non sempre si manifesta esternamente ma la si vive con quasi trance, momenti, ma sono momenti dove sei lucido mentalmente e cosciente se lo associ al terremoto perchè inizia a muoersi tutto o diverse cose, ancora quì, è soggettiva la reazione:parlare a raffica, pensare al sicuro, rimanere immobile a capire volendo prevenire cosa sta accadendo, non viene facile neanche chiedere a chi ti sta vicino di quei momenti perchè li senti tuoi e credi siano tuoi, chiaro è che se le cose oscillano senza motivi validi la conclusione te la dai e la condividi, mi si consentano alcuni termini che non debbono essere tendenziosi bensì mezzo di spiegazione per chi vuole capire,
    proprio per la soggettività, credo nessuno abbia detto sto male perchè sta per accadere un terremoto e di tale intensità X, ma certamente sta riferendo che quanto accade è condiviso e percepito fisicamente, segnalando delle vibrazioni, sussulti, spostamenti, tintinnii di diverso tipo e fonte, quì nessuno è stato telegrafico proprio in quanto per primi non si ritiene che, sopratutto ce lo teniamo egoisticamente lontano dalla testa, ma si è spontaneamente raccontato quanto si percepiva mettendolo alla lettura di altri proprio per scrupolo che sembra proprio che.
    Poi che si possa pubblicamente constatare che una causa possibile ci sia e una coincidenza anche, il terremoto, è una ipotesi e come tale deve rimanere fintanto non si possa risalire ad una causa documentabile diversa, personalmente devo dire, dell’utilità di questo spazio, in quanto personalmente se una altra persona non avesse detto io ho un malessere-ha determinate caratteristiche-ha un momento perciso di inizio e fine- io non mi sarei rassicurata come situazione concatenata a qualcosa sì anormale ma normale, essendo in corso, bensì sarei probabilmente impazzita a cercare cause psichiatriche, antennistiche e chissà cosa altro, dove però è corretto dirlo e lo ridico, coincide come periodo, una evoluzione del campo elettroamagnetico, che, precisiamo bene, la stessa scienza ancora deve fare le sue osservazioni (non ci sono ancora valutazioni specifiche o almeno io non le trovo) dove per coincidenze non si intendono fatalismi, ma concomitanti, io credo sia dipeso (il malessere fisico) da qualcosa legato all’ambiente, i campi elettromagnetici ad esempio sono i miei primi imputati, non allo scuotimento di per sè, quello preoccupa ed è una emozione diversa. La ricerca è ancora in corso e temo pure sia roba lunga da capire, specialmente ora che l’attenzione è rivolta esclusivamente al suo spostamento totale il quale però, si sà, comporta smagnetizzazione, perdita di orientamento degli animali e quant’altro, misi la copia della relazione sulle ricerche in corso proprio nello spazio pianeta terra credo. Aggiungo per far girare una buona notizia, si è comunicato di ricerche marino costiere in Calabria e Puglia, hanno rinvenuto persino una barriera corallina di tipo bianco e frane sconosciute, ricerca di faglie, l’ho allegato in pianeta terra per gli interessati.

  85. rosetta:

    Raffaella, non volermene.
    Lungi da me il volerti insegnare come scrivere (non mi permetterei mai) … però non si possono scrivere 27 righe utilizzando un solo punto … così facendo non si capisce bene quelo che vuoi intendere … almeno io devo rileggere almeno tre volte i tuoi (consentimi) lunghissimi periodi.
    Perdonami l’appunto.

  86. carlo (Roma):

    amici,
    viale Kant (Roma)

    si balla anche stasera..pavimento, lampadario, vertigini..ore 21.05
    qualcuno ha sentito/visto la stessa cosa?

    se sì, fatemi sapere..domani scrivo al sindaco, protez.civile, ingv, chiedendo spiegazioni..
    grazie

  87. Raffaella Roma:

    e chi mi sente parlare!!!! scappa.
    comunque se non ci mozzichiamo, io voglio raccontare questo, perchè fino a ieri pomeriggio tutta pace ristorativa, ebbene oggi verso le 16,00 colpetto di emicrania (mai sofferto) ed ho dovuto sgranare gli occhi per continuare quello che stavo facendo, poi alle 19,00 sono seduta verso Nord, faccio destra sinistra come ora ricomincio e sento per caso un rumore franoso metallico alla mia destra o borbotto, avendo il restante edificio abitato ho quindi pensato “è qualcuno che sposta magari un cesto strusciandolo nel balcone o roba simile”, quindi è stato un tutt’uno scrivere, alle 19,00 dondolo a destra e sinistra ed essendo già poco decisa l’ho cancellato.
    Anche se non vi meritate i miei racconti bloggosi, leggendo che c’è stato un secondo al Gran Sasso vi dico che occhio e croce a quell’ora massimo per 5 o 8 secondi ho fatto destra sinistra, da seduta e testa verso Nord, come detto però se supera i 3 al Gran Sasso quì arriva un fattore ferroso a differenza del bacino acquilano che sembra più ovattato, in questo momento è un destra sinistra avanti ed indietro, ridiamoci perchè veramente è assurdo, io quì ci vivo dal 1985, mai successo, e se dondola per altri motivi sono nuovi.
    In questa mia zona c’è via vai continuo e io per prima dico che si sente il rimbombo pure quando chiudono gli sportelli alle auto, l’edificio è in pannelli prefabbricato con posa in opera su telaio, sono sentori ed intensità diversi nel caso comune non perdi padronanza delle operazioni che stai svolgendo ad esempio.
    21,00 dondolare dei cristallini dell’abatjour appositamente guardato
    21,28 sembra che l’edificio si inclina ed io appresso

  88. franco:

    # rosetta scrive:
    11 Maggio 2009 alle 20:37

    Raffaella, non volermene.
    Lungi da me il volerti insegnare come scrivere (non mi permetterei mai) … però non si possono scrivere 27 righe utilizzando un solo punto … così facendo non si capisce bene quelo che vuoi intendere … almeno io devo rileggere almeno tre volte i tuoi (consentimi) lunghissimi periodi.
    Perdonami l’appunto.
    infatti io non sono riuscito a leggere

  89. Raffaella Roma:

    io abito di fianco alla roma-aquila A24, che le vibrazioni scorrano lungo la rotta?

    p.s. il sisma non si ferma di fronte a nulla, chiariamolo, è lui a decidere dove arrivare. L’impatto rimane lo stesso in proporzione alla velocità, se ho capito bene,
    p.s. 2 in studio dei terremoti ho postato un argomento interessante base di tutti i contrasti attuali sulle previsioni ed attendibilità. Si riferisce anche che le faglie si possono attivare anche a causa dell’acqua, ricordate la rottura del canale??? era prima o dopo ad esempio??? forse prima c’era una perdita ed ha provocato il patatrac. dove è localizzato rispetto gli strumenti del Dr Giuliani?? i rilevatori di Radon esistono e sono legalmente riconosciuti, d’obbligo negli ambienti di lavoro, nulla di nuovo.

  90. Raffaella Roma:

    ho letto solo ora di voi perchè io scrivevo per me, sono con tutti voi, Carlo firmo anche io!!!!!!!!!!

  91. carlo (Roma):

    al di là di tutto..io e raffaella non ci conosciamo, abitiamo (pare) a non più di un chilometro in linea d’aria..ebbene abbiamo sentito e provato ‘la stessa cosa’ alla stessa ora..
    bene, è una prova empirica..
    il discorso si inizia a fare interessante…

  92. carlo (Roma):

    e a questo punto qualcuno potrebbe anche scusarsi..
    ma ognuno agisca secondo coscienza, io distinguo tra libertà di espressione e arroganza..la prima prevede il rispetto, la seconda gonfia l’ego e non cerca uno scambio.
    Punto.

    E ora si agisce..cittadinanza attiva..
    invito tutti (roma, roma est..) ad annotarsi l’ora e la caratteristica di ‘questa cosa’…per un paio di giorni..
    (tra parentesi, grazie all’amin, questo blog è utilissimo!)

  93. franco:

    scusi ma chi dovrebbe scusarsi di che?domani avverta l’ingv,il comune di roma,la protezione civile,se riesce a procurarsi una spiegazione sarò il primo a scusarmi non è assolutamente un problema!cmq quelli di giuliani non sono semplici radometri sono un qualcosa di molto pù complicato…un semplice radometro è buono solo per gli ambienti chiusi…

  94. paola:

    roma 4 piano vicino al tevere, ho sentito molte delle scosse inferiori a 3 dopo il 6 aprile , prima no, tutte ondulatorie fuorche’ 2 sussultorie il 9 maggio primo pomeriggio,

  95. rosetta:

    Raffaella e Carlo,
    ecco cosa potrebbe essere … ma non è che abitando voi nei pressi dell’A24 è proprio l’autostrada Roma-L’Aquila che trasporta le scosse?

  96. franco:

    potrebbe essere la vicinanza con l’ autostrada ma non perchè trsaporta le scosse…per via del traffico…infatti spesso i terremoti sono confusi con il passaggio di un camion…mica siete per caso vicini ai lavori per linea c della metro?

  97. carlo (Roma):

    niente metro, niente camion, io sono circondato da alberi..
    rosetta..e se fosse davvero il magma, in effetti non sono vere e proprie scosse ma più che altro ondeggiamenti…
    anche perchè prima del 6 aprile non si sentivano..

    ipotesi: forse si è rotto un equilibrio ‘lì sotto’…qualcuno sa come si misurano questi ondeggiamenti???

    la cosa è davvero strana!!

  98. rosetta:

    x Carlo:
    il magma? Ma la mia era un’ipotesi stramba … mamma mia se mi sentisse qualche geologo o qualche sismologo mi darebbe fuoco peggio di giovanna D’Arco … lol

  99. Riccangelo:

    Credo che la domanda di Rosetta sia fondata… è l’unica spiegazione “plausibile”… infatti gente come il sottoscritto, che abita in una zona dell’Abruzzo che da L’Aquila (in linea d’aria) dista circa la metà di quanto distano Roma e L’Aquila, non avverte praticamente nulla… però, a pensarci bene, l’autostrada A24 da queste parti non passa…

  100. franco:

    mah…cmq seriamente domani avverti le autorità…

  101. carlo (Roma):

    ore 23.50 si balla

  102. Carlo:

    Scusate se intervengo ma, osservando i tabulati dell’INGV sull’attività sismica, relativi ai mesi di Gennaio, Febbraio, Marzo, Aprile e Maggio (anche se quest’ultimo è parziale), ho potuto notare (scoperta dell’acqua calda :-) ) che, mentre nei mesi di Gennaio, Febbraio e Marzo, le stampe relative ai tabulati dell’attività sismica in questi mesi, occupavano, per ogni mese, una pagina circa (nel formato A4), nel mese di Aprile la stampa dell’attività sismica ha occupato quasi cinque pagine (sempre nel formato A4); questo la dice lunga sulla forte attività sismica che ha caratterizzato il mese di Aprile, con punte di 25 scosse al giorno (il 14 Aprile) e 20 scosse al giorno (proprio il 6 Aprile) e sempre localizzate nella provincia aquilana. Nel mese di Maggio, invece, 33 scosse nella provincia dell’Aquila in 11 giorni, e tutte comprese fra il 2° ed il 3° grado Richter. L’analisi statistica andrebbe fatta, ovviamente, in modo più approfondito, considerando le varie magnitudo, le varie frequenze con cui ogni magnitudo si presenta, e così via; tuttavia, una considerazione, alquanto superficiale (ma supportata da una grande speranza), è quella che mi fa dire che forse … lo sciame sismico si stia veramente attenuando. Sarebbe comunque prudente non giungere a conclusioni affrettate, visto che i movimenti, legati al nostro pianeta, sono piuttosto lenti; la natura, poi, insegna, che può essere alquanto imprevedibile (maggiormente se è sollecitata, inoltre, dalla forte irresponsabilità umana); quindi prendiamo le considerazioni che ne possono seguire, con le dovute cautele.
    Buonanotte a tutti.

    Carlo (S.Bernardino - L’Aquila)

  103. Raffaella Roma:

    1,31 scossetta ed ondulamento

  104. esmeralda:

    guasto del pennino al sismometro ovo?
    date un’occhiata al grafico dalle 9.07 in poi.
    www.ov.ingv.it

  105. carlo (Roma):

    10.20 ondulamento, si muove il lampadario
    10.25 ancora un ondulamento

    secondo me non pubblicano tutte le scosse

  106. rosetta:

    esmeralda scrive:
    12 Maggio 2009 alle 10:14
    “guasto del pennino al sismometro ovo?
    date un’occhiata al grafico dalle 9.07 in poi.”

    Esmeralda, e che sono tutti quei segnacci impazziti?????

  107. esmeralda:

    eh, lo vorrei sapere.
    a me sembra (voglio che mi sembri) un guasto del pennino

  108. Raffaella Roma:

    Ci dovrebbe essere una cosa tipo la catena del Cittadino, dove ogniuno potrebbe rappresentare tutti potendo partecipare a cose pubbliche, potendo fare domande, prendere informazioni a caldo e poterle mettere a concoscenza degli associati, diritto di sapere sempre cosa sta accadendo, non è proprio malafede ma partecipazione e possibilità di essere propositivi verso miglioramenti. Alcune volte ci sono dei problemi inascoltati e tramite il sostegno dei terzi si ottengono degli sviluppi.
    Per le mense scolastiche credo esista ancora nelle scuole, in quel caso si tratta proprio di ispezione, il genitore è rappresentante ed incaricato poi relaziona ai genitori quanto avviene, è molto formale. Da una parte potrebbe sembrare rassicurante.

  109. Raffaella Roma:

    andando a guardare i terremoti in generale sono tantissimi credo, questo greci, turchi, osservando i punti sdi sisma dal pianteta, è proprio disegnata una fascia di terremoti attivi che vanno da una intensità minima ad anche 4.
    p.s. uno sciame non è comunque una cosa poi così bella. Io aspetterei dando ancora un pò di tempo alla faccenda ma se dovesse protrarsi facendo capire che non ha nulla a che vedere con l’assestamento ed è proprio uno sciame pienamente attivo, chiederei un intervento di sicurezza dai rischi. Considerando pure l’allontanamento dei campi in zone indubbie, tanto campo per campo forse non cambia molto. Non c’è molta letteratura sull’argomento dello sciame sismico, quindi vista l’imprevedibilità oggettiva e generale io ragionerei in termini di sicurezza a livelli maggiori, comunque se si guarda dall’alto lo sciame sismico è basso meridionale, non mi sorprende quindi che ora in Sardegna qualcuno dice di perpepire qualcosa di non ancora identificato. Più notizie sugli sciami sismici e dinamiche in atto dal punto di vista globale penso che sia doveroso. Non bisogna vivere in apprensione e la ricetta credo sia nella corretta e veritiera informazione.
    Non vedo pubblicato il mio post di ieri sera ma è stato uno scuotimento continuo e immaginando un magma non avrei escluso neanche questo dalla sensazione, un terremoto è diverso ha un suo attacco preciso e durata, questo che stiamo vivendo veramente inquieta. So di non poterlo dire ma per specificare quanto si sia risentito ieri sera a Roma fino a notte, non c’è stata poi tanta calma piatta, se ne registrano anche uno ogni minuto o due, qualche spiegazione o partecipazione sarebbe doveroso però.

  110. Raffaella Roma:

    Qualcuno risponde, ritengo doveroso nei confronti di chi vive questo blog sapere cosa ha risposto l’INGV alle mie domande, non dissimili da quanto riportato quì
    e appunto risponde:

    Gentile signora i nostri strumenti non hanno registrato terremoti
    nell’area di Roma negli ultimi tempi. Quello che lei ha avvertito sono
    gli effetti deboli dovuti dalle scosse dei principali eventi che hanno
    colpito l’Abruzzo.
    Cordiali saluti
    Sonia Topazio


    Dott.ssa Sonia Topazio
    capo ufficio stampa
    Ufficio di Presidenza

    “”quindi è importante l’informazione, nel panico poi si rischia di far scattare davvero allarmi inutili, allora a noi romani rimane di trarre occasione di verificare l’efficienza delle nostre strutture in quanto i sismi sono molto frequenti e li risentiamo”".

  111. mauro:

    quindi ingv risponde di non aver segnalato nessuna scossa sismica?
    allora cosa potrebbe essere ?
    non credo che nascondano nulla

  112. mauro:

    comunque e molto importante che qualcuno (raffaella) si sia messa in contatto con ingv, nel dubbio e meglio controllare

  113. franco:

    Ho letto bene…scosse dei PRINCIPALI eventi non scosse di 2-3 di magnitudo.Quindi posso desumere che quelle sensazioni che avvertite più volte quotidianamente,secondo l’ingv,non hanno nulla a che fare con dei terremoti. E l’opinione dell’ ingv penso che qulcosa conti.

  114. esmeralda:

    Roma , come del resto Napoli, è tutta una cavità sotterranea. tra catacombe inesplorate, cave e caverne è pertanto probabile che ogni movimento tellurico, propagandosi attraverso zone ‘vuote’ produca questi effetti?
    Raffaella, con tutto il rispetto, ma credo che ci possano essere diverse spiegazioni a quello che avvertite, che poi è amplifcato dall’ansia delle scosse aquilane (che ci sono…)

  115. mauro:

    io credo che sia esattemente come scrive il signor franco siano state avvertite solo le principali
    tutte le altre segnalazioni sinceramente non saprei decifrarle,comunque l’opinione di ingv e quella che conta

  116. franco:

    no sono molto disponibili si possono contattare facilmente non dubitare

  117. esmeralda:

    ma come si fa a distinguere tra una scossa collegata all’evento principale ed un che sta per fatti suoi?
    ma davvero è possibile che tutte le faglie che si sono aperte non sono pensabili se non come eventi riconducibili ad un solo schock?
    non per polemica ma proprio come richiesta. vorrei capire..

  118. qaqqa:

    Forse un caso????

    a Roma si segnala una scossa del 2.1

  119. admin:

    Aggiornamento

    12/05/2009 14:44:55 Roma
    Mag. 2.1 | Pro. 11
    Zone: Città Del Vaticano, Isola Farnese, Labaro, Roma,
    Provincia: Roma

  120. Raffaella Roma:

    le scosse di sotto al magnitudo 3 sono occasionalmente percepite dalle persone ma dai sismografi, come mai tanti l’hanno avertita??? io ora dondolo con molta intensità, ore 15,43 sembrano una raffica tendende al più forte, io non mi muovo per protesta e mio figlio è sul vasino. Per reggermi da seduta sto contraendo la pancia. 10secondi almeno. buon esercizio.

    Admin: trovandosi molto vicini all’epicentro si possono percepire scosse anche inferiori a 2

  121. Raffaella Roma:

    il Signor Franco ha voluto nuovamente spiegare agli altri quello che l’ingv ha detto a me, non ha negato il risentimento in Roma ma ha detto che( fino ad un’ora fa ormai) non risultano epicentri a Roma. Scientificamente chiaro.
    Ora dico, va bene la casualità di un terremoto ma oggi ha avuto epicentro quì, non credo che è arrivato per caso come sì.
    C’è un tumulto continuativo e diffuso per cause naturali e normali sapendo come è fatto il pianeta, le persone giustissimamente rendendosene conto ne possono liberamente parlare e come se avessero scoperto l’acqua calda (io), giustificate che vivere sotto tumulti continui è stressante e fa piacere almeno parlarne se si è tra ascoltatori, se mi devo rivolgere ad un Geologo, o Preposto sarebbe altra cosa, come infatti ho chiesto pareri a persone di scienza di diverse fonte, nessuno si permette di dare sentenze e negazioni, ma personalmente mi sono rassicurata la certezza dell’importanza in caso di sviluppi a rischio di comunicarlo alla popolazione, propio per non incorrere nella fatidica domanda:” ma ci dicono tutto???” è chiaro che non c’è nulla di normale nella sua normalità ma la competenza vuole l’attesa per rispondere a questo episodio.(dovrà finire, no?)
    Non serve fomentare fuochi offensivi o fare diagnosi invece di comunicare qualcosa, andrebbero sostenute scientificamente le sentenze. Poi se invece è raziocinare e placa la preoccupazione giustificabilissima va benissimo, io non mi agito proprio e assolutamente, come non è il fine di questo blog.
    Mi aggiungo a chi ha già sottolineato della preziosità di questo spazio, anche per nuovi sviluppi. Chi le vive le cose solo le può capire, manifestarle non è un male e nessuno ne fa un cattivo uso, bensì dignitoso.
    Credo che questa di oggi a Roma ce l’hanno mandata bonariamente il personale ingv per accontentarci.
    Se qualcuno è interessato alla mia opinione a riguardo, non ho avuto paura, ho una buona palestra che dura settimane, quelle di riflesso sono neniose e irritanti.
    Se qualcuno non avesse sottolineato l’agitazione di particolari animali in coincidenza con un terremoto, non sarebbe diventato testo. Dissi ieri che erano spariti gi uccellini di mia zona vero??? mo invece è un concerto di cani ed uccelli, quì è normale, solo dopo potremo decifrare se è riguardato altro.

  122. admin:

    Salvo riscontri diversi questo è il tema appropriato:

    carlo (Roma)

    scossa oscillatoria 16.07
    roma viale kant

  123. mauro:

    chiedo scusa a tutti colori che avvertivanop scosse a roma e me compreso li deridevano
    a questo punto mi domando cosa stia succedendo

    Admin: si tratta di una piccola scossa, per il momento isolata, ora vedo se riesco a fare uno storico

  124. mauro:

    x admin
    nella stessa zona 2 scosse a gennaio

  125. admin:

    Tra quelle registrate in questo anno compresa quella di oggi:

    Roma 12/05/2009 14:44:55 Mag.2.1 Prof.11 Roma
    Roma 30/01/2009 23:33:33 Mag.2 Prof.7 Roma
    Roma 30/01/2009 23:17:41 Mag.2.1 Prof.8 Roma

  126. mauro:

    notizia riportata sullo storico di ingv

  127. paola:

    secondo Emsc, all’incirca all’ora segnalata dal signor Carlo ci sarebbe stata una 2.6 vicino Montefiascone, ma non è confermata da Ingv, per cui potrebbe essere una scossa molto più modesta, inoltre in Emsc la località non è mai precisa

    Admin: la zona è i Monti Volsini a Nord-Est del lago di Bolsena

  128. carlo (Roma):

    ondulazione 16.48
    si muove il lampadario
    ’solita’ difficoltà di stare in piedi..come dice raffaella, contrazione di stomaco per 10sec..

    io sono un po’ stufo, sto preparando una lettera, oggi ho parlato con ingv faranno dei riscontri, ieri sera ho telefonato ai vigili del fuoco sono caduti dalle nuvole..questa situazione non mi piace..non vorrei fare Cassandra, ma..

    16,53 oscillazione, idem come sopra

    Admin: credo che fare degli accertamenti sia indispensabile anche perchè non è possibile continuare con le sole supposizioni.

  129. Raffaella Roma:

    Vista la precisione del nostro admin, ora permettetemi una cosa tendenziosa che chiaramente inizia e finisce come una battuta, a gennaio ci fu peso sullo sciame nell’aquilano e da tutti veniva considerato tale, quasi ad attribuirli un leggero scarico di tenzioni notoriamente accumulate, ed auspicabile. Non sapevo fossero state registrate le due scosse a Roma, mi auguro che il fastidio che sta sopportando questo lembo di terra stia trovando la sua pace e la nostra, mi fa tornare in mente le due sere continuative dove sentì rumore tonfoso di terreno tra l’area nord est di roma prima dell’aquilano, solo due sere successive una signora quì scrive averne sentito uno vicino a lei e confermato quale sisma e locale, Velino. Stop, è solo una nota promemoria che non ha il suo corso, solo la conferma delle aree direttamente o indirettamente interessate le quali cause non è detto dipendano dalla parte ad est aquilana ma della sua stessa direzione intrapresa, a Rieti ne hanno risentito abbastanza e frequentemente come stanno stimando i danni a cose antiche anche quì a Tagliacozzo per l’evento consistente.
    x admin, il riferimento alla scala di percezione è nelle tabelle che trattano i terremoti ed i suoi effetti, io sono la prima a dichiarare di aver sentito i riflessi, no?

  130. Raffaella Roma:

    Per comune conoscenza altro Esperto, molto rassicurante ed obiettivo, sul problema di che tutto sentiamo a Roma:

    Salve.
    Roma risente esclusivamente di eventi sismici esterni, cioè provenienti da altre località.
    Non è di per sè zona sismica eccetto che per i vicini Colli Albani.
    Oggi si è verificato un piccolo evento di M 2.1 proprio nella zona di Ciampino che, geologicamente e sismicamente appartiene appunto a quella dei Colli A.
    Vi sono un paio di stazioni di rilevamento cittadine le quali non hanno mai registrato sismi propri della cinta urbana.
    Ciò che alcuni abitanti percepiscono è dovuto a fattori antropici, e su tutto, i lavori di scavo dei nuovi segmenti delle linee di metropolitana o problemi similari.
    Mi creda, sono decenni e decenni che nessuno registra mai terremoti “romani”.
    Se lei ha subito danni di carattere strutturale è sicueramente dovuto a problemi geologici (abbassamento delle falde, di terreni incoerenti, movimenti franosi ecc), non attribuibili allo stato a natura sismica.
    Altrettanto vero è che Roma in passato subì anche considerevoli danni sismici per terremoti abruzzesi (1703 e 1915), ma fortunatamente non per l’evento del 6 aprile scorso
    Cordiali saluti

    p.s. maggiormente niente panico e controlli individuali scadenzati. ora sono felice, sto meglio!

  131. mauro:

    chi e costui che scrive questo?
    perche’ a questo punto io un po’ mi preoccupo

  132. mauro:

    comunque sul sito del corrieredellasera una dottoressa di ingv dice il contrario cioe che l’epicentro e nel centro della citta’
    e questo per loro e una novita’
    parla anche di segnalazione nei giorni precedenti di scosse a roma

  133. Sonia da Pescara:

    Scusate ma non ho capito. Quante scosse ci sono state a Roma??? Parlano di una a Castel S. Angelo e una Ciampino-Frascati. Che succede???

  134. Raffaella Roma:

    Il messaggio che ho postato è di un autorevole di Autorevole Istituto
    nel mittente la voce Esperto, non dico la fonte ed il nome della persona, firmataria preciso, perchè temo delle persone che si riscaldano facilmente tirando concusioni a campione mai dette, nel dubbio sull’epicentro, insolitamente cercando notizie da Fonti Pubbliche nell’Ansa, la comunicazione è la seguente

    2009-05-12 19:27
    Scossa a Roma, epicentro sotto Castel S.Angelo
    ROMA - Una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 è stata registrata dagli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 14.44 in provincia di Roma. I comuni più vicini all’epicentro, rende noto il Dipartimento della Protezione Civile, sono Roma, Ciampino, Tor Lupara e Frascati. Dalle prime verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del Dipartimento non risultano al momento danni a persone o cose.
    L’epicentro della scossa è stato localizzato sotto Castel Sant’Angelo, a meno di trecento metri dalla basilica di San Pietro. Dai rilevamenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia emerge infatti che l’epicentro è stato registrato ad una profondità di 10,6 chilometri nel giardino che circonda Castel Sant’Angelo, tra lungotevere Vaticano, piazza Pia e l’inizio di via della Conciliazione.

    Admin: cerchiamo di essere coerenti e evitare teorie strampalate, per quanto riguarda le notizie scritte se non si cita la fonte io elimino perchè citare la fonte è un sacrosanto diritto e dovere.

  135. franco:

    Che dire…mi spiasce che questa volta ci sia stato sul serio il terremoto a roma ma come è stato tante volte ripetuto in italia avvengono pressochè ovunque dei piccoli terremoti ogni tanto quindi non c’ è da preoccuparsi…però raffaella adessopenso sei sicura che a roma nei giorni scorsi non c’era nulla!cmq in un post di ieri ho scritto che magari poteva dipendere dai lavori della metro,l’ho sparata lì ma era un ipotesi valida vista la risposta dell’esperto.Cmq dubito che nel 1703 roma abbia subito dei danni dal terremoto…

  136. Raffaella Roma:

    un conto è conversare, interazione, un altro è dubitare per ogni cosa che esiste, a me non piacciono le questioni, scrivere non è semplice di per sè, da questo figuriamoci a far trapelare la cordialità, simpatia, o cosa possibile, quando si critica per l’abitudine di farlo diventa un pò pesante, ora è riuscito anche a dubitare di dati storici e documemtati altrimenti non sarebberpo arrivati a noi. Non so forse lei bonariamente vuole dire qualcosa e non sa quale è la parola corretta. La capisco anche per me è un impegno cercare di scrivere quello che vorrei dire, non facilissimo, mi vengono i dubbi pure sulle parole più semplici e la comosizione della frase. Per quello che riguarda la sua apprensione, sono evidenti fesserie meritevoli di chiacchiere queste di Roma, magari non fosse successo quello che invece è avvenuto, ora leggo anche che un ragazzo si è preso la TBC, piove sempre sul bagnato.Il risentimento è assodato a Roma, mi occupo di sismica (edile) e le vibrazioni sono logaritmiche (stessa intensità + accelerazione per lo spazio) molto dipende dal tipo di terreno e gli ostacoli che incontra per la sua estensione, c’è poco da discutere. La straordinarietà, legata al perdurare, ancora stiamo nella normalità, ci lascia un pò tesi. E’ normale che se c’è stata una scossa sentita, a prescindere dalla forza sussultoria, se passa un camion lo senti benissimo il suo rumore, perchè umanamente e animalmente le antenne cercano l’impossibile, ovvero di avere tutto sotto controllo. Ci rendiamo conto che oltre i colpetti che ancora debbono subire gli aquilani, credo esausti, quì ogni gionro se non è nord è sud ce ne è un’altro??? Menomale che sono di bassa intensità, avere il popolo italiano con le case antisismiche peso che ce ne vuole ancora un pò. Io prego solamente che l’aquilano possa vantare ed essere procursore d’esempio di ottimo sistema costruttivo, diamine….
    lascio xchè scossa ora
    22,08
    fatemi sapere se tracciati, x curiosità a me non mi interessa si balla.
    a dopo

  137. carlo (Roma):

    ..altro che non c’era nulla..ore 21.55 altra oscillazione..
    questa storia non mi convince.. ormai sono mesi che l’Italia centrale è in mezzo ad un movimento complesso. Qualcuno si ricorda una scossa con epicentro Castel Sant’Angelo?

    le rassicurazioni ufficiali non mi bastano, anche per rispetto di quei poveri 300 morti.
    io domani richiamo l’ingv e faccio loro una domanda diretta..vi risultano scosse minori in questi giorni a roma? se sì , quali? se no, almeno è una posizione ufficiale.

  138. carlo (Roma):

    sito ingv
    21.56 scossa provincia grosseto!!

    sto diventando sciamano??aiuto..

    Admin: Pisa no Grossetto (sono oltre 300 Km da Roma)

  139. rosetta:

    Per pisa si intende Le Colline Metallifere magn. 2.6 alle 21.56?
    Mamma mia ma la penisola sta tremando tutta!

  140. qaqqa:

    Franco, perdonami, però sei recidivo .. ivo ivo

    ammetti una piccola “sparata lì” …. e poi ne spari altre?

    prima di scrivere contiamo fino a 100 …. nel DUBBIO (ma dove eri nel 1703?), fino a 120.

    Chiedo scusa Admin

  141. rosetta:

    Le Colline Metallifere costituiscono il principale e più esteso sistema collinare e montuoso dell’Antiappennino Toscano. Si estendono nella parte centro-occidentale della Toscana, interessando ben quattro province, la parte sud-orientale della provincia di Livorno, la parte meridionale della provincia di Pisa, la parte sud-occidentale della provincia di Siena e la parte nord-occidentale della provincia di Grosseto (Colline Metallifere grossetane).

    Admin: comunque le zone interessate calcolate in base alle coordinate danno questa lieve scossa a nord, alla fine delle colline, solo Pisa, tutti comuni che conosco che sono a meno di 30 minuti di auto

  142. Raffaella Roma:

    Prestando attenzione alla ciclicità degli eventi, nella storia sismica romana un particolare evento, credevo fosse una leggenda quella del terremoto di 40 giorni, originò nel reatino (Rieti vero?)nel 1348 a Roma il terremoto più grave;
    storicamente nella mappa INGV riporta quale unico epicentro nel 801.

  143. rosetta:

    Admin ha scritto:
    “Admin: comunque le zone interessate calcolate in base alle coordinate danno questa lieve scossa a nord, alla fine delle colline, solo Pisa, tutti comuni che conosco che sono a meno di 30 minuti di auto”

    Grazie Admin. Ho postato quell’intervento perchè su due piedi non mi ricordavo esattamente dove si trovassero le Colline Metallifere che avevo letto su INGV.
    Poi l’ho cercato su wikipedia e l’ho postato lol

    Quindi più intorno a Pisa si è registrato l’evento …

    Admin: nella provincia ma abbastanta lontano dal capoluogo

  144. Fabia:

    Qualcuno mi indica un buon libro sui terremoti? Qualcosa di comprensibile, per persone non necessariamente esperte. Oppure, semplicemente, qualcosa che vale comunque la pena leggere.
    Io, le oscillazioni, sono riuscite a sentirle persino a Padova (era il giorno 9, non ricordo l’ora) ma, essendo stata a L’Aquila fino al giorno prima, ho attribuito la sensazione a una sorta di suggestione (comprensibile, data la frequenza con la quale ne ho avvertite svariate da quelle parti).

    Admin: ho già indicato un buon libro sicuramente scritto molto bene si chiama “Terrae Motus” di Michele Dragoni, lo trovi in rete a 10 euro e in edicola al prezzo di copertina 20 euro.

  145. carlo (Roma):

    amici..ma come ho fatto a sentire la scossa a roma???
    mistero?
    pisa dista almeno 200 km, vuoi vedere che c’è un passaggio segreto costruito dagli etruschi che utilizza le faglie e arriva sotto casa mia?
    oppure?

    Admin: capisco che lo facciamo per sdrammatizzare ma cerchiamo di restare seri (vale anche per Rosetta)

  146. esmeralda:

    a me sembra che l’ansia stia dilagando.
    abbiate pazienza.
    che l’Italia sia quotidianamente interessata da fenomeni sismici non è un mistero. ci stiamo facendo maggiore attenzione a causa dello sciame sismico aquilano.

  147. Raffaella Roma:

    sempre x Carlo, si stanno muovendo già o almeno lo stanno dichiarando, lo sto leggendo ora in uno dei quotidiani, rivaluteranno la situazione dall’ingv su Roma per svariate segnalazioni, tutti crediamo sia una scossa isolata.

    Ancora si trova scritto, Intrattenimento da chi era sull’epicentro:

    Epicentro localizzato sotto a Castel Sant’Angelo
    Sismologo: nessun collegamento con il sisma dell’Abruzzo

    ROMA (12 maggio) - La terra ha tremato a Roma e provincia. Una scossa di magnitudo 2.1 è stata avvertita alle 14,44 in città e registrata dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, che ne ha stimato la profondità in 10,6 chilometri.

    L’epicentro è stato individuato sotto a Castel Sant’Angelo, a meno di trecento metri dalla basilica di San Pietro e precisamente nel giardino che circonda Castel Sant’Angelo, tra lungotevere Vaticano, piazza Pia e l’inizio di via della Conciliazione.

    I comuni vicini che hanno risentito della scossa sono stati Formello, Ciampino, Riano, Fonte Nuova.

    «A Castel Sant’Angelo nessun allarme è scattato». A raccontarlo è Maria, la centralinista del polo museale. «Ho sentito una porta che sbatteva e la vetrata muoversi, ho pensato fosse il vento o il trambusto dovuto al flusso di turisti - spiega Maria - ma poi ho capito che non poteva essere così. Ma al terremoto proprio non ci avevo pensato. Del resto nessun allarme è scattato nè ci sono state chiamate». Chiara, assistente tecnico museale, che si trovava nella parte più alta della mole dice di non aver sentito nulla e come lei i visitatori. Stesse parole di stupore dai turisti, alcuni divertiti: «Non ho sentito nulla - dice una spagnola - Sono venuta a visitare Castel Sant’Angelo perché ho letto Angeli e Demoni, ora questa storia del terremoto rende la cosa più suggestiva». A fine aprile la mole ha ospitato proprio il cast di Angeli e Demoni con Tom Hanks per presentare il prequel della saga di Dan Brown.

  148. Enzo:

    Allora, Roma, Eur. Intorno le 12-12:30 in tre sul posto di lavoro abbiamo avvertito scuotere il pavimento per poco meno di una decina di secondi. Successivamente, in garage, la scossa è stata talmente avvertita e forte da cercare la stabilità appoggiandosi ad una macchina (anche per senso di vertigine successiva)…erano all’incirca le 14:45, ma ciò che lasciava titubanti era, per una buona porzione di minuti, il continuo sentir scuotere il pavimento di un centro commerciale, i Granai (Ardeatino), attorno le 15:40.
    Ora, mentre scrivo, è vibrato il tavolo per un paio di scosse… (23:42, prenestino-labicano)

  149. Raffaella Roma:

    L’ARTICOLO X CARLO Roma
    Una scossa di terremoto di magnitudo 2.1 è stata registrata dagli strumenti dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia alle 14.44 in provincia di Roma. I comuni più vicini all’epicentro, rende noto il Dipartimento della Protezione Civile, sarebbero Roma, Ciampino, Tor Lupara e Frascati. Tuttavia, riportando i dati dell’Istituto nazionale di vulcanologia sulle mappe satellitari, l’epicentro del sisma risulta nel pieno cuore di Roma, più precisamente nei giardini di Castel Sant’Angelo. Dalle prime verifiche effettuate dalla sala situazione Italia del Dipartimento non risultano al momento danni a persone o cose.

    PICCOLE FAGLIE IN CITTA’ - «Sono stupita della localizzazione - dice Patrizia Tosi, sismologa dell’Ingv, l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia - che io sappia lì sotto non ci sono teoricamente faglie in quell’area. Tuttavia è evidente che se l’epicentro è lì, alla profondità di 10 chilometri, qualcosa ci dev’essere. Certo che, in una città come Roma, anche se ci fossero faglie in centro sarebbe difficile trovarle perchè i segni in superficie sono confusi e coperti da stratificazioni edilizie». La sismicità diffusa, «con questi piccoli terremoti c’è sempre - spiegano all’Ingv -, ma andranno verificati i dati perché da un po’ di giorni molte persone telefonano segnalando di avvertire tremori a Roma: probabilmente delle piccole scosse ci sono state». Nella mappa dei risentimenti già pubblicata su internet la scossa delle 14.44 è stata avvertita dalla popolazione come 3-4 grado.

    SCOSSA A PISA - In serata, poi, un’altra scossa di terremoto di magnitudo 2.6 si è verificata in provincia di Pisa. Lo rende noto il Dipartimento della Protezione civile, precisando che non risultano danni a persone o cose. Le località prossime all’epicentro sono Santa Luce, Orciano Pisano e Lorenzana.

  150. Riccangelo:

    per qaqqa: premesso che non ho interesse nel difendere nessuno, ma dall’affermazione che ha fatto mi sembra che sia un’utente che frequenta e interviene spesso in questo discussione, volevo chiederle perchè non si firma con il nome che usa abitualmente? E comunque se vuole sapere se ci sono stati danni a Roma a causa dei terremoti avvenuti nella storia, le consiglio di cercare su Wikipedia la “Lista dei terremoti in Italia”, semplice ma significativo…

  151. Raffaella Roma:

    le aree individuate per nuovi alloggi

    http://www.protezionecivile.it/cms/attach/copy_0_pins_aquila_3d.jpg

  152. andrea:

    Non sono un esperto, comunque leggendo il messaggio dell’ esperta INGV contattata da Raffaella (Dott.ssa Sonia Topazio) mi sembra di aver capito che si tratti di oscillazioni a BASSISSIMA frequenza che i sismografi (tarati a frequenze molto più alte) non riescono a rilevare.
    In pratica le placche sono in continuo e lento movimento, ma in seguito all’ evento del 6 aprile sono “un po” più agitate del solito (”effetti deboli dovuti dalle scosse dei principali eventi”).

    x esmeralda
    magari mi sbaglio ma
    più che un guasto al sismografo mi sembrano piccole oscillazioni, a frequenza piuttosto alta.
    p.s. più l’ epicentro è vicino più la frequenza è alta, forse è per quello che gli altri sismografi non hanno rilevato nulla.

  153. esmeralda:

    Andrea, ti ringrazio. speravo proprio in un guasto perchè a me quelle oscillazioni proprio tanto piccole non sembravano e dal momento che altri sismometri non le rilevavano ho dedotto che fosse un evento tipicamente ‘vesuviano’ (e il mio cuore sta là)

  154. mauro:

    ieri mattina ,quindi prima dell’evento delle 14,44 a roma mando una bella email ad ingv chiedendogli spiegazioni su presunte scosse sismiche avvertite in queste settimane a roma
    ebbene questa mattina mi risponde il sig,massimiliano stucchi geologo di ingv dicendomi che nessuna scossa e stata registrata dai sismografi intorna a roma
    a parte quella del pomeriggio che viene considerarta di intensita’ molto minima
    l’unica cosa che li ha sorpresi e l’epincentro ,comunque ancora da calcolare con precisione
    speriamo che ci dicano la verita’

    Admin: il sig. Stucchi è molto preparato e nelle risposte alle pagine dei quesiti di INGV ha sempre dato notizie precise e documentate, non vedo motivi che potrebbero far pensare che non dicono la verità, certi casi sono particolari anche per loro.

  155. franco:

    Nel 1703,quaqqa.penso che ero dove dove eri tu,però nel mio paese, che dista la metà da quanto dista roma dall’epicentro del terremto nel 1703,non si registrarono danni,quindi mi dica lei…

  156. esmeralda:

    come fanno ad essere sorpresi della posizione dell’epicentro?
    che io sappia non esistono epicentri stabili, a meno che non si sia in presenza di un’attività vulcanica o tellurica costante. le zolle si spostano investendo maggior energia ora in un punto ora in un altro, in modo non proprio prevedibile.
    il Lazio (soprattutto la zona dei Castelli) è una zona geologicamente ‘interessante’ (sigh) non certo da oggi.

    chiedo scusa del linguaggio impreciso, ma questo non è proprio il mio campo

  157. mauro:

    la dottoressa topazio di ingv pensa che li sotto ci possa essre una faglietta da lei cosi’ chiamata di qualche metro quindi non in grado di produrre molta energia (speriamo)
    la cosa che pero’ mi fa piacere che grazie a questo blog qualcosa sta uscendo fuori

  158. paola:

    Per Franco

    la scossa del 1703 fece danni del 7 Scala Mercalli a Roma, che secondo wikipedia significa

    VII fortissima caduta di comignoli; lesione agli edifici

    questo secondo dati di Ingv (database macrosismico)

    a quando pare Roma risente dei terremoti nell’Aquilano nonostante la distanza

  159. esmeralda:

    gentilissimo admin, potresti aprire una sezione dal titolo (più o meno) : la ricostruzione.
    si potrebbero raccogliere lì le idee su come consentire lo sviluppo delle vecchie e nuove comunità sia riguardo all’ambiente (sicurezza, servizi…) sia riguardo alle persone (l’aggregazione, l’informazione, la cultura).
    interessantissimo sarebbe l’apporto degli aquilani in questo momento e di chi questa situazione l’ha già vissuta.
    grazie

  160. carlo (Roma):

    viale kant
    11.32 si ondeggia

  161. rosanna (Roma):

    anche io sento queste leggere oscillazioni, sopratutto qui in ufficio (sedia con rotelle) e vaga sensazione di giramento di testa. Ma sono settimane….zona Eur qui campagna nè metro vicino, nè autobus…4° piano. Pensavo di essere l’unica a sentirle…ma qui da me c’è un’altra persona che le sente, non nella mia stessa stanza. Forse è possibile che alcuni di noi siano più sensibili di altre persone…

  162. ClaudiaM:

    Cinque anni fa ci siamo trasferiti da una zona debolmente sismica ad una a rischio elevato. Il primo anno siamo stati sorpresi dalla frequenza delle sensazioni vertiginose. Solo casualmente abbiamo poi potuto collegare gli episodi al sopraggiungere di movimenti tellurici anche minimi. Mio marito sopratutto in momenti di scosse particolarmente rilevanti ha un obbiettivo disturbo che sfocia in una vera e propria vertigine anche se l’evento sismico è distante qualche decina di km.
    Un ipotesi che facevo ( ricercatrice in campo clinico) è la sensibilità a onde a frequenza subsonica che potrebbero essere dovute alla tensione dei materiali anticipando il movimento visibile delle faglie ( sto pensando ai lavori sulla geofonia).
    Un sondaggio senza valore statistico ne clinico ( campione troppo esiguo) mi indicherebbe come i soggetti sensibili agli ultrasuoni possano anche presentare questa ipersensibilità ai seismi.

  163. Raffaella Roma:

    I vulcani alcalino-potassici laziali, pur se ritenuti estinti, possono dar vita a movimenti tipo quelli del bradisismo o ritornare attivi? Cioè, quelle zone sono soggette a terremoti?

    (Risponde Alessandro Gelagi)

    Così com’è posta, la domanda fa comprendere che il lettore non ha ben chiara l’idea sulle zone sismiche e sulle zone vulcaniche.
    Diremo subito, quindi, che i terremoti non dipendono dai vulcani ma dalla deriva delle zolle tettoniche.
    Sicuramente una zona vulcanica è anche zona sismica ma una zona sismica può anche non essere vulcanica (vedi ad esempio l’alto Friuli).

    I vulcani alcalino-potassici laziali sono ormai estinti da moltissimo tempo; sono collassati e ricoperti dalle acque alluvionali e formano così laghi craterici quali i laghi di Bracciano e di Martignano, il lago di Vico, di Nemi, di Albano. Altre caldere conseguenti al collasso di vulcani spenti sono: i crateri dei Monti Volsini (Lazio) alcuni dei quali occupati dal lago di Bolsena; il complesso di Roccamonfina, il Vulture.

    Un vulcano è realmente estinto quando la camera magmatica sottostante, che lo alimenta, è ormai “vuota” o talmente ridotta da non poter più rifornire di magma i condotti superficiali. Questo quando è (o è stato, in passato) possibile localizzare e registrare l’attività della camera magmatica. In mancanza di dati più precisi, si può considerare virtualmente estinta l’attività di un vulcano che non mostra alcun segno di vita da diversi secoli, in linea di massima 500 o 600 anni.

    Tutta l’Italia, eccetto alcune zone, può essere considerata territorio a rischio sismico. Ora non ricordo il nome di un famoso geologo tedesco il quale disse: “Non mi meraviglierei se un giorno, svegliandomi al mattino, apprendessi che l’Italia non esiste più…”. Detto per significare che la penisola italiana, costantemente sollecitata dalla placca africana, alla fine subirà sconvolgimenti d’enorme portata.

    Come si vede dalla cartina qui sopra, l’Italia (indicata dalla freccia gialla) appare veramente piccola in confronto alla zolla africana che avanza, lentamente ma inesorabilmente, verso di essa subsidendo alla zolla europea.
    Molto probabilmente, in tempi d’entità geologica, l’Italia sarà “sgretolata” dall’enorme spinta esercitata contro di lei dalla placca africana.
    La zolla africana, spingendo verso nord, ridurrà le dimensioni del Mediterraneo, ripiegherà l’Italia fino a farle assumere una posizione quasi parallela all’equatore.
    La Grecia sarà compressa fino ad essere portata a ridosso della Turchia.
    Il mare Egeo diventerà un lago. In compenso si allargherà il mar Rosso da cui è destinato ad originarsi un nuovo oceano. (Vedi anche http://www.vialattea.net/esperti/php/risposta.php?num=6683).
    Durante questi sconvolgimenti del futuro geologico della penisola Italiana, tutto sarà possibile ma è azzardato poter fare previsioni sulla ripresa dei vulcani citati nella domanda. Per il momento sono estinti e non vi è alcun segno che possa indicare una ripresa dell’attività e, ripeto, nessuno può dire nel dettaglio cosa veramente accadrà nelle decine di secoli o nei millenni o nei milioni di anni futuri…
    Come vedremo, però, non è la ripresa di attività di quei vulcani che oggi deve preoccupare l’Italia…

    Nel frattempo l’Italia continua a subire costantemente piccoli e grandi terremoti provocati da tale spinta.

    QUESTO ARTICOLO MESSO IN COMUNE PER DEFINIRE LE SENSAZIONI CHE SI PERCEPISCONO AL DI LA’ DELL’EVENTO SISMICO, URTO DELLE ONDE. Forse c’è sempre stato e le condizioni attuali amplificano quanto passava di sordina.
    Per chi suggeriva consulti medici, ha ragione, moltissime persone stanno soffrendo di lancinanti dolori alla testa e malessere, rischiando anche lunghi ricoveri perchè i medici contatano una ottima salute fisica ma non riescono ad individuare il problema che lamenta il paziente che, ho anche visto personalmente, ha la sua vita bloccata da questo. Giusto per precisare cose tirate in ballo, l’unica preghiera ai ricercatori è quella di prendere in considerazione tutto, al di là di scioperi e quant’altro e tracciare delle ipotesi acquisibili da calcoli su dati recenti, nella lunga prospettiva per far sì che con consapevolezza ongiuno possa avere debita spiegazione ad una serie di eventi, turbativi.

    14.50 oscillazione considerevole, anche prima di pranzo c’è stato qualcosa ma inferiore a quelle che in genere segnalo, grazie.

  164. Raffaella Roma:

    Che fine Ha fatto Berardo???

  165. Raffaella Roma:

    sembra che la politica sia quella di segnalare l’ultimo sisma registrato se i valori non sono troppo distanti dai precedenti, quindi i sismi registrati dall’ago, dopo i controlli incrociati, vengono trascritti non tale e quale bensì ad criteria, onde l’ufficialità, l’informazione e cosa pubblica è diversa, ora capisco perchè tanti self employ, ora me lo ingegno un attrezzino, sembra semplice, accetto consigli e progetti, admin.
    (dai diciamolo, io vorrei sapere quale è la forza di spinta(zolla nemica) verso la resistenza(italia), please. Comunque ci credo che la Terra è Giovine, si forma sempre nuova crosta d’altronde.

  166. Raffaella Roma:

    La notizia delle notizie:

    Geovulcanologia

    Terremoto: pool di scenziati internazionali a L’Aquila per studiare le previsioni sismiche

    a cura di Redazione MeteoWeb 12.05.2009 ore 19:20

    Sono arrivati oggi all’Aquila i nove componenti della commissione internazionale voluta dal capo dipartimento della protezione civile, per valutare le conoscenze attuali sulla previsione dei terremoti e per elaborare linee guida per la loro previsione e la prevenzione.

    La commissione si e’ riunita nella Scuola della Guardia di Finanza di Coppito per uno scambio di informazioni con i tecnici della protezione civile e dell’Istituto nazionale di geofiosica e vulcanologia. Si tratta di nove scienziati, specializzati in sismologia e geofisica, ai vertici delle Universita’ e centri di ricerca piu’ importanti del mondo. La commissione e’ formata dal Tom Jordan, presidente del gruppo di lavoro, direttore del Southern California earthquake center (Scec); Yun Tai Chen, professore di geofisica e direttore onorario dell’Istituto di geofisica della China earthquake administration; Paolo Gasparini, professore di geofisica alla Universita’ Federico II di Napoli; Raoul Madariaga, professore di sismologia alla Scuola normale superiore di Parigi; Ian Main, professore di sismologia e fisica delle rocce all’Universita’ di Edinburgo; Warner Marzocchi, dirigente di ricerca dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia; Gerassimos Papadopoulos, direttore di ricerca dell’Osservatorio nazionale di Atene; Guennadi A. Sobolev, direttore del Dipartimento di catastrofi naturali e sismicita’ della terra dell’Accademia russa delle scienze a Mosca; Jochen Zschau, professore di geofisica all’Universita’ di Potsdam. Gli scienziati, che nel pomeriggio hanno effettuato un giro di ricognizione per il centro storico, terranno domani alle 12 una conferenza stampa alla Guardia di Finanza. (ANSA)

  167. andrea:

    Riguardo la posizione dell’ epicentro non ci trovo nulla di strano: credo che eventi di lieve entità possano verificarsi un po’ ovunque (Roma rientra nella zona verde o gialla, quindi un rischio minimo c’ è).
    Quello che trovo invece strano è che i lampadari ballano in continuazione e i sismografi non rilevano scosse, a parte quella di ieri (funzioneranno bene?).

    Dando uno sguardo alla mappa degli eventi in home page ho notato una serie di eventi, perfettamente allineati che va da Latina fino alle Marche.
    La cosa che più mi ha incuriosito è che due di questi eventi (nel Lazio) sono stati praticamente simultanei, con un solo minuto di differenza.

  168. carlo (Roma):

    Claudia, mi interessa molto la tua ipotesi. soprattutto perchè prova a fornire delle spiegazioni scientifiche ad un fenomeno poco studiato nonostante l’enorme disagio che comporta ai diretti interessati (’costretti’ come in queste ultime settimane a subire anche il muro di gomma della comunità scientifica e delle autorità).
    Se ti va puoi farti dare i miei recapiti privati dall’admin. Grazie

  169. Raffaella Roma:

    x Andrea, ho pubblicato ieri la notizia-mappa- dell’aggiornamento sismicità territoriali, in questa si riferisce al Lazio, Roma avrà sub zone, inteso come più sismicità.

  170. ClaudiaM:

    Nota sull’articolo di Gelagi:
    I Colli Albani sono considerati quiescenti come i campi Flegrei o Ischia e presentano un rischio non tanto di sismogenicità quanto di esalazioni di CO2.
    Anche fenomeni di bradisismo non sono poi così lontani nel tempo.

  171. carlo (Roma):

    oscillazione forte sta continuando da un minuto
    viale kant

  172. carlo (Roma):

    non sii ferma stavo per cadere

  173. Anto:

    Ma dice veramente o scherza???

  174. carlo (Roma):

    purtroppo è vero, il lampadario ha ballato a lungo
    c’era anche una persona con me che ha assistito all’oscillazione.

    il fatto è che questa cosa va avanti da un mese, chi la prova mi può capire, non sono assolutamente un tipo ansioso, anzi..nonostante il disagio fisico non mi suggestiono.

    però si balla, anche adesso 20.45

    il fatto è che ho chiesto spiegazioni ufficiali all’ingv (’vi risultano scosse minori alle ore menzionate?’)…la risposta è un imbarazzante silenzio..
    mi occupo di comunicazione..non vorrei ci fosse la tendenza a non informare per non allarmare..sarà forse una deformazione professionale la mia ma il silenzio ripeto è imbarazzante.

  175. Raffaella Roma:

    secondo me c’è veramente tanta energia che non trova pace, ora da leggeri oscillazioni che non ce la faccio a stare a dire, aumenta l’intensità, fino a che non si sentono scricchiolii, allora un pò si placa, ma è nellìaria pure che senti differenza
    20,50
    è permanente sta cosa strana, un terremoto è più improvviso inizio e fine, questo è modo nuovo di vivere.

  176. Raffaella Roma:

    ci staremo scoperchiando???? diventeremo la punta Himalayana all’italiana?

  177. carlo (Roma):

    è incredibile..io e Raffaella ’sentiamo’ le stesse cose ad un km di distanza..

  178. carlo (Roma):

    Vivere tutti i giorni questo disagio FISICO (a me sta capitando da un mese, prima mai avuto) è abbastanza destabilizzante. Mi spiego: è una sensazione molto ‘fastidiosa’, che si ripete ogni giorni ad ondate. La parola non l’ho scelta a caso perchè - per spiegare a chi non la prova - è di stare a bordo di una barca sulle onde.
    Il problema numero uno è che la barca in questione è una casa costruita sulla terra. Il problema numero due è che nessuno ci ha ancora spiegato di cosa si tratta (probabilmente di una fase di assestamento ‘lì sotto’ dopo il 6 aprile, ma questo non posso stabilirlo io ma un sismologo, questo mi auspico e per questo sto sollecitando l’ingv a prendere posizione: la trasparenza è il miglior antitodo per la paura. Di solito si teme soprattutto ciò che non si conosce e questi atteggiamenti non hanno ancora un nome, una spiegazione e un contesto.
    Aggiungo inoltre che il fatto di percepire scosse e non trovarne riscontro (sta accadendo da qualche giorno in Abbruzzo e anche a Roma) non fa che aumentare il disagio e l’inquietudine. Un’ultima considerazione: perchè questi episodi-eventi sono percepiti soltanto da alcune persone? Qui con il passare dei giorni sto elaborando una risposta, non basata su studi ma su considerazioni personali. Probabilmente ognuno di noi è diverso e ha i sensi sviluppati in un modo piuttosto che in un altro. Dipende penso dal percorso personale, stile di vita, etc..Alcuni quindi percepiscono ‘cose’ cui altri non fanno caso. Io penso che la nostra società tende a ‘desintonizzarci’ dalla natura e dai suoi messaggi. Ricordiamoci che anche il terremoto come altri eventi ‘naturali’ porta dei cambiamenti biochimici, che alcuni percepiscono prima, durante e dopo. Vicino e lontano.
    Ecco perchè considerano fesserie (admin: rigidità) le teorie che una tale magnitudo può essere percepita soltanto a tot chilometri.
    Qualcosa c’è qui sotto Roma, non so se è la scia o l’eco dell’Abbruzzo oppure qualcosa di autonomo.
    Forse è arrivato il momento di ricevere spiegazioni serie, scientifiche. Non la pilloletta per farci dormire tranquilli, ma un analisi che rispetti i nostri ondeggiamenti e le nostre paure.

  179. Raffaella Roma:

    Geovulcanologia

    Terremoto in Abruzzo: è stato violentissimo. Adesso lo sciame si sta attenuando

    a cura di Redazione MeteoWeb 13.05.2009 ore 23:20

    I terremoti non si possono prevedere, ci sono solo previsioni probabilistiche. Lo sciame sismico si sta attenuando. Lo hanno ripetuto quasi in coro gli esperti mondiali di terremoto che oggi hanno compiuto una serie di sopralluoghi all’Aquila per un esame del sisma del 6 aprile.

    Il professor Tom Jordan - presidente del gruppo di lavoro voluto da Bertolaso e direttore del Southern California Eartquarke Center - ha sottolineato che ’’allo stato attuale in nessuna parte del mondo esistono metodi per prevedere deterministicamente i sismi’’. Riguardo allo sciame, gli esperti hanno chiarito che ’’non c’e’ nessun tipo di evidenza che la crisi sismica non vada a scemare, anche se si tratta di probabilita’, perche’ nessuno puo’ prevedere la fine. Certo la crisi continuera’ molto di piu’ rispetto a quello che la gente percepira’’’. ’’Bisogna capire cosa e’ successo per fare il punto della situazione - hanno detto gli esperti -, per ora ci sono previsioni probabilistici, ma nessuna certezza, naturalmente pensiamo di migliorare’’. La commissione e’ composta da nove scienziati, tra cui specializzati in sismologia e geofisica, che sono ai vertici delle universita’ e dei centri di ricerca piu’ importanti nel mondo. Alla conferenza stampa, oltre al capo della protezione civile, Guido Bertolsao e a Jordan, sono intervenuti Yun Tai Chen (direttore onorario dell’istituto di geofisica della China Earthquake Administration), Paolo Gasparini (Universita’ Federico II di Napoli), e Warner Marzocchi (dell’Ingv). Gli scienziati, con i tecnici della protezione civile e dell’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, faranno riunioni e sopralluoghi in modo da ’’avere validi elementi per elaborare linee guida per la previsione e la prevenzione dei terremoti’’. Secondo Bertolaso, e’ doveroso confrontarsi ai massimi livelli in occasioni come questa: ’’Abbiamo l’umilta’ di capire che gli altri ci possono dare dei consigli intelligenti per essere sempre piu’ efficaci nel futuro’’. In coro gli scienziati hanno assicurato che andrebbero a dormire senza problemi in una casa all’Aquila ’’purche’ costruita a norma’’. Marzocchi ha sottolineato la cattiva costruzione della case come motivo dei crolli: ’’Gli scienziati sono rimasti impressionati dai danni ingenti per un terremoto grosso, ma non devastanti. Ci sono diversi aspetti concomitanti che vanno valutati: la cattiva qualita’ delle costruzioni, alcuni effetti di amplificazione molto forti del terremo e poi altra cosa importante e’ il fatto di avere una citta’ come l’Aquila molto vicina alla faglia. In Irpinia e in Friuli erano piu’ distanti dai posti distrutti’’. Per Gasparini, ’’e’ stato un sisma di media intensita’ che ha prodotto dei danni che ci sembrano sproporzionati all’energia liberata’’. ’’L’impressione di tutti - ha detto ancora - e’ che questo sia in parte certamente dovuto alla costituzione del sottosuolo, quello che noi chiamiamo effetto di sito, perche’ le accelerazioni sono state comunque molto alte. Quindi una delle lezioni principali che dobbiamo imparare e’ capire quanto l’effetto di sito e’ stata importante nei danni prodotti’’. (ANSA)

    Io questa la accetto, sembra plausibile perchè non nascondono che la consistenza del territorio è quella che è, infatti io quelli di Sulmona nulla, neanche il disastro che ci fu nel Molise nell’84, lì è sicuramente un altro territorio e facilmente visibile, soffice invece che roccioso, quindi tutte le conseguenze. A loro stessi a prescindere dallo stato delle costruzioni o colpe ha inveito con più facilità rispetto un’altra localizzazione, ora è inconfutabilmente documentato in modo ragionato e non della buonanotte.

  180. Raffaella Roma:

    Sembra esista un rilevatore di terremoto domestico, non concosco le sue prestazioni tecniche e l’attendibilità in percentuale rispetto un sisma depurato da ogni altro motivo diverso, il prezzo sembra accessibile, è di un’altra regione europea non concosco le tariffe di consegna. Simpatico per le diverse opzioni. Comunque credo che determinate frequenze siano maggiori di un camion e altro, a chi può sembrare interessante allego il sito, forse è il caso di indicare se si è propensi, qualora si volesse acquistare potremo fare una conta certa per un risparmio quantità, nell’ipotesi. Mi sembra di aver capito che le onde essendo logaritmiche hanno una velocità di diversi Km al secondo, non so bisognerebbe fare delle ipotesi e verificare da una scossa quanto tempo si avrebbe una volta percepito i raggio di azione dell’ingegnio le distanze da percorrere per l’uscita.

    Admin: mi spiace ma è un sito commerciale, niente promozione, comunque è un piccolo simografo che avverte nell’attimo che c’è il terremoto

  181. andrea:

    x Raffaella
    Credo che ne esistano diversi in commercio e volendo possiamo costruircelo anche noi. Sicuramente è utile per tenere la situazione sotto controllo (visto che gli addetti che hanno il dovere di tenerci informati spesso non lo fanno), ma in caso di emergenza non credo che ti dia il tempo di scendere in strada.
    Se il sensore a cui ti riferisci è quello che ho visto io a livello di funzionamento può essere anche affidabile; tuttavia c’ è scritto che ad una distanza di 150 miglia dall’ epicentro le onde P arrivano con circa mezzo minuto di anticipo rispetto alle onde S:
    consultando altre fonti sembra che questo tempo sia in realtà parecchio inferiore
    (chiedo conferma ad admin); quindi non la racconterebbero giusta.
    Tieni inoltre presente che se sei ipersensibile molte delle oscillazioni che percerpisci
    il sensore potrebbe non rilevarle, ma questo non deve farti perdere fiducia nel tuo istinto.

  182. admin:

    Forum Earthquake

    un nuovo mezzo per condividere le nostre conoscenze e impressioni ma anche racconti e e realtà dalle zone terremotate.

    Sono inserite alcune categorie, adesso vanno popolate con le nostre esperienze, il forum è aperto a tutti, basta effettuare la registrazione e leggere attentamente il regolamento.
    Obbligatoria una mail valida altrimenti la registrazione non è attivabile e la città di residenza.

    Indirizzo del forum:
    http://www.earthquake.it/forum/

    N.B. La segnalazione di eventi sismici rimane esclusivamente in queste pagine del blog.

  183. Raffaella Roma:

    in merito alle onde P o S che poi sembra ci sia anche l’inutilizzata Z, è individuale il tempo che intercorre dall’onda P ed S per ogni singolo caso solo dopo la rilevazione si può dare un valore temporale impossibile prima, la frazione Z, non ho approfondito sembra la distanza del momento al picco.
    Se statisticamente esistono dei dati rappresentativi del possibile comportamento giusto per capire che esistono 2 o + onde, sì, ma di quanto intercorre non si può sapere fino a qunado non si è manifestato, storicamente possiamo dire che difficilmente sono contemporanee, possono passare da alcuni secondi per le due onde, una è energia, l’altra l’effetto (devastazione) da questo l’uso al tremore di correre verso l’esterno e la storia ci dimostra, per i sistemi edilizi esistenti, che molti rimaneano nelle rampe di uscita, forte e veloce era stata quella diagnosi. Resistenza e dissipatoriè l’unico argomento il resto non è fantascienza, è natura.
    Andrea grazie per le tue risposte non vanno mai a vuoto e sono coerenti. Credo si ail caso documentarci il più possibile sulle onde P ed S e Z, se vuoi ci vediamo nello spazio studio dei terremoti.

  184. Raffaella Roma:

    x Andrea, guarda macro vista, african.

  185. esmeralda:

    Complimenti per il forum Alibrando!!
    è agile e semplice. a complicarlo ci penseremo noi :)
    forza ragazzi/e, iscriviamoci e voi aquilani, soprattutto, riempitelo di idee. la vostra città può diventare la Città del Sole se fornite idee, dubbi, soluzioni, spunti di riflessione!

  186. carlo (Roma):

    stasera si balla..
    (viale kant, oscillazioni continue..il lampadario è diventato il mio sismografo..)

  187. Raffaella Roma:

    22,21 consistente oscillazione

  188. Raffaella Roma:

    22,28 ancora più forte, ululare di cane, anitifurti che suonano

  189. Rosanna (Roma):

    Stessi orari di Carlo e Raffaella. I miei sispografi sono i mestoli appesi in cucina….Roma Eur 5° piano. Mi chiedo se il mio edificio è costruito su un terreno particarmente recettivo…qui sotto prima c’era l’acqua. Quando hanno costruito un palazzo dopo il mio per fare le fondamenta hanno dovuto togliere una marea d’acqua…siamo sul fango? Per quello che si sentono le scosse dell’aquilano?

  190. paola:

    pare ci sia stata una scossa di almeno 3.3 vicino Aquila

  191. admin:

    Aggiornamento:

    Ore 22.30.55

    magnitudo 3.3 profondita 5Km. L’Aquila

    Dati ufficiosi

  192. rosanna (Roma):

    ore 12,19 lieve tremolio sedia e scrivania. Fantasia? Roma Eur

  193. Sonia da Pescara:

    Percepita poco fa una lieve oscillazione. Immaginazione????

  194. Sonia da Pescara:

    Scusate ma perchè sul sismografo di chiocciolandia c’è una scossa alle 10:53 circa e l’ingv non la riporta? Non sembra proprio piccola…

    Admin: si tratta di una scossa di magnitudo 2.6 nell’Aquilano a una profondità di 10 chilometri alle 10.52.07 - INGV non pubblica tutte le scosse sismiche.

  195. Sonia da Pescara:

    Grazie Admin, pensavo che non pubbliasse solo quelle molto piccole

  196. rosetta:

    Certo che è inquietante leggere seganalazioni, provenienti da più parti d’Italia, di “strane sensazioni” che magari qualcuno si risparmia di racconatare per evitare di essere preso per visionario.
    Non so … alla luce degli ultimi eventi, delle sempre più numerose e insistenti scossette avvertite, e delle persone che le segnalano cercando di trovare conforto scrivendolo qua sopra, credo che ci sia davvero da indagare a questo punto …
    Ma senza panico e senza dare addosso a chi queste cose le scrive. Se sono solo “sensazioni” benvenga. Ma molte persone affermano di aver effettivamante percepito movimenti innaturali del pavimento, tavoli e quant’altro. Bisognerebbe approfondire … ma con chi?

  197. carlo (Roma):

    Sonia anche qui a Roma si sentono continuamente..20-30 e più al giorno
    per verificare se è ‘reale’ usa un oggetto: il mio ’sismografo’ è un lampadario di carta di riso..stile ikea..ti assicuro che non si sbaglia!

    Approfitto per dire agli amici del blog che sto facendo una ricerca: ho scritto gli orari delle principali oscillazioni di questi giorni (mentre sto scrivendo c’è n’è un’altra) e le sto mettendo a confronto con i tabulati ISIDE dove sono riportate anche le scosse più lievi per ora coincidono alla perfezione.
    lunedì preparo una lettera agli organi competenti e ai mezzi di informazione chiedendo:
    1 trasparenza
    2 verifiche

    Admin: tieni presente che ci sono dei ritardi a seconda di dove si è sviluppato il sisma, tra l’ora del terremoto effettivo e il momento in cui hai percepito, ne abbiamo una bell’esempio sul forum a: La catastrofe della Marsica (13 gennaio 1915) seconda parte.

  198. carlo (Roma):

    a Roma si balla da 10 minuti

  199. rosetta:

    Carlo credo sia una buona idea scrivere alle autorità competenti. D’altronde una spiegazione ci deve essere … e chi meglio di loro potrebbe darti un chiarimento?

  200. Sonia da Pescara:

    X Carlo il mio sismografo personale è l’acqua in una bottiglietta ed è da ieri che vibra di continuo. X un po’ di giorni qui a Pescara non si sentiva niente, poi da ieri sono ricominciate le mie vertigini e la vibrazione dell’acqua. Fai benissimo a preparare la lettera, vediamo se si riesce a scoprire qualcosa…

  201. carlo (Roma):

    E se non arrivano risposte..scrivo…sono un giornalista..

    p.s.
    (oggi si balla h24..)

  202. carlo (Roma):

    cari, ecco il testo della lettera. Ho deciso di inviarla subito (ingv, vigili del fuoco, protezione civile, sindaco, prefetto).

    Da circa un mese, più o meno dalla notte della scossa che ha devastato l’Abruzzo, in alcuni quartieri di Roma (soprattutto Eur e zona Tiburtina) si percepiscono quotidianamente delle oscillazioni a livello del pavimento.
    Le segnalazioni sono state raccolte attraverso internet, in particolare un blog in cui si da spazio alle segnalazioni di scosse percepite dalla popolazione.

    Questi eventi, oltre a creare disagio fisico ed emotivo nei soggetti coinvolti, stanno suscitando preoccupazioni che aumentano ogni giorno al puntuale verificarsi di nuovi episodi ondulatori.

    Si sottolinea che:
    1. tali episodi vengono percepiti alla stessa ora in zone diverse della città
    2. dopo ogni oscillazione percepita si nota SEMPRE un effettivo movimento ondulatorio di oggetti domestici (lampadari, ecc.).

    Chiediamo pertanto una spiegazione di queste oscillazioni. Inoltre vi invitiamo a creare una commissione di esperti che inizi ad indagare DA SUBITO su questo fenomeno inconsueto per la nostra città. Per quanto ci riguarda siamo disponibili a fornire maggiori dettagli su questi eventi.

    Pensiamo sia opportuno intervenire al più presto, con metodi trasparenti e attraverso una comunicazione efficace. Vi preghiamo di non sottovalutare questo appello anche per rispetto delle vittime dell’Abruzzo.

    Cordiali Saluti

  203. Raffaella Roma:

    17,40 serpentina elettrica e oscillazione persistente, dalla mia destra Vs sinistra, coincide con zona tra aquila e velino (?). da Est Vs Nord Ovest e la mia direzione di percezione.
    il rumore come già accennato una volta è terroso, un’altra pietroso, se è terroso soffia se pietroso trita, se dovessi immaginare una piastra di roccia sbieca che si tritura, questo è il disegno di quello che il rumore mi fa percepire, facilitato da una minima conoscenza delle possibilità. (da aggiungere ma mi riservo la domanda)
    come si potrebbe indagare se non si fossero nuove sub rotture? Non è detto che debba manifestarsi un terremoto come tutti temono ma un lento e fastidioso movimento, qualcuno potrebbe verificare? Con questa di ora avuto una percezione netta di taglio, l’energia è rumorosa se cammina?credo di sì, ma io verificherei, sempre provenienza sud dell’aquila. a orecchio, non rinchiudetemi in laboratorio sono pecezioni, ma a in coscienza e decifrabili.
    Qualcuno disse di una faglia che va da nord a sud per ben oltre 15km di cui avevo sentito, come mi posso documentare.
    Un consiglio, prima di essere rimproverati nuovamente potreste rispondere o pubblicare nel Forum, per non incorrere in tacciamenti di impressionabilità, avrei di che discutere liberamente, ho buona fede ma parlare mi aiuterebbe a razionalizzare, vi ringrazio per questa solidale collaborazione.
    …perdura l’oscillazione, 17,51.
    non è facile scrivere e correttamente e dondolare lato lato avanti e indietro.

  204. carlo (Roma):

    ho inviato la lettera a ingv, comune, prefetto, prot. civile

    in spagnolo aspettiamo si dice ‘esperamos’..

    [e intanto si ondeggia]

  205. Enzo:

    Buonasera, purtroppo con un giorno di ritardo (impegni vari) scrivo di quel che con i colleghi si è vissuto ieri pomeriggio sul posto di lavoro, Eur-raccordo anulare. Non so se ci sia stato tracciato, anche minimo, ma dalle 16,15 in poi (sino alle 19) si è vissuto un continuo “mormorio”, ovvero piccole e continue scosse rilevate fisicamente e visivamente con vario materiale sospeso come delle “cordicelle di allarme” che immobili all’improvviso tendevano a dondolare, volte più o meno evidenti.
    Ora quì seduto, ponte casilino, vivo da un 3/4 d’ora la stessa sensazione, anzi 2 minuti fà, la vibrazione mi ha come sollevato dalla poltrona (esagerazione sì, ma per darne idea), un movimento da…”Tagatà” (LunEur insegnava…).

  206. esmeralda:

    chi sa come si calcola su grafici di qusto tipo la magnitudo di un sisma?
    http://www.chiocciolandia.it/drum_1.GIF

  207. admin:

    Per tutti gli utenti

    Avrei bisogno di alcune foto sulle tendopoli e/o sulle zone terremotate, devono essere foto realizzate da voi e non prese su altre fonti sul web, altrimenti non posso pubblicarle.
    Se qualcuno può fare questa cortesia può inviare le foto a questo indirizzo mail:

    foto@earthquake.it

    Grazie mille comunque
    Alibrando

  208. luisa (Roma):

    Io abito nel quartiere di Primavalle e mia madre in Prati e confermo tutte le oscillazioni del letto chenella notte si sentono da un mese e mezzo dal terremoto. Tanti mi dicono che sono matta! il tg non dice nulla ma per fortuna che c’è questo blog; almeno non sono sola. Carlo ha fatto benissimo a scrivere la lettera, come posso scriverne una anch’io?

  209. Raffaella Roma:

    curiosità, da altre fonti risultano spesso delle scosse sismiche a prescindere dall’entità che in INGV o non pubblica o non danno la conferma
    una mi ha incuriosito per la localizzazione di ieri verso le 22.00
    Lat 40,54 Long 8,5 Magn 2,58 e per delle segnalazioni di eventi credo inusuali, è vero???

  210. paola:

    l’ho notata pure io la segnalazione di questa strana scossa in Sardegna, solo che su Emsc dice addirittura magnitudo 3.4 e non 2.5, visto che in Sicilia si è sentito qualcosa verso quell’ora potrebbe essere avvenuta in mare aperto

    (l’orario è UTC bisogna aggiungere due ore)

  211. Claudio (2):

    E’ la prima volta che scrivo su questo blog, saluto admin e tutti i partecipanti. Io vivo a L’Aquila, e son contento di poter dire vivo… Ho letto con interesse la parte relativa a quei movimenti e rumori strani oltre a malesseri che altri partecipanti del blog che vivono a Roma Eur sentono poco prima delle scosse che ancora si sentono qui a L’Aquila. Credo che probabilmente il tutto sia collegato e che la terra e le rocce spingano in direzione L’aquila provocando poi questo continuo ballare nella mia zona. La cosa che mi preoccupa è che nessuno studioso ancora faccia degli studi adeguati per dare una spiegazione a questo fenomeno, o forse non sappiamo e quindi non ne siamo a conoscenza…. (segreto di stato?)
    Un’altra cosa che mi fa stare preoccupato è come mai non si studia il comportamento degli animali che puntualmente avvertono poco prima circa 10 minuti le scosse più forti, superiori a 4. se io ho vissuto il terremoto non in casa lo devo proprio al mio cane, che quella notte fra il 5 e il 6 aprile mi aveva già avvisato con una specie di danza nervosa l’arrivo delle due scosse precedenti a quella più grande; io ho puntualmente avvisato i miei amici via internet in diversi modi che fortunatamente hanno preferito dormire in macchina evitando il peggio…
    Altra cosa l’aumento di Radon e dei campi elettromagnetici che precedono le scosse, perchè vengono presi alla leggera? Per non parlare delle fasi lunari….
    Io credo che fondendo insieme tutta questa serie di informazioni si possa creare un sistema che possa aiutarci nella previsione di un evento sismico, ma anche qui, perchè nessuno lo fa?
    Io ormai, vivo fortunatamente in un camper, (la mia casa in pietra non è agibile, una parete esterna si è staccata agli spigoli e il tetto è malconcio) e non in tenda come migliaia di miei concittadini, e questo ha ridotto di molto la sensibilità del mio cane, che non essendo poggiato direttemente al suolo forse non riesce a sentire le onde P che precedono quelle più grosse…
    Attualmente sono gli amici di Roma Eur che mi avvisano quando qui si balla e li ringrazio per questo…
    Forse non è questo il posto giusto per descrivere quello che stiamo vivendo, ma sappiate che qui siamo tutti tristi, scioccati, demoralizzati, al minimo delle forze, aspettiamo… ma quanto ancora dovremo aspettare?
    Eccezionali sono stati gli aiuti che da tutta Italia ci sono arrivati e che continuano ad arrivare, ma noi vorremo poter tornare alla normalità, ma quanto ci vorrà?
    Presto, quasi tutti si dimenticheranno di quello che è successo a L’Aquila e di come stanno i cittadini che non hanno più casa, non hanno più storia, che non hanno più nulla…
    Ridateci le ali… torneremo a volare

  212. Enzo:

    Casillino. Poco meno di 10 min fà controllavo i mess sul cell e mi sentivo come dondolare, pensavo fosse legato alla stanchezza o al torcicollo (…).
    Dubbio, ho anche vertigine. Sollevo lo sguardo al mio sismografo casalingo (lampadario e sue gocce): dondolavano. E così anche gli altri lampadari…
    Ora sono fermi.

  213. Enzo (casilino):

    Seduto, percepita una, netta e decisa scossa. I lampadari dondolano…

  214. carlo (Roma):

    anche qui, stessa situazione!

  215. carlo (Roma):

    viale kant..si balla

  216. Berny:

    Bè, tocca fare assumere Carlo e Enzo a lavorare precariamente per l’ingv!!! Almeno un pò più di scosse verrebbero riportate (nn come stanno facendo ora.)

    Ho parlato - pe rla 1 volta - con Giuliani al telefono. Spiego come se no l’admi si incavola e nn mi pubblica il post ^__^ Tempo fa ho visto su youtube delle interviste che una radio di Teramo ha fatto a Giuliani e alcune conferenze che, sempre questa radio, ha tenuto a Teramo.
    Ho scritto a chi si occupa della radio e questa xsona molto gentilmente mi ha risposto. Mi ha dato il suo numero di cell e mi ha avvisata che oggi, di mattina, ci sarebbe stata un’altra conferenza a Teramo sempre con Giuliani e di chiamarlo verso le 14:00 così avrei parlato direttamente con lui.
    Ebbene ci ho parlato verso le 2 e 30 e gli ho chiesto com’è l’evoluzione di questo sciame sismico nell’aquilano. Mi ha detto che è tutto normale (e ci credo al di là di quello che si dice su molti posts) che è chiaro non finirà adesso, ma che sta nettamente diminuendo. Continua a registrare scosse ma (e questo lo avevo notato anch’io) a giorni alterni. Nel senso che fa una botta “forte” (3.3 3.5) ogni 2-3 giorni, poi si ferma, cosa che cmq prima nn faceva.
    Stanno nettamente diminuendo nella frequenza e ha aggiunto “l’importante è che nn faccia un 4.0″ se nn fa un 4 è chiaro è tutto nella norma.
    Gli ho detto delle scosse avvertite a Roma e mi ha detto “eh ma a Roma non le sentite tutte” in genere si sentono dal 3 in su e nn tutti le avvertono cmq, ha detto. Dice, tutto questo fa supporre che per fine giugno forse lo sciame avvertibile sarà finito, magari resteranno solo scosse strumentali.
    Perchè è cmq da gennaio che va avanti così, voglio dire, nn è un giorno. Siamo a quota 4 mesi e nn è poco. Si in Umbria e Marche durò 6 mesi da settembre, ma non hanno avuto - precedentemente a quel 26 settembre - scosse forti così (4.0 e 4.5 dell’aquilano) e per così tanto tempo prima della scossa principale che, ricordiamolo, non fu quella delle 2.33 ma quella delle 11 del mattino, quando crollò anche la Chiesa ad Assisi. Quindi già lì quello faceva le veci di un terremoto anomalo.
    Adesso questa è la situazione, io nn so cosa sia succedendo a Roma e nn voglio metterlo in dubbio. Però è anche pur vero che qui sono sempre le stesse 6 persone a segnalare scosse ogni ora. Onestamente avere 30 scosse al giorno, della media di una all’ora, a Roma, mi pare un pò strano.
    Manco in zone sismiche fra un pò. Si è vero che Roma ha risentito di terremoti passati, ma c’ha pure 2000 e passa anni e ancora è quasi intatta e non è poco. Città in zone sismiche non durano così tanto, a mio parere. Poi, è chiaro, i monumenti parlano da sè. Io ho 700 amici su facebook di cui 600 di Roma e dintorni, anche di Rieti, e tutti i giorni nn li sento dire una cosa al proposito. Quando c’erano le scosse nn facevi che leggere gente che le segnalava su facebook.
    Quelli di Rieti, poracci, che vivono a 60km da L’Aquila non li senti e non li vedi, non ne segnalano una e gente di Roma continua a dire che la terra trema ogni mezz’ora! Senza contare che 2 scosse ci furono anche a gennaio a Roma…e dov’erano quelli che adesso ne sentono una al minuto?
    La verità è che la soggezione gioca brutti scherzi. Mi ci metto anch’io in mezzo che non facevo che sentire scosse il mese scorso, una notte, dopo quella delle 2:50 ne avrò sentite una ventina di sensazioni ondulatorie in mezzo a scosse che magari si sono anche sentite (4.5) nella stessa notte.
    Le sensazioni e la realtà erano così attaccate che non sono riuscita a capire qual era la scossa vera e quella mai esistita.

  217. Rosanna (Roma):

    Oggi per esempio non ho avvertito scosse. Sono uscita, e quando sei fuori non le senti. Per sentirle devi essere in condizioni particolari tipo seduta e con controllo di altre cose che dondolano (lampadari, mestoli di cucina ecc). Non scrivamo in molti perchè non tutti conosco questo sito, ma con le persone io ci parlo e molte altre avvertono questi tremolii o vibrazioni con sensazione di nausea e giramenti di testa. Soprattutto qui, nella zona eur, e non siamo sopra la metro nè vicino grandi strade con passaggio di camion o autobus. Mi ritengo una persona equilibrata e neanche spaventata dalle scosse. Certo quella forte che ha colpito l’aquila un pò mi ha agitata. Le sento anche se non sto minimamente pensando al terremoto. Non intendo asolutamente spaventare o fare allarmismo. Porto la mia testimonianza, cercando di capire i motivi concreti di quanto accade. Le scosse di assestamento di Assisi, per esempio qui le ho sentite tutte…come forse avviene per questo terremoto aquilano. Ma se l’IGV non le segnala per svariati motivi (troppo piccole, problemi di personale precario e via dicendo) non per questo voglio passare da visionaria. Ripeto questa zona è costruita su un’acquitrino, forse risente in maniera maggiore delle vibrazioni…..
    Grazie a tutti per le vostre testimonianze e grazie per chi vorrà rispondere a quanto da me esposto.
    Rosana

  218. Enzo (casilino):

    :) Buonasera Berny. Ti dò atto del fatto che questo scrivere sembra esagerato ma è quel che vivo ora.
    Le precedenti scosse se presenti, probabile pure non l’abbia portate a livello cosciente, e probabilmente mi saranno passate in sordina perché in cuor mio, come tutti, mai avrei pensato da un momento l’altro di vivere ciò.
    Dal 6 aprile ho iniziato a comprendere decisamente più che la superficie ove metto i piedi è viva, ed i terremoti non sono fenomeni così rari come credevo e che (sembra) ve ne siano anche di così impercettibili da poterne contare al giorno quasi tremila (!!).
    Questo benedetto sciame, tremolio o tant’altro, continuo a desiderare (paura?) di non volerlo sentire ma purtroppo lo vivo e lo vedo. Gli oggetti che ho appesi in casa (Casilino), i lampadari e i vari oggetti, così come similia al lavoro (EUR) si muovono (ora) per conto di qualcosa che non è il peso delle persone attorno e da quel giorno vengono purtroppo presi a riferimento di un moto che non era mai stato così evidente.
    Da quel giorno, sì, la paura può essersi insinuata ad allertarci anche al sussurrare del vento, ma come detto gli oggetti che abbiamo intorno parlano e non per soggezione.
    Non ho per esempio scritto quì di una settimana fà in cui andando a trovare degli amici nei dintorni di Cave, ho avuto la percezione netta del tremolio della terra ed ero in un terreno dove per Km attorno non passano…treni, metrò, trattori né autovetture varie (silenzio assoluto), né tantomeno che ad una certa ora oggi a casa, mi sembrava come di vibrare per questo continuo…mormorio.
    La sensibilità a queste sensazioni è aumentata ora, almeno per me; tento di governarla anche per stanchezza e la notte, ogni tanto, per educarla a non darmi fastidio m’incamomillo per bene…ma i lampadari dondolano, e non chiedetemi di svitarli! ;)

  219. Rosanna (Roma):

    non ho visto pubblicato il mio post. Troppo presto? E’ sabato sera e non avete fatto in tempo? Ma io aspetto con calma…non sono una visionaria, scrivo solo quando sono certa, nè per provvocare allarmismi ne altro. Solo dati di fatto, ai quali richiedo cortesemente una risposta. A Roma e parlo per me, che visionaria non sono e nelle mie piene facoltà mentali, la terra ha dei tremolii. Non so dovuti a cosa, ma ci sono. Non ho paura ne’ sono in preda al panico. Accade e basta. Non sono solo avvertiti da me con prove di lampadari che oscillano. Zona eur. Oggi non ci sono state scosse da me percepite (ero fuori casa).
    Grazie

  220. Raffaella Roma:

    In serata c’è stato qualcosa nella provincia di Venezia, verso le 20,49?

  221. luisa (Roma):

    Stamattina in zona Primavalle si è sentita una voce che gridava “terremoto in arrivo” ore 7,10. Calcolando che ho sentito tutta la notte oscillare il letto che dovrei fare?

    Admin: i buontemponi si presentano nelle ore più impensate

  222. paola:

    anke x me è la prima volta ke scrivo in questo blog e leggendo i vostri commenti, le sensazioni ke provate… le condivido! abito in Molise, sulla costa e spesso avverto quella strana debolezza alle gambe, vertigini ,attimi!!! mentre una mia amica sente addirittura dei lievi movimenti della terra….non siamo mica da ricovero! e poi, sarà vera quella notizia ke parla di 2 future grandi scosse? e tornando a “Giuliani” non credo proprio ke abbia tutti i torti…forse ci vorranno molti $ per le sue makkine e magari gente competente. cmq se qualcuno nei paraggi avverte …si facesse vivo!!!!!

  223. Raffaella Roma:

    avendo spesso raccontato in questo blog quanto personalmente passavo, comunico che attualmente sono scomparse le reazioni fisiche, ma come stanotte quello che si percepisce è un pò più sussultorio come tipo di movimento, più breve e brusco, rispetto il dondolio che prima si verificava. Il materasso si è alzato ed abbassato tra i5 ed 8 cm almeno, come fosse un’onda che veniva verso di me, visibilissimo per via delle coperte oltre che sentito

  224. Sonia da Pescara:

    X Paola: dove hai sentito la notizia delle 2 grandi scosse future? Dove dovrebbero esserci? Ultimamente in rete si trovano di continuo “previsioni” che se fossero vere cancellerebbero l’Italia. Secondo me dovresti stare tranquilla e non credere a queste voci che girano

  225. esmeralda:

    l’unica arma che esiste contro la disinformazione e l’allarmismo è informarsi, studiare, conoscere, controllare le fonti e, in ogni caso e sempre, dubitare.

  226. Raffaella Roma:

    in sismografi in tempo reale di oggi, penso che la pagina del Matese tra le ore 12,00 e le 16,00 sia particolarmente interessante. credo si visualizzino i due tipi di scosse, locale e risentita? comunque sono un pò tutti nervosetti i vulcani, sarà il caldo anticiclonico, si è passati da un inverno più piovoso e nevicoso come non mai ad una esplosione d’estate.

  227. Enzo:

    Perdonatemi,…ma dalle 16:30 +- sembra ci sia Eur-raccordo anulare un continuo sussultare ed ora, 19:20, sembra decisamente più forte…
    Ditemi se esagero…(Sì? Cambio la sedia? Balla!!)

  228. Raffaella Roma:

    trovato, se a qualcuno può interessare una possibile soluzione tra i dati pubblicati in INGV e sismografi in generale, credo che riguardi oltre che il calcolo legato alla non approssimatività dei dati, parrebbe corrispondere ad una media di periodo e probabilmente per range, mi sembra però che non ci sia una regola fissa su quali dati prendere nel campione per la media.
    E’ possibile riguardi l’intervallo tra eventi in generale, quindi se non ci sono eventi in altri luoghi li assimilano. Inoltre la mia ipotesi è che ci siano più reti sul territorio con fonte ufficiale quella di Stato se ce l’ha. bravina eh? da grande potrei fare l’investigatrice.
    tanto mi sembra che questa curiosità è un pò di tutti.

  229. esmeralda:

    non ho capito nulla.

  230. Berny:

    lol neanch’io, infatti mi piacerebbe avere un chiarimento su questo, se possibile, visto che si tratta di un argomento molto interessante….

  231. Raffaella:

    ho letto e riletto, sembra che il sig. Berny e la Sig.ra Esmeralda si riferiscano al mio post commento, in caso affermativo quanto allora scritto in sostanza è:
    c’è un calo vistoso sia delle frequenze e sopratutto dell’intensità del magnitudo nelle aree in emergenza, quindi, se i sismografi piazzati rilevano tracce sismiche (range inferiore a 2 o 2,5, magari) quello comunicato in versione ufficiale è la media dei dati ricavati.
    Nel concreto, prendendo ad esempio che ci siano magari 2 scosse rilevate in un pomeriggio, una di 2,00 una di 2,60, si leggerà nella fascia oraria di riferimento attribuito il valore di 2,30, un caso? non lo so ma ho notato che la somma diviso gli elementi mi corrisponde a quello che …poi…..leggo quale dato ufficiale, notato e detto, chiarmente non dico che è così, osservazione data dalla curiosità.
    Anche perchè se non si legge un dato tranquillizzante si è in pena ma va riconosciuto che gli strumenti dell’iNGV sono anche in altri Stati, e se in INGV non ci dicono dove era il terremoto noi non potremmo saperlo, magari era in Grecia che forse ha deciso di spostarsi, ma oggi che è capitato in Arabia???? tutti i sismografi hanno lavorato e in conferma sembrano proprio alte sequenze a ripetizione, io pensavo fossero piazzamenti diversi coinvolti dalla stessa scossa.
    Brutto non mi posso immedesimare. Comunque se l’energia si è distrubuita è dà occasionali colpetti sparsi va meglio credo. Buffi i sismografi di stamattina, sia di OVo che Matese.
    n.b. controllare che l’orologio del proprio pc corrisponda conl’ora reale altrimenti i messaggi non si capiscono più, futuristi e quindi veggenti?
    Comunque piccole tensioni espresse in questi giorni se si guarda le faglie in Google Earth openGl sono ai limiti della colonna di faglie attive, quindi un possibile classico, come un disegno geometrico del complesso. La mia ansia scaturisce da questo grafico e gli eventi messi insieme, spero veramente si sia liberata tutta l’energia in eccesso, non sono poche le persone che ci hanno lasciato, …una Preghiera.
    N.B. ancora anziani soli, molti sono stati colpiti da infarto è bene vigilare che i nostri vicini non abbiano bisogno di qualcosa, con discrezione, scusate l’appello ma credo debba essere proibito lasciarli soli, anche con l’aiuto dello stato magari da chi deve studiare da infermiere ed in coppia a fronte di benemeriti scolastici e punti concorso, se non vogliono lasciare la propria casa giustamente.

  232. esmeralda:

    la mia ignoranza abissale in materia non mi consente di pronunciarmi.
    quello che trovo difficile da credere è che si faccia una ‘media’ tra le scosse.
    la ‘media’ è un espediente utile quando si vuole elaborare un statistica, non certo quando si ha il dovere di fornire dati attendibili.
    ringrazio Raffaella per le precisazioni.

  233. Raffaella:

    HO LE PROVE!!!

    Nuovi risultati relativi alla dinamica della crosta terrestre

    18/03/08
    Si muove con un tasso medio di circa 1-3 mm l’anno l’Appennino Centrale compreso tra le regioni del Lazio, Umbria, Marche e Abruzzo. Questa zona è animata da un movimento orientato Nord Est - Sud Ovest.
    I nuovi risultati relativi alla dinamica della crosta terrestre nell’Italia centrale sono stati conseguiti grazie a una fitta rete GPS realizzata dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), consistente in alcune stazioni in monitoraggio continuo, integrate da altre 125 stazioni discontinue, distanti tra loro dai 3 ai 5 km.
    L’obiettivo di questa rete geodetica GPS, che nasce anche dalla esperienza maturata in occasione dei terremoti umbro marchigiani del 1997 (terremoti di Colfiorito), è quello di rilevare con precisioni millimetriche i movimenti della crosta terrestre sia durante la fase intersismica (cioè nell’intervallo di tempo tra il verificarsi di due terremoti) che cosismica (cioè durante il terremoto stesso).
    Poiché tra il 1999 e il 2003 non si sono avuti importanti fenomeni sismici, la rete GPS ha potuto mettere in evidenza i movimenti crostali di origine non sismica, che avvengono a causa dei lenti movimenti delle placche terrestri.
    A uno degli autori della ricerca di recente pubblicata sulla rivista scientifica Quaderni di geofisica, Marco Anzidei, Primo Ricercatore dell’INGV chiediamo che importanza ha conoscere più a fondo la dinamica dell’Appennino.
    Le deformazioni che precedono un terremoto sono più vistose o confrontabili al lento movimento delle placche?
    Prima di tutto, risponde Anzidei, si deve tenere presente le modalità di osservazione del fenomeno. Per misurare una deformazione tra placche continentali, ad es. tra quella Africana ed Eurasiatica, è necessario disporre di grandi reti GPS, quindi con stazioni distanti tra loro anche migliaia di km. Esse permettono di capire come si muovono tra loro i continenti, ma non sono in grado di discriminare i movimenti su aree più limitate, ad es. lungo una faglia di pochi km. Inoltre, continua il Dott. Anzidei, la deformazione misurabile in superficie dipende anche dal tipo di faglia, dalle sue dimensioni e dalla grandezza del terremoto che si sta preparando. In Italia le faglie sismogenetiche ( quelle responsabili dei terremoti) conosciute sono spesso lunghe pochi km o poche decine di km. Per questo è necessario disporre di molte stazioni di osservazione ben distribuite.
    Tutto ciò è finalizzato a prevedere l’avvicinarsi di un terremoto attraverso i piccoli movimenti della faglia che lo precedono e quindi si tratta di studi che avranno ricadute economiche e sociali.
    Questi studi aiutano a prevedere quale sarà l’evoluzione futura della catena appenninica e la configurazione complessiva della nostra penisola?
    Si, anche se questi avvengono con tempi molto lenti. Ciò che oggi possiamo dedurre dai dati GPS, è che ad es. la Corsica e la Sardegna si muovono in maniera solidale con la placca Eurasiatica, che non ci sono evidenze sulla attuale continuazione di apertura del Tirreno e che nella sua parte più meridionale assorbe circa il 50% dei movimenti compressivi tra Africa ed Eurasia.

    Sonia Topazio

    E’ più di un’ora che risquoto e vibro, ma sono serena ora.

    Io chiederei un immediato aggiornamento alla luce odierna di quanto documentato nei loro quaderni, Bottino ricco (inteso come documentazione)!!!

    Admin: queste cose si sanno da sempre.

  234. andrea:

    I terremoti non si possono prevedere, o meglio non ci sono abbastanza soldi per farlo.

  235. andrea:

    O meglio ancora, i soldi ci sono, ma servono per costruire il ponte, ad esempio.

  236. rosetta:

    andrea scrive:

    “21 Maggio 2009 alle 14:08
    O meglio ancora, i soldi ci sono, ma servono per costruire il ponte, ad esempio.”

    Che verrà costruito in una zona a rischio sismico zero, e che potrà essere finalmente utilizzato dai viaggiatori provenienti dalla A3 Salerno-Reggio Calabria, una vera highway, come direbbero gli americani …

  237. Enzo (casilino):

    Zitti…altrimenti ci sarà altro cemento…con sabbia di mare…sshhh!
    Comunque, e a parte queste sacrosante verità che rimarranno solo in questo bianco foglio virtuale piuttosto che nelle coscienze di chi “vuole” decidere, nel mio appartamento sto vivendo quello che talvolta leggo da altri utenti di Roma (Raffaella, Carlo, Rosanna….), ossia ballare. La sensazione di un fremere del pavimento quasi continua, a ondate. Ho già scritto nell’altro blog di 3 nette scosse vissute quest’oggi, ma c’è da ammettere che la terra oggi sembra quasi che…respiri.

  238. Raffaella:

    p.s. io sono a favore della comunicazione, mobilità, comodità, etc. solo a valutare lo sciovolamento dell’Etna a Est e zona tzunami, non so, io non ci vado, come mi reggo dalle raffiche di vento con un filo a schiena, l’uomo ha e deve avere i suoi limiti, ma è la popolazione che deve esprimersi per ragioni di economie locali, io personalmente temo il problema della sicurezza nei luoghi di lavoro che lì, insommma, mi sembra di provocare.

  239. Enzo (casilino):

    Allora, ore 20:25-30 (l’orologio a lancette indicava +- 20:28…), ero a cenare ed ho avuto la sensazione di sobbalzare e ondeggiare… Oggetti appesi in quell’ambiente a dondolare non ce ne sono, ho quindi valutato a pelle e con quella sensazione rapida di vertigine l’accaduto.

  240. admin:

    Ho aperto un nuovo post sul forum intitolato:

    Il caso Roma

    Sicuramente una discussione più fluida dovuta all’immediata botta e risposta degli interlocutori, senza bisogno della mia approvazione.

    Chi è registrato può accedere direttamente, gli altri possono registrarsi che li approvo immediatamente.

    Il forum a questo indirizzo:
    http://www.earthquake.it/forum/

    Il nuovo post:
    http://www.earthquake.it/forum/il-caso-roma-t31.html

  241. esmeralda:

    segnalo un interessante articolo pubblicato qui http://www.primadanoi.it/modules/bdnews/article.php?storyid=21003 su alcuni precursori sismici (lombrichi e luci) .

    Admin: questi argomenti devono essere postati sul forum, questo blog è dedicato alla segnalazione di scosse sismiche.
    http://www.earthquake.it/forum/studio-dei-precursori-t17.html
    Questo permette di inserire argomenti e avere risposte immediate.

  242. Alessandro:

    Salve a tutti
    …ore 23. Abito al 4° piano: movimento ondulatorio dello stabile non mi è sembrata una scossetta da poco conto!

    Da un noto film, per via di questa oscillazione, sovviene un pensierino prima di andare a nanna…”Ricordati che devi morire!”

  243. Andrea:

    Abito a centocelle e ho sentito benissimo anche io la scossa di poco fa (23.00 circa) di 5/6 secondi di durata….

  244. Noncapisco:

    A guardare i tg sembra che tutto sia stato ricostruito e vada bene.
    Amici miei mi han detto che avevano messo da parte dei soldi per l’Abruzzo, ma poi hanno visto le immagini di Studio Aperto con le inaugurazioni ed hanno deciso di mandarli in Africa dove c’è ancora bisogno di costruire.

    Però leggendo questo blog credo che ci sia qualcosa che non va.

  245. aliena.doc:

    scusate ragazzi ma di quale DOPO TERREMOTO parlate?
    le scosse continuano alla grande.
    E nn si tratta di sciame sismico nè di “scosse di assestamento”, sono terremoti veri e propri.
    Quello di ieri 3 luglio (4 scosse) ha avuto scosse sino a 4.1- (poco di meno di quella del 22 giugno di 4.5 [ 6 aprile 5.8.])
    Io dA ROMA percepisco tutto, mi gira la testa e altre cose, anche il giorno prima!
    Poi controllo e vedo che c’era stato davvero un evento sismico.
    Ma una cosa mi meraviglia profondamente. Come si fa ad organizzare un G.8 proprio lì? ve l’ immaginate il giappone che organizza un G.8 sul Fusijama nel corso di un terremoto ancora in atto? in ogni caso non è una scommessa basata sul fatto impredicibile che non ci saranno più scosse (mentre di fatto continuano tutti i giorni)?

  246. sara_re.5:

    Lo stesso vale per me da due tre giorni di nuovo forti giramenti di testa,sensazioni di dondolamento,e vertigine…sono caduta dalle scale per lo strano galleggiamento!Gia’ da tempo ho scritto di queste sensazioni,io sono d Latina,sono tornata per vedere se c’erano novità e scopro che non siamo in pochi come pensavo qualche mese fa a star cosi’…oggi sono stata male tutto il giorno!!!Sono stata bene un tre settimane circa ora sto di nuovo come allora,anche ora che scrivo mi sembra di giocare a un veloce girotondo…Ma quando finirà!!!?

  247. aliena.doc:

    So che non sono graditi discorsi “politici”.
    Ma che da mercoledì 8 scatti il G.8 (coincidenza? 8 e 8)è semplicemente un evento.
    Mi chiedevo: se qs sensazioni sono così frequenti, anche se come tutti speriamo non ci saranno vere scosse in quei pochi giorni, i leader partecipanti non potrebbero avere malesseri e capogiri tali da interferire con la tranquillità e lucidità necessaria a quell’ importante convegno?
    Scusate la domanda! ma potrebbe avere un senso chiederselo.

  248. KATIA:

    SONO KATIA DI PESCARA E LA SERA DEL 6 APRILE IO ERO SVEGLIA E HO SENTITO IL TERREMOTO,HO AVVERTITO UN BOATO TERRIBILE E POI DELL’ARIA BOLLENTE CHE USCIVA DAL PAVIMENTO(SEMBRAVA UN URAGANO) E POI QUEL MOVIMENTO TERRIBILE.SI MUOVEVA TUTTO E LE MATTONELLE SI ALZAVANO,I MOBILI SI SPOSTAVANO GLI SPORTELLI SI APRIVANO E SI CHIUDEVANO,CADEVANO I BICCHIERI,LE TAZZINE E TUTTO QUELLO CHE C’ERA SUI MOBILI.SONO STATI 20 SECONDI TERRIBILI,SEMBRAVA CHE STASSIMO IN UN FILM.VIVO ANCORA OGGI CON LA PAURA!VORREI TANTO STAR VICINO ALLE PERSONE TERREMOTATE DELL’AQUILA.VI SONO VICINO PERCHE’SO CHE COSA AVETE PROVATO IN QUEL MOMENTO.VI SONO VICINO.

  249. tiziana:

    c’è qualcuno competente sull’argomento che puo’ spiegare cosa sono queste continue sensazioni di malesseri e percezione di vibrazioni?o dobbiamo cominciare ad aver paura che stiamo uscendo fuori di testa????

  250. francesco74:

    Buongiorno a tutti. Riporto alcune mie esperienze che ho vissuto pochissimi minuti prima del verificarsi di un evento sismico. La prima risale al 31 ottobre 2002, giorno tristemente e tragicamente noto per il terremoto che distrusse San Giuliano di Puglia. Erano le 11.30 di quel giorno e mi trovavo al Dipartimento di lingue della Facoltà di Economia e Commercio dell’Università “Federico II°” di Napoli (eravamo al secondo piano), quando all’improvviso ho un capogiro a cui fa seguito prima un rumore in lontananza (provenienza nord-est, particolare importante perchè poi l’epicentro del sisma effettivamente era in quella posizione) e poi un doppio botto cui fa seguito un’oscillazione abbastanza forte del terreno che è durata almeno 15-20 secondi….la stessa sensazione si è poi verificata due giorni dopo quando ci fu la scossa attorno alle 16.30-17 che mi ha pietrificato dalla paura sul letto a casa di mia nonna a Caivano (provincia di Napoli), con oscillazione dei lampadari…
    La seconda esperienza è più recente e porta la data del 23 dicembre 2008, quando a Busto Arsizio in un edificio sito al sesto piano io e mia moglie avvertiamo abbastanza distintamente la scossa proveniente da Parma…erano le 16.25 ed ero steso sul divano, quando prima un senso di assopimento e poi un lieve capogiro precedono la scossa. Purtroppo ai terremoti un pò ci ho fatto il callo, un pò li guardo con terrore ed angoscia essendo reduce dall’esperienza traumatica di quello dell’Irpinia del 1980, quando prima di quella tremenda scossa il cielo divenne color viola…ed è una scena che credetemi porto sempre negli occhi e dentro di me anche a distanza di quasi 30 anni…invito coloro che ironizzano su queste cose a non prenderla così alla leggera perchè l’esperienza di un terremoto è tutt’altro che meravigliosa, anzi….

  251. mirna pescina (AQ):

    ciao francesco mi hai fatto accapponare la pelle perche il fatto del cielo viola io lo avevo messo in n angolino della memoria e tu me l hai riportato alla luce.Ma credimi quello del 6 aprile e stato anch esso terribile ,io li ho vissuti tutti e due in quanto sono di afragola e risiedi a pescina da 10 anni

  252. mirna pescina (AQ):

    e ritornando indietro anch io ricordo il cielo con una nube di fumo viola e grigio talmente densa da sembrare nebbia(mi riferisci al terremoto in irpinia)

  253. KATIA:

    KATIA PESCARA
    A DISTANZA DI MESI CONTINUO AD AVVERTIRE DELLE CONTINUE SCOSSE ANCHE SUL LITORALE ABRUZZESE,NELLA MIA STANZA TROVO PELUCHE A TERRA,QUADRI SPOSTATI ALL’INIZIO NON GLI DAVO TANTO PESO MA ADESSO HO COMINCIATO A STARE UN PO’ PIU’ ATTENTA E HO NOTATE DELLE VIBRAZIONI.POI UN ALTRO PARTICOLARE HO DEI CAMPANELLINI(SCACCIA SPIRITI) APPESI AL SOFFITTO E QUANDO CI SONO QUESTE VIBRAZIONI I CAMPANELLINI SUONANO.VOLEVO CHIEDERE AD ALTRE PERSONE DELLA MIA ZONA E NON SE TUTTO QUESTO E POSSIBILE O SONO IO STO’ IMPAZZENDO.

  254. tiziana:

    x katia.mi sono fatta le stesse domande.anzi le ho rivolte anche ad altri su questo blog.mi è dispiaciuto vedere certe risposte,tiposul consiglio di misurarsi la pressione o darsi una calmata,cosi’ i sensi di malessere passano!e vada anche x questo.ma siamo diventati visionari quando sentiamo tintinnare gli oggetti,o si avvertono vibrazioni sotto i piedi?????mah!sulle mappe viene riportato solo la metà di quello che si avverte,e allora che si deve pensare?speriamo bene!!!!!!!!!!!!manteniamo i contatti,ciaooo

  255. KATIA:

    X TIZIANA.IO ANCHE SONO TRATTATA DA PAZZA,NON DORMO PIU’LA NOTTE GUARDO FISSO IL LAMPADARIO PER ORE.POI HO RIEMPITO LA CASA DI CAMPANELLINI(SCACCIAPENSIERI)E TI DICO CHE DA ALLORA HO COSTATATO CHE REALMENTE QUALCOSA SUCCEDE SOTTO DI NO,ICAMPANELLINI SUONANO E AVVOLTE E’SPETTRALE VEDERE CHE SI MUOVE SENZA AVERE NE FINESTRE E PORTE APERTE.IO ABITO A PIAN TERRENO E E QUANDO VADO SCALZA SOTTO I PIEDI SENTO MUOVERSI.NON SO SE SAREMO PAZZI MA SPERO CHE TUTTO PASSI.CIAO E A PRESTO.

  256. KATIA:

    vorrei chiedere a qualcuno un parere mica sapete se nelle zone del pescarese o del chietino ci sono faglie che possano generare un terremoto?Mi dicono sempre che nelle zone della costa non si possono verificare degli eventi sismici,è possibile?vi prego aiutatemi a capire?grazie!

  257. KATIA:

    Oggi nella zona di San Giovanni Teatino(Ch) le persone del vicinato mi hanno raccontato che si è avvertita una scossa nella mattinata,io all’inizio non volevo crederci,ho provato a chiedere in giro e tutti mi hanno detto che l’hanno avvertito.C’è qualcuno che ha sentito qualcosa o che ha notato qualcosa di strano?Fatemi sapere vi prego,stò cominciando ad are paura.
    X Tiziana,
    dalle tue parti si è sentito qualcosa?Tu sai qualcosa?
    Fatemi sapere qualcosa?
    Grazie a tutti!

  258. tiziana:

    ciao katia,qui’ niente che nn succeda oramai quasi tutti i giorni.e penso che sai di quello che sto parlando!!!ma come al solito niente è segnalato.da adesso in poi continuero’ a scrivere e rispondere qui’,perchè nn mi và ne di passare x una strana,ne voglio ”turbare” la sensibilità altrui!!!mi auguro che su questo forum potro’ essere piu’ libera di esprimere le miei sensazioni e le mie paure.se cosi’ non sarà,vuol dire che me le terro’ per me.ecco…propio mentre ti sto scrivendo c’è stato il solito scatto di un mobile appoggiato su di una parete esterna della casa.e nn sono tarli questi!!!che devo pensare????un saluto affettuoso.

  259. tiziana:

    dimenticavo di dire che mentre si dice che nn succede niente,ieri il mio propietario di casa si è dovuto mettere al lavoro sul muro di casa mia.negli ultimi giorni si è aperta una crepa…..chissà com’è successo!!!!e vogliamo parlare del passaggio sul belvedere di silvi transennato negli ultimi giorni,perchèla pavimentazione si sta aprendo?????mah,che mistero!!!!!ciao

  260. KATIA:

    x tiziana,
    ieri notte anche a chieti c’è stata una scossa di magnitudo 3,4,sai cosa ti dico cominciamo a prepararci,ho paura che la terra tremi di brutto anche qui.sempre in contatto.ciao.

  261. tiziana:

    cia katia,sta cominciando a succedere quello che era previsto:il mettersi in movimento di un altra zona a rischio.adesso che ci vengano a dire che nn si sapeva!!!tutto questo fà paura,ma dobbiamo essere pronti in caso di necessità,e la paura ti fà perdere la bussola.ci sentiamo alla prossima,un abbraccio

  262. KATIA:

    x tiziana,
    ieri sera ho sentito un intervista su tg max alle ore 00,30 ad un geologo e ha detto che nella zona della valle di sangro c’è un altissimo rischio di evento sismico imminente ed ha invitato la popolazione a fare prevenzione sulle case non a norma.sai cosa penso chetra poco dobbiamo prepararci a qualche scossa forte!

  263. tiziana:

    ciao katia,e infatti è cosi’.oramai tutto il teritorio abbruzzese è compromesso.e nn solo quello abbruzzese.sentita stamattina la scossa delle marche?
    io l’ho avvertita,sempre accompagnata dal solito scatto dei mobili.che dobbiamo fare?ci dicono che nn c’è collegamento tra i vari terremoti,ma io sto facendo caso ad una cosa:ogni volta che c’è una scossa forte ad est europa,e ieri è stato in afganistan,poi è come se scaricasse qui’ da noi!speriamo bene.un abbraccio e sempre in contatto.ciao

  264. KATIA:

    Hey abruzzesi avete sentito la scossa di oggi pomeriggio alle 18,15,nella mia zona si è avvertita benissimo.
    X Tiziana,
    hai sentito la scossa di 4.1? comincio ad aver paura,prepariamoci al peggio!sempre in contatto.ciao.

  265. tiziana:

    ciao katia.e si ,si è sentito ,come al solito con i soliti malesseri in anticipo.ma perchè continuano a dirci che è solo suggestione quando si avvertono vertigini o altro ?mah!comunque giuliani ha fatto presente che il livello del radon è alto,e quindi le scosse si potrebbero ripresentare.stato di preallarme,cosi’ lo ha definito.manteniamo i contatti,ciao

  266. KATIA:

    X Tiziano,
    dove hai letto la notizia della presenza di radon?io su questo non riesco a trovare niente.rimaniamo in contatto!

  267. tiziana:

    x katia.devi cercare sul blog”Bioblu.com”.li’ troverai l’intervista fatta stanotte da claudio messora a giuliani.ciao

  268. KATIA:

    x tiziana,
    ho visto l’intervista,mi sono spaventata,comunque oggi alle 14,25 c’è stato un aggiornamento e il radon c’è ne ancora.il sisma dell’altro giorno non si è verificato nell’aquilano ma nel gran sasso e l’evento non è collegato a quello del 6 aprile.mi son spaventata.stiamo un pò più attenti!sempre in contatto

  269. KATIA:

    oggi sono rimasta sconvolta del terremoto che ha colpito il pacifico che ha avuto una magnitudo di 8.3,ho cominciato adaver paura.
    X Tiziana,
    ma giuliani non si è più collegato,tu sai qualcosa?

  270. tiziana:

    ciao katia.le notizie giuliani le stà dando tutte le sere attraverso la pagina di claudio messora su facebook.ieri sera ha detto che l’allarme radon era quasi rientrato in italia.quindi situazione abbastanza tranquilla.ma tu nn ci si su fb?se si puoi fare richiesta d’amicizia a messora,cosi’ gli aggiornamenti ti arriveranno tutte le sere.e cosi’ possiamo anche fare noi due chiacchiere se ti và.ok fammi sapere.un abbraccio

  271. sara:

    x tiziana:Io non sono iscritta a facebook…non c’è un altro modo per entrare in contatto con loro!

    Latina da 3 giorni:continuee sensazioni di dondolamento,piccole vibrazioni,di nuovo ma frequenti!Ho paura…

  272. tiziana:

    x sara.puoi trovare tutti gli aggiornamenti sul blog”Bioblu.com”.tutte le sere claudio messora si collega con giuliani,e lo potrai vedere sia in diretta,oppure quando ti connetti.un saluto e sempre in contatto.ciao

  273. KATIA:

    x tiziana,
    non sto su facebook,e sul sito byo blu non porta nessun aggiornamento di giuliani dal 2 ottobre.ho notato che le scosse nell’aquilano e nella valle dell’aterno stanno aumentando.tu sai qualcosa?sono un pò preoccupata!

  274. tiziana:

    x katia.infatti l’ultimo aggiornamento risale al 2 ottobre,altro nn so’.puo’ darsi ci sia stato qualche problema.vedremo stasera.io cerco di stare calma,ma quando sento quello che sta capitando in tutto il mondo è difficile.perchè nn ti iscrivi su fb cosi’ possiamo parlare meglio?un abbraccio

  275. KATIA:

    x tiziana,
    hai letto l’aggiornamento di giugliani?la soglia del radon e sopra ai 2000nel sud dell’aquila ha detto di stare allerta e se ci dovessero essere scosse forti e ripetute consiglia di rimanere fuori

  276. tiziana:

    si ho letto,e come sempre ha visto giusto!ma c’è ancora chi dice che nn è attendibile!!!io personalmente mantengo alta la guardia!x la connessione su facebook che mi dici?ciao

  277. ALEX:

    IO NON Sò COSA STà SUCCEDENDO MA DA UN Pò DI TEMPO HO QUESTE STRANE SENSAZIONI DI ONDEGIAMENTO E SINCERAMENTE COMINCIANO A DARMI FASTIDIO PERCHè SONO MOLTO FREQUENTI E ADESSO VEDO ANCHE CHE LA MIA ZONA è COLPITA DA UNO SCIAME SISMICO NON Sò SE LA COSA POSSA AVERE UN COLLEGAMENTO MA NON SONO BELLE SENSAZIONI NON CAPISCO COSA STà SUCCEDENDO SE QUALCUNO PUò SPIEGARE DA COSA DERIVANO QUESTI SINTOMI LO RINGRAZIO!

  278. tiziana:

    per alex,ciao io è da un po’ che sto su questo blog e ti posso garantire che siamo in tanti ad avere queste strane sensazioni dal 6 aprile.ma è anche vero che certe persone asseriscono che nn è possibile,e che si tratta di ansia,pressione bassa ed altro.io nn ne sono convinta,anche perchè allora si dovrebbe parlare di psicosi collettiva,il chè sarebbe ancora piu’ grave del problema terremoto!ho anche chiesto varie volte il parere di un medico,ammesso che ci sia in rete,ma nn ho avuto risposta. colgo. l’occasione per rinnovare la richiesta.auguriamoci che tutto vada bene,perchè c’è poco da stare tranquilli!un saluto

  279. tiziana:

    buongiorno a chi c’è!ma questo blog è chiuso??oppure le sensazioni si sono assopite???le mie ancora no,per mia sfortuna!un saluto

  280. giulia:

    ahimè anche io, vivo a roma ma “sento” le scosse, vorrei trovare un rimedio !

Sismogrammi di Earthquake.it in tempo reale

  • VISUALIZZA SISMOGRAFI IN TEMPO REALE.

    con funzione di ricerca storico giorno per giorno dal 2008.
    Sismografi di Capannori (LU), Cordovado (PN), Tavagnacco (UD), Conversano (BA), L'Aquila (AQ), Belluno (BL).

Scrivi un commento